Turchia, ordine d'arresto ​per l'ex giocatore Sukur

La Turchia ha emesso un ordine d'arresto nei confronti di Hakan Sukur, ex attaccante di Torino, Inter, Parma e della nazionale turca

La Turchia ha emesso un ordine d'arresto nei confronti di Hakan Sukur, ex attaccante di Torino, Inter, Parma e della nazionale turca, con l'accusa di appartenere a gruppo terroristico armato. L'ex giocatore, ora 44enne, è finito al centro delle epurazioni contro gli ambienti vicini al predicatore Fethullah Gulen in seguito al fallito colpo di stato in Turchia dello scorso 15 luglio. Lasciato il mondo del calcio Sukur ha intrapreso la carriera politica, diventando parlamentare nel 2011 nelle fila del partito di Erdogan. Due anni dopo però si è dimesso in seguito ad un'inchiesta per corruzione che chiamava in causa proprio Erdogan e i suoi collaboratori più stretti, schierandosi apertamente con Gulen. L'ex giocatore dell'Inter vive dal dicembre 2015 in California dopo aver lasciato il suo Paese a causa dell'apertura di un procedimento a suo carico per insulti contro Erdogan. Sukur, che ha trascorsi calcistici in Italia con le maglie di Inter e Parma, si troverebbe attualmente negli Stati Uniti. Il 16 giugno si era aperto a Istanbul un processo a suo carico per aver "insultato" Erdogan su Twitter. In quell'occasione il suo avvocato, Ali Onur Guncel, aveva annunciato il trasferimento dell'ex calciatore negli Usa.

Commenti
Ritratto di predicatore1711

predicatore1711

Ven, 12/08/2016 - 12:20

roba da matti.! Addio turchia a mai più rivederci non per i Turchi ma per un turco.!