La triste estate di Matteo

Oggi non è più tempo della ribalta tv h24. L'aria è decisamente più pesante e tutti sono concentrati sul referendum

Sono passate solo due estati, eppure politicamente sembra un'eternità. I tempi del 40,8 per cento che alle Europee del 2014 consacrò il nuovo corso del Pd di Matteo Renzi sono infatti un ricordo sbiadito, così come la luna di miele tra il premier e un pezzo consistente di Paese. Non solo il tradizionale elettorato di centrosinistra, ma anche una parte di quello di centrodestra che iniziò a guardarlo con una certa curiosità. Un'era geologica fa. Non è un caso che in vista del referendum sulla riforma costituzionale che dovrebbe tenersi a novembre, Renzi abbia scelto una strategia di basso profilo, limitando al minimo le prese di posizioni pubbliche e la ribalta dei riflettori. Ed è proprio questo il termometro di quanto e come siano cambiate le cose in questi due anni in cui il leader del Pd pare avere perso la capacità di trasformare in oro qualunque cosa tocchi. Anzi, a molti sembra addirittura essere diventato una sorta di Re Mida al contrario, tanto da decidere di non giocare in prima linea la campagna referendaria proprio per evitare di affossarlo.

A due anni e mezzo dal suo arrivo a Palazzo Chigi, dunque, Renzi affronta la sua estate più difficile. Un'estate austera se paragonata non solo a quella di due anni fa, ma anche allo scorso agosto. Oggi, infatti, non è più tempo della ribalta tv h24. Niente più secchiate d'acqua gelata, come quando nel 2014 aderì al Bucket Ice Challenge. Una campagna per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla Sla, ma pure un modo per essere virale sui social, oggi principale strumento di comunicazione. Quello era il Renzi che sembrava avere in mano l'Italia e che poteva permettersi qualunque cosa. Mentre oggi l'aria è decisamente più pesante e tutti sono concentrati sulla partita referendaria, vero e proprio spartiacque della legislatura. Così anche Maria Elena Boschi, logorata dalle vicende di Banca Etruria e madre della riforma costituzionale, ha evitato di esporsi troppo facendosi immortalare sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta o nei locali di Formentera come accaduto lo scorso agosto. Insomma, quest'anno sotto l'ombrellone della politica avanza poco spazio per quel gossip che due anni fa portò il dibattito a concentrarsi sul «topless sì» e «topless no» del ministro Stefania Giannini.

Commenti

VittorioMar

Ven, 19/08/2016 - 21:35

....figuriamoci quella degli italiani!!!

Ritratto di .£aCa$ta..

.£aCa$ta..

Ven, 19/08/2016 - 21:37

frottolo, il premier perfetto degli'taglioti

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 19/08/2016 - 22:16

Ogni premier ha avuto la sua estate difficile,anche l'autunno, l'inverno e la primavera direi.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 19/08/2016 - 22:26

Trite estate per Matteo? Non direi, dato che per milioni di Italiani lo è molto di più, anche perché costretti- tra l'altro - anche a digerire le sue panzane.

Fjr

Ven, 19/08/2016 - 22:47

Spero solo che la vera doccia fredda arrivi dal referendum e che gli italiani finalmente non siano uniti Solo come quando gioca la nazione, ovviamente per il no, troppi italiani sono morti per far si che fossimo una società civile e democratica,

Nonlisopporto

Ven, 19/08/2016 - 23:34

si faccia da parte ... da vincente hahaha

Jimisong007

Sab, 20/08/2016 - 00:40

Il re è nudo

Anita-

Sab, 20/08/2016 - 06:39

Raramente fu scritto articolo più vuoto, inconcludente e inutile. Se poi voleva farlo all'immagine di questo governo e questa società italiana, ci è riuscito in pieno.

linoalo1

Sab, 20/08/2016 - 07:20

Ma piantatela,una volta per sempre!!!Poiché la Matematica non è un'opinione,se fate bene i conti sui voti delle Ultime Elezioni Europee,Renzi e C.,hanno ottenuto solo il 27,7 percento dei voti,ben lontano dal tanto vantato 40 e più percento!!!La Gente,Media compresi,però,ci sono cascati!!!Perché solo 27,7 percento??Calcolatelo anche voi!!!Secondo i Dati Ufficiali forniti dal Ministero dell'Interno,in quelle Elezioni,i Votanti sono stati esattamente 28.908.477 ed il PD.,ossia Renzi e C.,hanno ottenuto 11.222.755 Voti che,con una semplice Operazione Matematica,corrispondono al 27,75 percento!!Allora,perchè,Renzi e C.,continuano a vantare il 40 percento?Proprio qui,sta la Furbata che ha tratto in Inganno tutti gli Sprovveduti!!!Renzi e C.,hanno calcolato la loro percentuale,non sui Votanti Effettivi,ma bensì su tutto il Corpo Elettorale!!Comprendendo,quindi,anche chi non ha votato!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 20/08/2016 - 07:47

Brutti imbecilli ancora non lo avete capito ? ... Il referendum e tutto il dibattito intorno a questo serve solo a consolidare l´autoritarismo di un rivoltante apparato burocratico pubblico sul paese e ad affondare questo nel liquame di fogna.

aitanhouse

Sab, 20/08/2016 - 08:10

Nel momento migliore del suo impatto con gli italiani renzi avrebbe dovuto fare il grande salto:riconoscere pubblicamente di essere arrivato al potere in modo anomalo e quindi portare il paese alle urne per chiedere e dare legalità costituzionale al suo mandato. Avrebbe pure corso un rischio , ma una sua vittoria avrebbe tagliato le unghie agli avversari inesorabilmente. Forse male consigliato o per sua convinzione la sua immagine è andata sempre più deteriorandosi :ha imbarcato nel governo traditori e transfughi per le poltrone, ha creato zizzanie nel suo partito,ha invaso tutti i canali televisivi e radiofonici rendendosi antipatico , si è piegato al volere dell'europa senza parlare ed ha rintontonito gli italiani di bugie. Ora sta arrivando il momento di pagare questo cambialone.....

umberto nordio

Sab, 20/08/2016 - 08:15

Con questo " presidente" è certamente più trista per milioni di italiani.

unosolo

Sab, 20/08/2016 - 10:12

sono spariti dalla circolazione quei disgraziati che si lamentavano del tempo trascorso dal CDX rispetto al CSX che era superiore al minuto , dove sono che oggi esiste non differenza ma predominio assoluto H 24 su 24 ore , Italia è politicamente sinistrata si evidenzia dalle persone politiche e dalle leggi che con la fiducia barattano con miliardi di sprechi per galleggiare , il debito ne è la prova oltre le pensioni che sistematicamente scendono come i stipendi di chi da PIL quello VERO non dei servizi.