Trieste mette al bando la bandiera comunista

Approvata la mozione che vieta stelle rosse e vessilli tititi alle manifestazioni del primo maggio previste a Trieste. Per il centrodestra: "Quelle bandiere sono una provocazione"

Trieste ha messo al bando le bandiere comuniste. La mozione per vietare le stelle rosse e i vessilli titini alla manifestazione del primo maggio è stata approvata. Tutto meriti della maggioranza di centrodestra al consiglio comunale.

"Quelle bandiere sono una provocazione"

Il primo maggio per i triestini ha un duplice significato: si festeggia la feste dei lavoratori ed è anche l'anniversario dll'ingresso delle truppe jugoslave in città. Da quel primo maggio 1945 cominciò l'occupazione titina, durata quaranta giorni. Proprio per questa ricorrenza e per la coicidenza spesso nelle manifestazioni sindacali spuntano come funghi le bandiere slave con la stella rossa. E tanti altri simboli che fanno riferimento del regime del Maresciallo.

L'esposizione di queste simboli non piace alla stragrande maggioranza dei cittadini, che ricordano in Tito alla tragedia della Foibe e all'esodo giuliano-dalmata. Dettaglio sottolineato anche da Paolo Polidori, capogruppo della Lega Nord nel consiglio comunale. "Quelle bandiere sono chiaramente una provocazione" aggiunge il leghista. Ora la mozione, approvata con voto favorevole dalla solo maggioranza, impegna il sindaco "a trasmettere il sentimento del consiglio comunale di Trieste al prefetto, al questore e agli organizzatori delle manifestazioni per il primo maggio, invitadno questi ultimi a [...] isolare ed espellere persone che si machiassero di tali comportamenti inqualificabili". La promesse è una sola, se dovessero fare capolino i simboli banditi, si invitano il questore e il prefetto a vietare le manifestazioni per il 2018.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 15/04/2017 - 12:14

bene! via raus ! kaputt i comunisti!

maricap

Sab, 15/04/2017 - 12:16

Prendere bandiere rosse e portabandiere e getterli nelle foibe, Comunisti sempre e comunque spregevoli dittatorelli de merd.

killkoms

Sab, 15/04/2017 - 12:24

Grande Trieste!

LP

Sab, 15/04/2017 - 12:36

Aggiungerei 50 frustate a chi viene scoperto a portarle. Come inizio.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 15/04/2017 - 13:08

Grande e meravigliosa Trieste! Da prendere come esempio!

Altoviti

Sab, 15/04/2017 - 13:11

Con tutto quello che Trieste e l'Italia ha sofferto per colpa dei comunisti era semplicemente un atto dovuto anche se c'è voluto tempo. Il partita comunista andrebbe vietato come il PD per tutto il male che hanno fatto e che continuano a fare agli italiani per esempio con lo sterminio del suo popolo adesso non più con le armi o i crimini ma con l'immigrazione e la discriminazione degli italiani nella loro propria casa.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Sab, 15/04/2017 - 13:12

UNA DECISIONE SACROSANTA!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 15/04/2017 - 13:41

GIUSTO!!! Ne abbiamo piene le @@ dei kkkommunisti.

DemyM

Sab, 15/04/2017 - 13:43

Stessa soluzione per i komunisti, cgil ed affini !!

Ritratto di makko55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 15/04/2017 - 14:23

Si chiede di vietare l'esposizione della bandiera yugoslava, non di quelle comuniste con tanto di falce e martello. Datele correttamente le notizie.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 15/04/2017 - 14:28

Era ora. Con settantanni di ritardo.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 15/04/2017 - 15:20

Diteglielo ai nipotini di quei comunisti partigiani della Garibaldi che hanno collaborato con quel delinquente di Tito aiutando gli infoibatori. Hanno , tra laltro, promesso a Tito che avrebbero fatto di tutto per cedere il Friuli fino al Tagliamento come risarcimento di guerra. Gli inglesi e francesi erano daccordo. Chi ci alvó dalle grinfie di quegli assassini furono gli USA che si opposero vivamente perché si doveva rispettare gli accordi di Yalta. Gli inglesi e francesi poi fecero la porcata piú grande tracciando a occhio il confine con una matita dividendo in due Gorizia e tanti altri paesi i cui abitanti si trovarono a recarsi in chiesa in Yugo e a scuola in Italia. Quella stella rossa mette i brividi. I triestini ricordano bene cosa fecero i delinquenti titini in quei 40 giorni.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 15/04/2017 - 16:02

Ottima iniziativa! A quando una legge nazionale che punisca il delitto di apologia del comunismo??

Aleramo

Sab, 15/04/2017 - 16:31

Concordo con chi ha auspicato una legge che punisca il reato di apologia del comunismo.

tonipier

Sab, 15/04/2017 - 16:42

" IN TUTTI QUESTI ANNI QUANTI PICCIOTTI SI SONO NASCOSTI DIETRO QUESTA FAVOLOSA BANDIERA ROSSA?:::::.

ESILIATO

Sab, 15/04/2017 - 16:59

Aboliamo l' ANPI......assassini e ladri di polli...

vinvince

Sab, 15/04/2017 - 18:24

W TRIESTE !!!

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 15/04/2017 - 19:24

Era ora; la verità storica tornerà a galla e l'ideologia comunista che ha massacrato il mondo sarà giudicata per quello che è stata: una vergogna lastricata di morti e sangue...con buona pace del Bergoglione che se tornasse da dove è venuto sarebbe un bene per tutti.

Doc71

Dom, 16/04/2017 - 00:04

Per fortuna Trieste è nostra!!

Reip

Dom, 16/04/2017 - 00:06

Grande Trieste!!! Nel paese europeo più di sinistra, ostaggio di un sistema giudiziario comunista e di un fallito governo di sinistra complice di questa schifosa invasione africana clandestina. Era ora!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 16/04/2017 - 00:15

ABBASSO I KOMUNISTI! VIVA L;ITALIA LIBERA DA QUESTA PESTE!.

RAGE4EVER

Dom, 16/04/2017 - 01:21

Meglio tardi che mai