Turisti incastrano gli scippatori con lo smartphone

Dopo la rapina a Napoli ai danni di una coppia di americani, i poliziotti identifica i malviventi grazie alle fotografie fatte col cellulare da un gruppo di turisti

“Armati” di smartphone, i turisti fanno arrestare gli scippatori che hanno rapinato di due rolex una coppia americana in visita a Napoli.

È stato grazie alle immagini scattate da un gruppo di stranieri che i poliziotti napoletani sono riusciti a identificare, a poco meno di 24 ore di distanza, gli autori di uno scippo avvenuto sul corso Vittorio Emanuele ai danni di un uomo di nazionalità statunitense e di una donna di origini australiane. Il bottino della rapina era stato ingente, una prima valutazione della refurtiva, i due preziosi orologi, si aggirava attorno ai 50mila euro. Le vittime, aggredite e strattonate, erano stati anche presi a calci e pugni dai malviventi e per questo hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dell'ospedale Cardarelli di Napoli.

Ma i ladri, convinti di andare sul velluto, sono stati incastrati da un gruppo di altri turisti che ha assistito al drammatico episodio. E, “imbracciati” gli smartphone, hanno iniziato a tempestare di clic i criminali. La tentazione di fotografare con i cellulari quanto stava accadendo davanti ai loro occhi, come riporta Il Mattino, stavolta è stata provvidenziale e ha consentito ai poliziotti di identificare le persone coinvolte nella rapina.

Grazie a quelle immagini, infatti, i tre banditi sono stati identificati e uno di loro è già finito in manette e, quindi, sottoposto alla misura dell’obbligo di firma. Intanto proseguono senza sosta le ricerche dei due presunti complici.