Troppi abusi, ora il velo bianco e blu di Madre Teresa ha il copyright

I Missionari della Carità hanno registrato come marchio di loro esclusiva proprietà intellettuale il velo bianco e blu di Madre Teresa di Calcutta perché è troppo abusato per scopi commerciali

Il design del velo di Madre Teresa di Calcutta è ora un marchio registrato di esclusiva proprietà intellettuale dei Missionari della Carità, l'ordine fondato dalla santa 70 anni fa.

Il sari di cotone bianco azzurro, reso celebre dalla suora, è un simbolo troppo abusato, spesso a scopo commerciale, danneggiando la reputazione della santa. Così, l'ordine religioso ha deciso di prendere provvedimenti per tutelare l'eredità di Madre Teresa.

La richiesta di registrazione del design del velo scelto da Teresa era stata fatta nel 2013 e il copyright è stato formalmente concesso all’inizio del 2016. La notizia però è stata resa pubblica solo di recente.

L'annuncio arriva per bocca dell’avvocato dell’ordine, Biswajit Sarkar, che ha spiegato che le pratiche per il riconoscimento sono iniziate nel 2013 e, dopo "un rigido esame delle procedure legali", è stato accordato in concomitanza con la canonizzazione della "Madre dei poveri", avvenuta il 4 settembre 2016 in Vaticano.

"Le Missionarie non amano la pubblicità e per questo non avevano reso pubblica la notizia - ha precisato Sarkar - Ma dal momento che si assiste ad un uso improprio e senza scrupoli dell’abito, vogliamo far sapere alle persone che il marchio è registrato".

Si tratta del primo caso di registrazione per un “abito” religioso in tutto il mondo. D'altronde, il velo di cotone bianco a righe azzurre è uno degli abiti religiosi più conosciuti e riconoscibili al mondo. Si dice che Teresa lo avesse acquistato da un mercato di Calcutta la sera che fu concessa l’autorizzazione per iniziare a lavorare nelle baraccopoli della città. La "divisa", indossata ancora oggi dalle suore di Madre Teresa, ha un significato: il bianco rappresenta la purezza, le strisce blu richiamano il colore della Madonna e i tre voti di povertà, castità e obbedienza.

Commenti
Ritratto di falso96

falso96

Mar, 11/07/2017 - 13:30

E' inevitabile che da un business ne venga fuori un business , come padre poi e tutto quello che riguarda la chiesa dalle magliette alle benedizioni.

cgf

Mar, 11/07/2017 - 18:23

chissà quanto riso sarà costato...

moshe

Mer, 12/07/2017 - 15:51

Preti affaristi...