Ritrovato morto in Kenya Andrea Maffi, un operatore turistico italiano

Originario della provincia di Bergamo, viveva in Africa. Sulle circostanza del decesso si sa poco, ma si tratterebbe di omicidio

Andrea Maffi, operatore turistico trovato morto in Kenya

Era originario di Villongo, in provincia di Bergamo è abitava a Watamu, una località turistica tra Malindi e Mombasa in Kenya. Quarantenne, è stato trovato senza vita. E la famiglia pensa sia stato ucciso, anche se sulla dinamica dei fatti restano ancora moltissimi i dubbi.

Andrea Maffi viveva nel Paese africano da una quindicina d'anni e già da qualche giorno non rispondeva al telefono o ai messaggi. Ieri sera il suo corpo è stato trovato senza vita e inizialmente si era pensato a un malore avuto in casa sua.

È L'Eco di Bergamo a scrivere che l'operatore turistico sarebbe stato ucciso, probabilmente a coltellate. La conferma è arrivata in serata da una zia dell'uomo, che ha detto di avere le stesse informazioni già date dal quotidiano locale. La Farnesina, per ora, ha solo confermato il decesso.

L'italiano aveva iniziato a lavorare in Kenya come animatore turistico ed era poi diventato il responsabile di una serie di tour organizzati a Watamu, dove si occupa anche di un safari per gruppi di stranieri, soprattutto italiani.