Udine, lettere con escrementi ai sindaci che hanno accolto migranti

Missive puzzolenti e maleodoranti spedite a sindaci e amministratori locali. Il motivo? L'aver appoggiato l'aacoglienza di migranti

Oramai è da giugno che a Udine vengono recapitate con frequenza particolari e maleodoranti lettere a sindaci e amministratori comunali, tra cui assessori e consiglieri municipali. Una protesta contro quei politici che hanno appoggiato l'arrivo di migranti nei centri cittadini del capoluogo del Friuli-Venezia Giulia.

La protesta anonima

All'interno delle buste recapitate ai diversi politici locali c'è sempre lo stesso contenuto: escrementi. Con queste anche un biglietto che spiega il motivo di tale gesto. La ragione risiederebbe nell'accoglienza dei migranti. I nomi dei destinatari, come racconta Il Gazzettino, sono off limit. Bocche cucite. Anche perché non è la prima volta che capita. Già due estati fa gesti simili si erano ripetuti nei confronti di sindaci e anche altri amministratori di Enti e Istituzioni.

Tra gli sfortunati destinari delle missive maleodoranti ci sarebbero alcuni sindaci che hanno ricevuto l'onorificenza di cavalierato al merito della Repubblica Italiana da parte del prefetto, per essersi adoperati in iniziative atte a favorire l’accoglienza sul territorio provinciale di Udine.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 05/10/2017 - 15:54

Bonjour finesse

accanove

Gio, 05/10/2017 - 16:33

azione sicuramente esecrabile ma esprime chiaramente la considerazione che godono i destinatari

Raoul Pontalti

Gio, 05/10/2017 - 16:56

I seguaci dell'ideologia salviniana...

Anonimo (non verificato)