Truffatrice scappa dagli Usa e si rifugia nei salotti di Milano e Roma

Maryse Alexia Thomas con la sua bella presenza e invidiabile parlantina ha rubato 25 milioni di dollari. Ricercata in tutto il mondo l'hanno arrestata a Roma

Era ricercata in tutto il mondo per una serie di truffe a risparmiatori e grandi aziende: oggi è stata arrestata a Roma.

Il mondo della moda di Milano e quello dei salotti di Roma erano solo una copertura. L’americana Maryse Alexia Thomas, nata a New York 45 anni fa, aveva scelto l’Italia per scappare dagli investigatori dell’Fbi che la ricercavano per una serie di truffe. La ricerca era estesa in tutto il mondo e dopo essere stata allertata l’Interpol, oggi, la guardia di finanza l'ha catturata a Roma, in zona Parioli.

La donna è la ex moglie del giocatore della Virtus Cassino Mauro Liburdi. I due si erano lasciati da oltre un anno, molto prima che venisse emesso il mandato di arresto del giudice americano. Negli Usa Maryse era ricercata dal 2015, ma era riuscita a rendersi irreperibile, a diventare un fantasma, nascondendosi proprio a Roma

La truffatrice era conosciuta per la sua innata eleganza, la raffinatezza e le partecipazioni capitoline a cene ed eventi mondani. A Milano frequentava regolarmente i luoghi dell'alta moda, ma ora la bella vita è finita e la Thomas rischia fino a venti anni di galera. E' accusata di aver sottratto, con la promessa di investirli, tra i 25 e i 30 milioni di dollari. Come faceva a convincere le sue prede?

La parlantina, la bellissima presenza e articolatissime argomentazioni erano le sue armi vincenti. Gli uomini si fidavano di lei e le consegnavano il denaro. Lei, d'altro canto, giurava che avrebbe fatto fruttare tutto con investimenti mirati, specie in Borsa. Sempre a Roma, aveva anche tenuto lezioni da esperta in un famoso ateneo. E se negli Stati Uniti era molto conocosciuta per le sue frodi, in Italia, si era creata una larga cerchia di personaggi della moda e dello spettacolo, manager e investitori, che stava per tuffare.

Alexia Thomas, ora è in cella in attesa dell’estradizione Secondo informazioni in possesso degli investigatori della finanza che l’hanno braccata, e davanti ai quali ha finto di cadere dalle nuvole, affidandosi per l’ennesima volta ma invano al suo grande charme, compariva nelle discoteche di corso Como, nei ristoranti di Porta Romana e nelle più esclusive beauty farm cittadine. L’Interpol la cercava da tre mesi con insistenza. Alla fine l’ha trovata. La donna cambiava spesso cellulare e si spostava di continuo.