Tutti i dubbi dei giudici Ue sull'incandidabilità di Berlusconi

Non sono solo Berlusconi e i suoi legali ad avere dei dubbi sulla regolarità della estromissione dal Senato nel 2013

"L'udienza è finita, la Corte deciderà. Le parti saranno avvisate". Alle 11,30, dopo appena due ore e un quarto di udienza, Il presidente Angelika Nussberger mette la parola fine all'ultima battaglia di Silvio Berlusconi, quella davanti alla Corte europea dei diritti dell"Uomo.

La decisione, ormai è certo, arriverà solo tra molti mesi. Ma l'udienza di oggi ha dimostrato che non sono solo Silvio Berlusconi e i suoi legali ad avere dei dubbi sulla regolarità della estromissione del Cavaliere dal Senato nel 2013. A Strasburgo, dopo gli interventi del governo italiano e dei legali del leader di Forza Italia, prendono la parola i giudici, ai quali la procedura della Corte europea consente di porre domande e richieste di chIarimento. I giudici cui la presidente Nussberger dá la parola dImostrano di avere studiato a fondo la pratica. E alcune delle domande che rivolgono sollevano questioni che, se il governo italiano non saprà rispondere in modo convincente, rischiano di portare acqua al mulino di Berlusconi.

Comincia il giudice albanese Ledi Bianku, che raccoglie uno dei temi sollevati dalla difesa dell'ex premier: in cosa il caso di Augusto Minzolini era diverso da quello di Berlusconi? Perché il senatore azzurro, anche lui condannato, ha potuto restare in Senato? Il tema è quello della discrezionalità della decisione, e quindi della sua utilizzabilità a fini politici. Ma ancora più ficcanti sono le domande del giudice portoghese Paulo Pinto de Albuquerque. Perché, chiede, nella Giunta del Senato venne cambiato il relatore, che si era espresso contro la decadenza di Berlusconi? Perché in aula il voto è stato a scrutinio palese, se il regolamento prevede che nei caso che riguardano le persone si vada a scrutinio segreto? E qual è la differenza tra la ineleggibilità prevista dal codice penale e la incandidabilitá prevista dalla legge Severino? Perché una è considerata una pena e l'altra, che è più severa, secondo il governo italiano non lo è, e quindi può essere applicata retroattivamente? E soprattutto, perché contro la decadenza degli amministratori locali si può ricorrere alla magistratura e per quella dei parlamentari non c'è rimedio? "Domande intelligenti", commenta uno dei legali del Cavaliere, Edward Fitzgerald. Le risposte di Maria Giulia Civinini, avvocato del governo italiano, arrivano dopo venti minuti:sul tema che appare cruciale, quello del caso Minzolini, dice che lî c'era il fumus persecutionis. "E perché- sorridono nello staff di Berlusconi- nel nostro no?"

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 22/11/2017 - 11:16

che la giustizia italiana sia politicizzata verso sinistra è cosa evidente e dovrebbe spaventare tutti i cittadini anche quelli di sinistra che con il loro aiuto sono arrivatio illegittimamente al potere: in altri paesi emeriti traditori sarebbero stati da tempo condannatri qui da noi semplicemente messi in pensione con retribuzioni addirittura scandalose.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 22/11/2017 - 11:29

Prego che la sentenza arrivi prima di Natale. Solo così avremo la speranza di mandare a casa questo governo prima di... Ferragosto. E, comunque, prima che possa arrecare danni ancora peggiori di quelli, irreversibili, già arrecati a questo paese. In caso contrario ci troveremmo a fronteggiare un grande temporeggiatore...tale da far impallidire il ricordo di Quinto Fabio Massimo. Il "cunctator" per eccellenza cosegnatoci dalla storia romana.

Libertà75

Mer, 22/11/2017 - 11:32

Ottime domande da parte dei giudici, i quali ovviamente indagano per analizzare la proporzionalità delle pene e l'applicazione dei medesimi principi nelle medesime situazioni.

babilonia

Mer, 22/11/2017 - 11:40

Uffa, quante domande! Siete testoni! Dava fastidio!!!

Raoul Pontalti

Mer, 22/11/2017 - 11:44

I giudici di Strasburgo hanno studiato il caso? Ma quelli che hanno posto domande non hanno capito un tubo di diritto pubblico prima ancora che italiano :il codice penale non parla di ineleggibilità bensì di interdizione dai pubblici uffici, ineleggibilità e incandidabilità sono previsti dalle leggi elettorali e non penali. Perché l'amministratore locale può adire la magistratura per la decadenza e il parlamentare no? Perché così prevede la legge a garanzia dei parlamentari che, sulla base della camera di appartenenza, si costituiscono quale collegio giudicante ex art. 66 della Costituzione e giudicano dei titoli di ammissione dei componenti e delle cause sopraggiunte di ineleggibilità e di incompatibilità. A siffatti quesiti è in grado di rispondere una matricola di agraria.

ulissedibartolomei

Mer, 22/11/2017 - 11:48

Il vero problema sta nell'immagine che si è delineata sul Cavaliere. Il recente scandalo nelle molestie in ambiente cinema, ha riproposta in chiave molto negativa, la sua propensione alle "ventenni" e, a mio giudizio, assestato un colpo esiziale alla sua spendibilità in fase elettorale. Come suo elettore di FI, mi spiace dirlo ma il centro destra ha poche possibilità di ritrovare l'indispensabile unità attorno a lui.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 22/11/2017 - 11:49

In un paese CIVILE sarebbe impensabile, Severino o meno, che un condannato per frode fiscale, cioè che ha RUBATO ai suoi concittadini, possa solo pensare di candidarsi a qualcosa. Socrate, uno dei pilastri del pensiero occidentale, di fronte ad una condanna iniqua e pur avendo la possibilità di fuggire, accettò la sentenza in nome della supremazia delle leggi. Non affermo di certo che si debba imitare la condotta di Socrate, ma quella di Mugabe almeno si!

gian paolo cardelli

Mer, 22/11/2017 - 12:00

Le sole domande del giudice portoghese bastano a far capire che tutta la faccenda ha avuto il solo scopo di estromettere Berlusconi dalla vita politica, anche senza stare a sentire le risposte che il Governo darà.

SAMING

Mer, 22/11/2017 - 12:03

Le risposte alle 8 dpmande dei giudici di StraSBURGO SONO: 1) per odio verso Berlusconi, 2) per odio verso Berlusconi, 3) per odio verso Berlusconi, 4) pewr odio verso Berlusconi, 5) per odio verso Berlusconi, 6) per odio verso Berlusconi, 7) per odio verso Berlusconi, 8) per odio verso Berlusconi. La domanda finale è : perchè tanto odio verso Berlusconi? La risposta è una ed una sola: perchè Berlusconi è l'unico che possa fermare il comunismo o PD, chiamatelo come volete e quindi per la sinistra un pericolo MORTALE. La sinistra ha infettato il sistema. i grossi commis di stato, i grossi e medi funzionari amministrativi, i giudici di ogni ordine e grado, quasi tutti i docenti universitari, la Rai, la grossa stampa e chissà quant'altro sono tutti di sinistra.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 22/11/2017 - 12:04

ulissedibartolomei..invece il centrodestra troverebbe unità intorno a Salvini che a Sud di Roma viene accolto con i cessi dai balconi..SILVIO UNICO LEADER POSSIBILE!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 22/11/2017 - 12:07

ierofante RASSEGNATI!! Ormai anche il guru della tua setta si è convertito al Berlusconismo..caso impensabile fino a qualche anno fa..ha legittimato IL leader dei moderati italiani a governare, avendolo preferito a Di Maio in un ipotetico e penso verosimile confronto!! Per il Cazzaro e il PD a pezzi..come dice lui..GAME OVER!

lavieenrose

Mer, 22/11/2017 - 12:09

pontalti? ierofante non ci si puo' ricordare del diritto e della correttezza solo quando riguarda i propri avversari: questa non è ne intelligenza ne correttezza; ma solo ipocrisia.

Pinozzo

Mer, 22/11/2017 - 12:12

Aaah che belle scene, l'ex-cav e tutti i suoi accoliti nonche' i bananas di questo forum che si dibattono come delle mosche prese in una ragnatela, mentre a passi lenti ma inesorbili si avvicina il ragno..

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 22/11/2017 - 12:13

Dubbi legittimi dell'EU ; in effetti la non eleggibilità di Berlusconi è abile mossa politica della sinistra . E' noto che in Italia il Potere si gestisce anche con l'arma della Magistratura. Un antico protocollo in cui URSS e paesi Dittatoriali ,sono sempre stati maestri. Vedere Venezuela e Nord Korea per citare solo i più recenti.

Ritratto di lurabo

lurabo

Mer, 22/11/2017 - 12:18

ma c'è forse qualcuno che non ha avuto dubbi sulla regolarità di questa manovra?

lavieenrose

Mer, 22/11/2017 - 12:20

mi spiace, ma sono fermamente convinta che non ce la farà: troppi gli interessi in campo contro di lui. Sinceramente spero di sbagliarmi

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 22/11/2017 - 12:25

Maria Giulia Civinini, avvocato del governo italiano..Quanti soldi prende dalle tasse di Pantalone per aver sprato la st... del fumus di minzolini???

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 22/11/2017 - 12:26

Raoul Pontalti "Perché l'amministratore locale può adire la magistratura per la decadenza e il parlamentare no? Perché così prevede la legge a garanzia dei parlamentari". cioé perchè si sono usati due pesi e due misure perchè, anche se non ha fondamento giuridico e logico, così lo prevede la legge".Come del resto in Nord Korea gli atti di libero arbitrio di Kim Jong-un sono leciti perchè previsti dalle leggi del Parlamento..

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 22/11/2017 - 12:27

lavieenrose..ho già agguantato gli zibidei!!

Ritratto di WSilvioW

WSilvioW

Mer, 22/11/2017 - 12:32

Non cantiamo vittoria troppo presto, i comunisti sono dappertutto. Secondo voci di corridoio un giudice comunista avrebbe chiesto perche' in Italia un pregiudicato non puo' fare il bidello ma puo' candidarsi alle elezioni. A parte il fatto che Silvio, gia' presidente operaio, il bidello saprebbe farlo benissimo, a differenza dei comunisti invidiosi. Comunisti, toghe rosse, fatevi i fatti vostri, pettegoli!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 22/11/2017 - 12:37

A Strasburgo sanno benissimo gli ordini delle sinistra quali erano,daranno l'ok quando Silvio uscira' dalla politica.Comunque vada Silvio c'è e la sinistra perdera'.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 22/11/2017 - 12:39

Sig. Raddrizzi pure le banane. Io ponevo la questione con un approccio teorico/morale e non per nulla ho citato Socrate. E' evidente che sul piano politico Berlusconi contrapposto alla pochezza di un Di Maio, di un Salvini, di una Meloni o di un Renzi, appare come uno statista di levatura internazionale.

curatola

Mer, 22/11/2017 - 12:39

SILVIO FAI COME GRILLO !

pasquinomaicontento

Mer, 22/11/2017 - 12:46

Come se stava mejo quanno (come se dice) se stava peggio.Esse' soggetti a un tribunale messo su in quattro e quattrotto, da un donna che dopo poco più d'un anno ne ha combinate più de Carlo in Francia lasciandoci in eredità un'infamità come la cosidetta "legge Severino"...perchè i giudici europei non la chiamano a testimoniare...la legge che condanna er berlusca ha una fine senza avere un'incomincio, oppure è retroattiva senza avere una fine...lo so,detta così sembrerebbe 'no sciojlingua, la cosa che dovevano fare i giudici europei,era chiamare la signora in questione,si quella della villa sull'Appia da 50 testoni dell'epoca passata alla figliola...mejo esse' prudenti... "in questo mondo di ladri,in questo mondo di eroi" scusa a Vendi' e me fermo quì,il resto alla fantasia ce chi legge.

Raoul Pontalti

Mer, 22/11/2017 - 12:58

A QUELLO CHE RADDRIZZA BANANE (e facendo quel mestiere dimostra di avere capito proprio tutto della vita...)faccio osservare che la lex de qua agitur è la Costituzione stessa che ha voluto sottrarre il Parlamento dal controllo della magistratura per quanto riguarda la cd verifica dei poteri ossia i requisiti di appartenenza al Parlamento dei propri membri. Silvio non solo non ha modificato di un ette tale situazione quando lo avrebbe potuto fare ma la cd legge Severino (legge ordinaria) l'ha votata anche lui e fatta votare e al senato il PDL aveva ancora la maggioranza bulgara! Chi è causa del suo mal pianga sé stesso...

squalotigre

Mer, 22/11/2017 - 12:58

Raoul Pontalti- le sarei grato se lei, dopo avere compulsato attentamente Wikipedia, nella sua saggezza mi spiegasse l'inesistenza del fumus persecutionis nonostante sia stato cambiato il relatore, che si era pronunciato contro l'espulsione di Silvio e soprattutto sul voto palese concesso da Grasso nonostante il regolamento del Senato prevedesse il voto segreto. Ma si sa che Grasso è un Presidente super partes, infatti ultimamente senza arrossire ha dichiarato di uscire dal gruppo del PD come se fosse normale che il Garante di tutti i senatori, soprattutto di quelli dell'opposizione, potesse dichiararsi apertamente appartenente ad un gruppo di maggioranza. Sarebbe come se in un processo penale il Presidente della Corte dichiarasse di essere il coniuge del Pubblico Ministero. Non esiste il fumus esiste l'arrosto.

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Mer, 22/11/2017 - 13:08

Ciao sono uno che voi chiamereste "PIDIOTA" e spero che Silvio sia assolto perché forse solo lui può battere il flagello grilloide!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/11/2017 - 13:11

Ma l'EX articolo 66 della costituzione citato dal Prof di Trento alle 11e44, da quale articolo e stato sostituito!!!lol lol Perche se è EX non vale piu O NO!!!

antoniopochesci

Mer, 22/11/2017 - 13:33

Al di là di ogni altra considerazione, la parcella ai legali di Berlusconi la paga soltanto lui, mentre la parcella all'avvocato del Governo la paghiamo noi ( con soldi pubblici )e paradossalmente anche il contribuente Berlusconi. Che quindi paga due volte: una per se stesso e l'altra contro se stesso. E questa già la dice lunga. Ah, quanto è attuale il celeberrimo detto dei nostri avi: SUMMUM JUS SUMMA INIURIA!

Libertà75

Mer, 22/11/2017 - 13:37

@Pontalti, debbo dire che questa volta hai fatto un'analisi di diritto puntuale (11.44). La cosa mi sorprende visto che tendi a fare strafalcionate, ma ti va dato merito che hai esposto correttamente la realtà. Ti faccio solo notare che quando doveva essere giudicato dal Senato, io ero l'unico a dire su questo forum che il Senato doveva decidere in virtù delle proprie prerogative costituzionali e che la Severino non era automatica. Non ricordo di aver letto tue considerazioni in merito allora, ma prendo atto che con questo post ne sei ora consapevole. Ti aggiungo una cosa, se il Senato agisce in veste giudicante, deve esprimere i suoi voti in maniera segreta, perché solo così vi è la piena libertà di giudizio senza l'applicazione di un diktat di segreteria politica.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 22/11/2017 - 13:37

grande giorno! e tra molti mesi sarà festa! :-)

gian paolo cardelli

Mer, 22/11/2017 - 13:47

Pontalti mi tolga una curiosità: se domani dovessero depenalizzare l'omicidio lei si metterà ad ammazzare senza remore etiche "perché lo dice la legge"?

Raoul Pontalti

Mer, 22/11/2017 - 14:07

@squalotigre una premessa: io non vengo a sindacare come macelli in sala operatoria i tuoi disgraziati pazienti e non faccio illazioni su compulsazioni del manuale Merk ad omento già esposto in sede di intervento di enterotomia e pertanto è bene che tu ti astenga dal sindacare le conoscenze da tuttologo professionale del sottoscritto che tra l'altro un paio di trattati di diritto parlamentare se li è studiati per davvero. Ciò premesso negli effetti il fumus persecutionis c'è tutto e lo rilevai a suo tempo quando criticai la scelta del voto palese introdotto nella fattispecie solo per Silvio, ma l'arrosto, ossia la doverosa decadenza di Silvio, resta intatto. Non rispondo sul presidente Grasso perché quello che dici è un'autentica scemenza giustificabile con il fatto che tu non sai una fava di diritto costituzionale e parlamentare.

Sabino GALLO

Mer, 22/11/2017 - 14:11

Entrare nelle raffinatezze giuridiche è molto difficile! Ma una ingenua considerazione ottimistica, priva di intenzioni di qualsiasi natura, forse è possibile farla sui tempi: la durata della vita è aumentata proprio di tanto ed in tutta Europa!

honhil

Mer, 22/11/2017 - 14:22

E’ come pestare acqua nel mortaio. Ma tant’è… Ad ogni modo, i pochi dubbi che ci sarebbero potuti ancora essere sulla cacciata di Berlusconi da palazzo Madama, sono caduti come foglie di fico in una giornata autunnale oltremodo ventosa. E Grasso, l’ex Capo della Direzione nazionale antimafia e attuale presidente del Senato, è rimasto nudo e con la pistola ideologica fumante in mano. Questi i fatti. Che del resto si conoscevano già. Solo che adesso sono stati nitidamente disegnati in un’aula di tribunale dell’Ue dove non ha avuto accesso la consueta cagnara che l’arcipelago sinistro è sempre pronto a produrre ogniqualvolta di quell’evento si discute. Lunga vita al presidente emerito della Repubblica Italiana Napolitano che ciò ha voluto. Ardentemente voluto. Su Grasso, invece, gli italiani avranno modo ancora di potersi pronunciare alle prossime politiche. Se, a sinistra della sinistra, ci sarà ancora qualcuno che lo vorrà candidare a qualcosa.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Mer, 22/11/2017 - 14:30

Al di là dell'innocenza o meno di Silvio Berlusconi mi domando che razza di Paese è il nostro che avrà, forse, un candidato e, forse, un Capo del Governo ben oltre gli ottanta anni, e penso non solo al capo del CX, ma anche a Napolitano e manica di vecchietti belli. Siamo secondi solo allo Zimbabwe.

Pinozzo

Mer, 22/11/2017 - 14:36

hernando45 non posso credere che tu sia ignorante a cotal punto, per cui voglio pensare che stessi scherzando, anche se temo di no.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 22/11/2017 - 14:44

@Raoul Pontalti:: la solita lezioncina in punta di diritto... Ma io mi chiedo, perchè non ti proponi tu come avvocato di Berlusca, visto che sei così intelligente e scaltro?????

Raoul Pontalti

Mer, 22/11/2017 - 14:52

@libertà75 sostanzialmente ho già risposto a squalotigre (vedi). @gian paolo cardelli sei disarmante per la tua ingenuità: se depenalizzano l'omicidio scappo di corsa dove il fatto è ancora di rilevanza penale per due considerazioni che a te anima candida digiuna di diritto sfuggono ossia a) che nel giudizio penale ho un difensore da un lato, un accusatore dall'altro e un giudice terzo, nel diritto amministrativo ho un accusatore-giudice che rileva l'infrazione e mi irroga la sanzione senza intervento dell'avvocato (che mi servirà per il ricorso), b) che tutti i reati depenalizzati sono puniti pecuniariamente in maniera molto più pesante di quanto non lo fossero per il codice penale. Di più: la UE critica l'Italia per l'eccessiva depenalizzazione ad es. dei cd reati alimentari proprio perché ai sanzionati sono negati i diritti di difesa garantiti invece dal procedimento penale.

sergio_mig

Mer, 22/11/2017 - 14:53

Cominciamo col dire che la condanna per evasione fiscale a Berlusconi è una bufala o meglio un atto persecutorio perché, una persona che paga ogni anno centinaia di milioni di € di tasse al fisco non va ad evadere certamente 4/5 milioni di tasse, semmai potrebbe essere un errore di calcolo, no evasione no elusione, e quindi è lampante la persecuzione accanita politica contro la persona, e poi, potevano pretendere il mancato pagamento e chiudere la vertenza, inoltre proprio il pres del senato ex magistrato antimafia ha preteso l'allontanamento del cav a breve giro di posta applicando la legge Severino retroattiva sapendo benissimo che ciò è illegale. Ora la sinistra fa la vittima? Veramente i responsabile di questa porcata meriterebbero qualche anno galera vera senza attenuanti. Che vergogna siamo il paese delle banane.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 22/11/2017 - 15:02

solo dubbi??? curioso e merchelliana domanda la loro!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/11/2017 - 15:03

Pinotto carissimo 14e36, da quanto tempo POSTI in questo FORUM?? Credo si e no da un paio di anni. Quindi di quanti SFOTTO ci siamo fatti qui io ed il Raoul non ne sai niente, questo era uno di quelli!!! AMEN.

ex d.c.

Mer, 22/11/2017 - 15:07

Non resta che sperare in un verdetto rapido e giusto

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 22/11/2017 - 15:15

Sergio_mig, hai pienamente ragione, Tu non hai certamente lavorato in CINQUE BANCHE ESTERE, negli anni SETTANTA e non puoi sapere ne capire, chi sono i VERI EVASORI in Italia. Non è certamente la Mafia del SUD, non è il NORD, ma è una REGIONE del Centro Italia, che purtroppo è INTOCCABILE.

Pippo3

Mer, 22/11/2017 - 15:36

@pontalti. La Severino, con la decadenza di Berlusconi da senatore, ha poco a che fare, se al Senato ci fosse stata una maggioranza di centrodestra Berlusconi sarebbe ancora senatore, Severino o non Severino, perché la decisione è stata solo politica, non solo, nel caso di specie l’applicazione della legge è stata pure retroattiva, ed è questo il punto in discussione presso la CEDU.

Pippo3

Mer, 22/11/2017 - 15:43

@sergio_mig non solo, se c’è stata frode fiscale come minimo c’è stata una infedele dichiarazione dei redditi e quindi il legale rappresentante della Società dovrebbe essere stato chiamato e risponderne, invece no, è stato assolto, quindi significa che la dichiarazione era corretta. Ma se la dichiarazione era corretta come poteva esserci frode fiscale? Appunto. Infatti il relatore della sentenza si è smentito clamorosamente appena sei mesi dopo quando ha assolto un imputato in un caso identico sostenendo che era prassi della Cassazione in casi simili. Quindi l’unico caso “non simile” è stato quello di Berlusconi. Evidente sentenza politica

Pinozzo

Mer, 22/11/2017 - 15:53

nando45 grazie, ne sono sollevato. squalotigre, tu invece fai cascare le braccia, su che pianeta vivi? E perche' parli senza connettere quei pochi neuroni che ti ritrovi? Tranne poche eccezioni, dal dopoguerra i presidenti di camera e senato sono *sempre* stati scelti tra i partiti presenti in parlamento, prima di grasso schifani, prima di schifani marini, prima di marini pera e via cosi'. L'imparzialita' sta (o almeno dovrebbe stare) nel senso delle istituzioni della persona, non nel suo avere una tessera di partito.

Pippo3

Mer, 22/11/2017 - 16:06

"Maria Giulia Civinini, avvocato del governo italiano, arrivano dopo venti minuti:sul tema che appare cruciale, quello del caso Minzolini, dice che lî c'era il fumus persecutioni" ahahahahahah patetica, a che livello siamo scesi con il governicchio piddino, e poi pretendiamo che l'EMA arrivi a Milano, ma facce rideee, direbbero a Roma

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 22/11/2017 - 16:21

E' inutile girarci intorno! Nessuna legge, per il nostro ordinamento, può essere applicata retroattivamente. Questo rende la decadenza in sopruso. Tutto il resto sono chiacchiere e trattative politiche di bassissimo livello.

il gatto nero

Mer, 22/11/2017 - 16:24

Vi prego tutti ed in particolare quelli che rispondono a cio' che dice ( meglio sarebbe dire "blatera") tale @RAOUL PONTALTI. A mio avviso tale individuo è solo accecato dall'idea terribile che Berlusconi ritorni in politica totalmente libero da sentenze ingiuste o inqualificabili ( per tutti gli essere raziocinanti ed intelligenti ). Mi meraviglio che fior di lettori ben preparati, si possano abbassare a perdere tempo nel rispondere a individui di siffatta ignoranza e oserei dire imbecillità. Meglio sarebbe lasciarlo scrivere senza dare retta alle sue demenzialità. Dopo un po' di tempo si stancherà e andra' su altri giornali, sempreche questi gli diano spazio.

squalotigre

Mer, 22/11/2017 - 16:31

Pontalti- uno che si definisce tuttologo si presenta da sé . Sperando che stesse scherzando le ricordo che Grasso non ricopre una carica politica ma istituzionale e pertanto la sua dichiarata appartenenza ad un gruppo parlamentare essendo per definizione presidente di tutti i senatori è una bestemmia. Come terza carica dello Stato ha l'obbligo non solo di essere ma di apparire imparziale. Cossiga si dimise dalla dc quando fu eletto presidente. Ma quali manuali ha letto quello di Topolino?

Tarantasio

Mer, 22/11/2017 - 16:33

la corte si ritira per deliberare... si farà viva alla fine del letargo invernale

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 22/11/2017 - 16:48

Berlusconi sbaglia, se é vero che é stato perseguitato dalla ferocia "fascista" di una casta di abieti burocrati che hanno occupato i luoghi della "giustizia" in Italia, per avere Giustizia doveva rivolgersi al Popolo Italiano e chiedere chiaramente che questo apparato di parassiti che prospera sopra al Paese venisse sovvertito e riformato come é giusto che si faccia ... Non lo ha fatto ... Il suo errore é stato quello di considerare i soprusi subiti come un fatto personale quando essendo leader di un partito politico il crimine contro di lui é stato fatto alla dignitá di tutto il Paese ... Questo ricorrere alla "burocrazia" del Tribunale di Strasburgo, per quanto ne possa pensare il codazzo di avvocaticchi che lo hanno consigliato e che lo difendono, ha solo il significato di chinarsi all´autoritarismo di un sudicio mostro che occorre abbattere in Italia e in Europa.

Pinozzo

Mer, 22/11/2017 - 16:55

grande squalotigre, ti scavi sempre piu' la fossa da solo..il presidente del senato e' la SECONDA carica dello stato, ignorante!

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mer, 22/11/2017 - 17:02

sono d'accordo con babilonia: Berlusconi dava fastidio perche' non avrebbe mai condannato a morte l'Italia e gli italiani, cosa che invece ha fatto la sinistra....europea e la sinistra aborigena.

Libertà75

Mer, 22/11/2017 - 17:03

@Pontalti, caro se tu stesso dici che è esistito un fumus persecutionis va da sé che la condanna è stata politica e non meramente in termini di diritto.

Luigi Fassone

Mer, 22/11/2017 - 17:05

Diciamocela tutta,la vera anomalia di codesta Alta Corte è che abbia la possibilità di prendersi fino a 9 mesi e oltre di tempo per rispondere alle domande alle quali i lettori (e i NON lettori) del Giornale hanno risposto in 4 e 4otto...

squalotigre

Mer, 22/11/2017 - 17:06

Pinozzo- ho paura che di neuroni lei ne sia completamente sprovvisto. Certamente tutti i presidenti delle camere appartengono ad un gruppo politico. Ma la presidenza del senato della Repubblica é istituzionale non politica perché rappresenta tutti i senatori e deve essere di garanzia sopratutto nei confronti dell'opposizione. Dichiararsi appartenente ad un gruppo per chi deve rappresentare tutti é una bestemmia in democrazia. Nei paesi comunisti e totalitari no. Mi illudevo di trovarmi in un paese democratico.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 22/11/2017 - 17:21

Ma come si spiega che a Roma, per lo stesso "reato", Berlusconi fu assolto; Poi, a Milano condannato? Me lo spieghino i vari raulsotuttomidatrento, pinozzo, ierofante e PDioti simili.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 22/11/2017 - 17:39

@Raul Pontalti - spera di avere ragione, perchè a fare il saputello e poi sbagli, ossia i giudici decidono diversamente dalle tue teorie farlocche, allora ci sarebbe da ridere. Dovremmo chiedere a te di iscriverti ad agraria (e non offendere l'indirizzo, potrebbe essere più difficile di quello che hai fatto tu) e di non scriver più qui. Altre volte hai fatto il solone da figura di palta, una a ferragosto anno scorso, quando davi per certo che le bombole di gas di Parigi erano una bufala, in verità lo stesso presidente Hollande ti ha smentito poco tempo dopo. Non ti avevo più sentito per un mese. Non serve che ti iscriva ad agraria, ma prendi la zappa in mano. Ti farebbe bene e aiuta a non scrivere il contrario di quello che accade.

Raoul Pontalti

Mer, 22/11/2017 - 18:20

@Leonida55, premesso che nessuno è perfetto, le due uniche previsioni ciccate e clamorosamente dal sottoscritto in un settennio di commenti su questi forum furono sulla Brexit e sull'elezione di Trump. Le bombole di Parigi cui fai riferimento erano una bufala dimostrativa (giammai sarebbero potute esplodere e la vettura lasciata in zona "sensibile" con le quattro frecce attivate: una "telefonata" come si dice in gergo). Tra i giudici di Strasburgo qualche frescone albanese c'è sempre (ma può essere il gioco delle parti) ma quelli dei paesi con robusta tradizione giuridica non avranno dubbi e per quelli che i dubbi li avevano ci ha pensato l'amicus curiae (leggasi Commissione di Venezia) che in un parere pro veritate ha detto a chiare lettere che la legge Severino è corretta. Diverso il il caso della pronunciata decadenza in ragione del modo, ma...cosa fatta capo ha!

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di llull

llull

Mer, 22/11/2017 - 19:38

@ierofante: prima di affermare che Berlusconi "ha RUBATO ai suoi concittadini" prova a chiederti chi è il più grande contribuente italiano? Non dico solo personalmente (il Cav è 24°) ma intendo considerando il gettito fiscale di tutte le aziende del suo gruppo e di tutto l'IRPEF generato dai dipendenti. Se poi, nascondendoti dietro ad un dito, affermassi che è ciò che dice una certa sentenza, allora hai proprio il prosciutto negli occhi per non vedere che la sentenza della cassazione è stata una sentenza politica. Non voglio pensare che sia stata emessa sotto dettatura, magari ad opera di attori stranieri. che un condannato per frode fiscale, cioè che ha RUBATO ai suoi concittadini,

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mer, 22/11/2017 - 19:56

Perché il senatore azzurro, anche lui condannato, ha potuto restare in Senato?Semplice era coperto da immunitá che i vostri senatori e deputati insieme al pd tutti delinquenti corrotti e mafiosi, non gli hanno revocato. In Germania, Die Welt, e FAZ, lo vedono in galera al posto di RIINA, dopo ció che e stato detto a Strassburgo. giudice albanese ???

roberto zanella

Mer, 22/11/2017 - 20:12

A Strasburgo hanno scoperto che in Italia c'è ancora una mentalità staliniana

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 22/11/2017 - 20:14

@gpl_srl@yahoo.it- Lei proprio parla perché ha l'uso della parola. Cosa centrano i giudici babbeo? E' il Parlamento che ha deciso. Comunque questa vicenda mi lascia indifferente . Vada come vada la sostanza non cambia. Ha detto bene Pontali, sempre lucido ed esauriente. In qualsiasi paese civile, uno che è stato condannato in via definitiva per evasione fiscale non lo voterebbe nemmeno la sua badante. Un ladro che ha rubato ai cittadini viene emarginato, non santificato. Per non parlare di tutte le cause chiuse per decorrenza dei termini e non perché innocente. Quanti miliardi di miliardi ha esportato all'estero ed esporta tutt'ora all'estero illegalmente???? Io posso fare nome e cognome di uno che portava materialmente nei paradisi fiscali i soldi a palate di Silvio Berlusconi.

gian paolo cardelli

Mer, 22/11/2017 - 20:16

Pontalti vedo che non ha capito il senso della mia domanda: ci riprovo. Un giudice ha chiesto "perché Minzolini e Berlusconi sono stati trattati in modo differente?" e la risposta della Caracciolo è stata "perché con Minzolini c'era il fumus persecutionis". Ora, poiché lei stesso ha affermato che questo c'era pure col Cav., come diamine fa ad argomentare "lo dice la legge" se l'evidenza della decisione meramente politica è accecante da quanto è luminosa?

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 22/11/2017 - 23:53

riflessiva 20:14 scrive : "Io posso fare nome e cognome di uno che portava materialmente nei paradisi fiscali i soldi a palate di Silvio Berlusconi. gioielli" - - - Esimia, invece di blablaiare nel vago, suvvia si prenda la responsabilità delle illazioni e dica chiaramente chi-quanto-quando-dove. Ecco, avrà tutta la mia stima che non ha mai avuto sinora (e magari si beccherà una querela). – P.S. – Non mi risulta ci sia un tale "Pontali" che abbia qui commentato.

portuense

Gio, 23/11/2017 - 07:28

una sfilata di giudici europei strapagati per decidere nulla, facevano come l'EMA, mettevano due buste, un' europa inutile che decide solo il calibro dei piselli e delle pensioni italiane......