Tunisi, Viminale: "Rischio emulazione in Italia"

Il Viminale in stato d'allerta: "Non si possono escludere gesti simili sul nostro territorio. Possibili azioni emulative"

"Dopo l’attentato di Tunisi non è possibile escludere azioni emulative in Italia". È quanto scritto in una circolare del Dipartimento di Pubblica Sicurezza nella quale si invitano gli organismi di sicurezza a "sensibilizzare ulteriormente" le misure di vigilanza a sedi diplomatiche tunisine e ai siti sensibili.

La circolare, si legge, fa riferimento "all’irruzione di persone con armi da fuoco nel museo del Bardo di Tunisi, con vittime e feriti". Alla luce dell’attacco dunque, sottolinea il Dipartimento, "non potendosi escludere che la circostanza possa determinare azioni improntate all’illegalità anche a carattere emulativo, si prega di voler ulteriormente sensibilizzare le misure di vigilanza e sicurezza". Misure che riguardano "obiettivi diplomatico-consolari, con particolare riguardo a quelli tunisini" ma anche "sedi istituzionali e di ogni altro sito ritenuto esposto a rischio per la circostanza"

Commenti
Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 20/03/2015 - 20:34

...La "balena bianca", dopo cinque anni di colpevole ritardo, si sta destando dal lungo sonno, speriamo con le idee chiare.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 20/03/2015 - 20:45

Ma quali azioni EMULATIVE!!! HALF-ANO di cosa straparla??? Dopo che per mesi ha "PROVVEDUTO" a portarceli in casa,ora osa dire che ci potrebbero essere ECC ECC. HOGLIONE tu e tutto il tuo S/governo prima ci riempite di possibili TERRORISTI e poi parlate di azioni emulative!!!!LOL LOL BUFFONI!!! Caro popolo Italiano SUERTE perche ne avete proprio bisogno!!! Con tali TESTE di CASSO a S/governarvi. Saludos dal Leghista Monzese

Kosimo

Ven, 20/03/2015 - 21:19

io ho più paura di essere divorato dalla corruzione e non di essere colpito dal terrorismo, le probabilità sono molto di meno

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Ven, 20/03/2015 - 21:41

Carine queste belle divise che si stagliano contro lo splendore del "Cupolone"!... Peccato che, invece, le cenciose orde barbariche non badino al particolare ma, senza fronzoli, siano pronte a farsi saltare in aria per, poi, agire con le ruspe, in nome di Allah... Mentre ancora Renzi & C. stanno meditando, incoscienti delle conseguenze del proprio irresponsabile calabraghismo. Speriamo siano i primi cui i tagliagola faranno indossare le tonache arancione, colore "anti-razzista" ambito in tante sinistre città italiane...

Marcolux

Sab, 21/03/2015 - 01:03

Per me l'allarme c'è già da anni, ma i comunisti italiani se ne stanno accorgendo...forse...solo adesso. Che i maledetti che abbiamo importati a centinaia di migliaia colpiranno è certo, sicuro, come certo e sicuro è che prima o poi pioverà, ci sarà il sole o tirerà il vento. Basta aspettare, e probabilmente neanche molto. Saranno tragedie annunciate, ma chi ne risponderà? Alfano forse? O forse il venditore di pentole Renzi? O la Boldrini? Nessuno, come sempre reciterà il mea culpa. Le solite chiacchiere senza costrutto, per qualche giorno, poi tornerà tutto come prima. Forse è ciò che ci meritiamo.

Marcolux

Sab, 21/03/2015 - 01:08

Per colpire il Paese dei balocchi sarà un gioco da ragazzi. Sfonderanno delle porte aperte, e magari disarmeranno le forze dell'ordine, che naturalmente avranno l'ordine di non difendersi, di non sparare, di non offendere i signori che, in ossequio alla loro rispettabile religione distruggeranno la nostra arte, la nostra storia millenaria e perchè no, le nostre vite! Con il beneplacito di Alfano, della Boldrini e di tutta la sinistra.

Marcolux

Sab, 21/03/2015 - 01:13

Il Giubileo sarà un'occasione d'oro, che non si faranno sfuggire. Ma ci sarà anche Expo 2015. Già si stanno sfregando le mani. Hanno l'imbarazzo della scelta, perchè ormai non abbiamo più servizi segreti, non abbiamo forze dell'ordine, non abbiamo più niente! Solo comunisti e invasori islamici. Siamo destinati, per la nostra stupidità, ad essere dominati e soggiogati. Grazie popolo italiano per continuare a votare a sinistra! Sarà la nostra morte.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Sab, 21/03/2015 - 02:47

...e intanto oggi sono sbarcate altre 400 "risorse" ! Qui non è questione di obiettivi "sensibili", ma della nostra sicurezza. Questa gentaglia si accontenterebbe di fare una strage ovunque. Non importa dove! Questo governicchio da operetta sta scherzando molto con il nostro c**o!!!

Iacobellig

Sab, 21/03/2015 - 06:57

...ditelo alla Cirinà PD, che in Tv apre la bocca senza prima collegare la lingua al cervello!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 21/03/2015 - 07:04

l' ho già detto ieri ma lo ripeto :per un attentatore non è necessario farsi esplodere o aprire il fuoco in centri affollati...in qualsiasi appartamento metropolitano basta lasciare aperto il gas del fornello, dopo aver sigillato porte e finestre e attendere che gas e aria raggiungano il "rapporto stechiometrico" necessario. poi dall' ingresso suonare il campanello dell' appartamento. La scintilla farà esplodere l' appartamento come una bomba ad alto potenziale che se posizionato in basso potrà far venir giù l' intero palazzo!! Vi basta signori del Governo, Prefetti e Sindaci metropolitani? Non vi sembra il caso di intervenire , magari escludendo la fornitura di gas negli appartamenti a rischio, cioè abitati da individui di cui non è accertata l'identità e la provenienza?

Ritratto di oliveto

oliveto

Sab, 21/03/2015 - 07:19

Chiacchiere, chiacchiere ma quante chiacchiere, chissà quando questi buoni a nulla riusciranno a capire che il terzo mondo compreso gli arabi non danno nessun valore alla vita propria e a quella del prossimo: ammazzano, torturano gli esseri umani come se fossero polli. Questi bambocci vestiti di nero che stanno massacrando villaggi interi sono soltanto un esempio della "grande" civiltà musulmana. Nulla può contro questi selvaggi se non un'azione di mera guerra combattuta con armi vere e non con le parole cristiane. Questa è una guerra di civiltà prima ancora di religione. La sostanza è: la sopravvivenza della nostra CIVILTA' O della loro BARBARIA. Il resto sono balle. Le crociate erano una guerra di civiltà e di religione e portavano un segno che non lasciava dubbi, LA CROCE.

umberto nordio

Sab, 21/03/2015 - 08:02

I pericoli che corriamo li dobbiamo esclusivamente agli imbecilli e codardi presenti nel governo e nelle istituzioni.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 21/03/2015 - 08:35

incredibile ma vero! finalmente anche sant' Alfano si è accorto del pericolo Isis: questa volta , a metterlo in allarme, è l' atteggiamento di molti migranti che da diversi programmi televisivi lanciano qualche piccolo segno di allarme: di certo non possono essere quei turisti che da Tunisi piangono dei morti , dunque finalmente si è reso conto che è meglio correre ai ripari prima che anche da noi succeda qualche cosa di irreparabile .