Treviso, si cala con le lenzuola dalla finestra dell'ospedale: caccia al detenuto

Un romeno di 30 anni è evaso dal reparto di malattie infettive dell'ospedale di Ca' Foncello dove era ricoverato per esami per la tubercolosi. Le forze dell'ordine lo stanno cercando in tutta la provincia

Probabilmente avrà visto molti film d'azione il carcerato in fuga e ricercato in queste ore nelle campagne di Treviso. Un detenuto di nazionalità romena di 30 anni è scappato calandosi dalla finestra della struttura sanitaria dove era ricoverato, con una corda ottenuta annodando tra loro delle lenzuola.

Si trovava nel reparto di malattie infettive dell'ospedale Ca' Foncelli per sottoporsi a degli esami per la tubercolosi, di cui c'era la possibilità potesse essere affetto. Gli accertamenti avrebbero poi dato esito negativo. Come previsto dalla procedura il detenuto era stato sistemato in una stanza in isolamento ed era piantonato dagli agenti della polizia penitenziaria. Ma evidentemente queste disposizioni non sarebbero state sufficienti a evitare l'evasione.

Il prigioniero sarebbe stato visto mentre si dileguava per i campi ad Olmi-San Floriano, frazione nei pressi della struttura sanitaria, del comune di San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso. Secondo TrevisoToday, l'ultimo avvistamento sarebbe stato segnalato a Lanzago di Silea a circa quattro chilometri di distanza dall'ospedale da dove è scappato.

L'uomo sarebbe riconoscibile dal fatto che porta il pizzetto e che sarebbe vestito con una tuta nera. Diversi reparti delle forze dell'ordine, sia della polizia sia dei carabinieri, lo stanno ancora cercando in tutta la provincia con l'impiego anche di un elicottero allo scopo di perlustrare la zona dall'alto.

Commenti

killkoms

Gio, 25/07/2019 - 21:52

altra eurorisorsa!