Treviso, troppe "lucciole" in paese Il sindaco propone casa chiusa

La piazza del paese è invasa, il sindaco per evitare problemi ai residenti ha proposto di aprire una casa di tolleranza al premier Renzi. Nessuna risposta è stata ancora ricevuta

Il malcontento dei cittadini di Spresiano, cittadina in provincia di Treviso è sempre più alto. La colpa è delle prostitute, sempre più attive e presenti nel centro cittadino.

Di notte la piazza si riempie di queste donnine che, insieme ai numerosi clienti, consumano rapporti sessuali proprio sotto le finestre dei residenti del paese. Un caso che non ha lasciato indifferente il sindaco. L'opposizione attacca il primo cittadino di intervenire.

Marco Della Pietra, eletto a giugno, si è gia mosso per risolvere il problema. Infatti, non poco tempo fa ha scritto una lettera al premier Renzi dove si dice pronto a trasformare un immobile pubblico in una casa chiusa. La missiva però non ha ancora ricevuto una risposta, e il problema della prostituzione è ancora presente.