Treviso, busta con minacce e polvere al sindaco

Una busta con la scritta "The End" e contenente della polvere bianca è stata recapitata al sindaco leghista Mario Conte. Sette dipendenti in ospedale

Una sola scritta: "The End". Un'intimidazione indirizzata al sindaco di Treviso, Mario Conte. Questa mattina una busta sospetta è arrivata in Comune a Treviso dove è stata intercettata dalle impiegate dell'ufficio protocollo.

Sono state loro a vedere in trasparenza il contenuto del pacco, della polvere bianca. Subito è stato dato l'allarme alle forze dell'ordine che sono prontamente giunte sul posto.

Inizialmente si è ipotizzata la presenza di antrace nella busta-pacco, circostanza poi esclusa dai primi accertamenti. Alcuni dei dipendenti entrati in contatto con la polvere sospetta sono stati trasportati in ospedale mentre l'ufficio è stato chiuso in attesa dei risultati di laboratorio di Microbiologia di Padova che permetterano di capire la vera origine della sostanza bianca.

"Ciò che posso dire in questo momento è che questi atti intimidatori non mi fanno paura!", ha commentato su Facebook il primo cittadino leghista, Mario Conte.

"Questi sono atti ignobili, vigliacchi, criminali, che vanno condannati senza se e senza ma: confido che i responsabili di questo gesto vergognoso siano presto individuati dalle autorità. Siamo vicini a Mario Conte e alla sua amministrazione: se pensano di spaventare o intimidire la Lega, si sbagliano di grosso", ha dichiarato Massimo Candura, senatore della Lega.