Tutor su superstrade e statali: ecco cosa cambia

I Tutor sbarcheranno tra qualche anno anche sulle superstrade e anche sulle statali: ecco tutte le novità

I Tutor sbarcheranno tra qualche anno anche sulle superstrade e anche sulle statali. Di fatto nel decreto del Ministero delle Infrastrutture sulle "smart road" c'è una sostanziale novità: verrà esteso il controllo sui tempi di percorrenza in rapporto alla velocità anche sulle strade statali. Il piano dovrebbe prendere il via, come ricorda ilSole 24 Ore nel 2025. Cambieranno anche il limiti di velocità. Sulle superstrade infatti il limite massimo passerà dai 110 chilometri orari a 90 chilometri.

Novità anche per i Comuni. Infatti gli incassi deirvanti dalle sanzioni dei Tutor dovrebbero finire nelle casse dello Stato e non più in quelle delle amministrazioni locali. Le novità sui sistemi di rilevazione della velocità riguarderanno un piano ben più vasto chiamato appunto "smart road". Su queste strade sarà effettuato un controllo preciso e costante in tempo reale dei flussi del traffico con sensori di allarme per veicoli contromano o per velocità molto elevate. Un sistema dunque molto più preciso di quello degli attuali Tutor in grado di dare maggior sicurezza a chi si mette in viaggio.

Commenti

WSINGSING

Ven, 29/06/2018 - 18:41

Per dire che il piano dovrebbe prendere il via nel 2025, dovremmo attendere almeno il 2030...ma non è questo il punto. C'è ancora qualcuno che crede che la velocità sia causa di incidenti. Nulla di più inesatto. Lo dicono le statistiche fino alla noia. Un solo punto della non prossima riforma trova la mia approvazione: i proventi destinati allo Stato e non più alle amministrazioni locali che finora hanno spadroneggiato sull'uso e sull'abuso degli autovelox. E nessuno mi toglie dalla testa un fatto: che quando gli autovelox sono gestiti dai Comuni, a maggior ragione se piccoli, le multe vengono fatte solo ai forestieri.....sarà una mia fissazione, ma credo sia così.

pardinant

Ven, 29/06/2018 - 19:22

Gli automobilisti amanti della velocità potranno stare tranquilli, gli amministratori locali se dovranno girare gli incassi allo Stato ... solo nei peggiori incubi si sognerebbero di accollarsi i costi dei tutor.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 29/06/2018 - 19:31

Prima di veder attivati questi sistemi vorrei vedere le strade "lisce come un biliardo", segnaletica rifatta con tutti i sistemi di prevenzione efficenti, compresi marciapiedi e piste ciclabili. Dopo, solo dopo si potrebbe parlare di controlli e sanzioni con sistemi elettronici. Credo che le varie Istituzioni abbiano incassato, facilmente, milioni di euro, con le "sanzioni stradali" ma, a me sembra, di non aver visto apprezzabili miglioramenti e investimenti nel settore sicurezza stradale. I bilanci si ripianano in altro modo non accanedosi contro gli utenti della strada illudendoli sulla loro sicurezza.

ammazzalupi

Ven, 29/06/2018 - 19:38

La preoccupazione NON è quella di TAPPARE le buche… ma quella di FARE CASSA!!! La riduzione della velocità è un'idiozia che da sola dovrebbe bastare per farci uscire fuori da questa UE di folli culattoni.

sparviero51

Ven, 29/06/2018 - 21:22

LADRI BUFFONI IPOCRITI TAGLIEGGIATORI DI REGIME .IN UNA PAROLA : MxxxxxI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MOSTARDELLIS

Sab, 30/06/2018 - 00:35

E' sempre il solito sistema. Lo Stato è il peggior taglieggiatore degli automobilisti.

Ritratto di duliano

duliano

Sab, 30/06/2018 - 00:35

Invece di continuare a ridurre la velocità cominciamo a sanzionare tutti quelli che non rispettano le precedenze (usanza attuale è quella di fiondarsi in tangenziale costringendo chi la percorre a frenare maco avesse lo stop per dare la precedenza a chi si immette) , quelli che passano con il rosso, quelli che continuano a scrivere messaggi al cellulare e si ostinano a non usare i sistemi vivavoce ormai presenti su qualsiasi automobile.

Popi46

Sab, 30/06/2018 - 06:44

Bene,bene,bene, 90km/h....nel tempo di internet, emblema di rapidità di azione, arriveremo sempre primi....

Duka

Sab, 30/06/2018 - 07:15

IN ARRIVO L'ULTIMO DEI FURTI DI STATO - SERVE PER MANTENERE UN ESERCITO DI FANNULLONI.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 30/06/2018 - 10:39

parlano di sicurezza..ma pensano a rifornire le loro casse

Ritratto di bandog

Anonimo (non verificato)