Udine, scopre che la figlia è omosessuale. E il padre incolpa l’università

Un padre di una studentessa dell'università di Udine scopre che la figlia è omossessuale, ma furente se la prende con l'università di Udine

Il padre di una studentessa di Udine ha inviato una lettera alla redazione di Notizie Pro Vita, portale di informazione dell'omonimia onlus che si adopera per la difesa del concepimento naturale e della famiglia tradizione, quella fondata sul matrimonio tra uomo e donna.

Lo sfogo e la denuncia

Nella missiva si legge che ha scrivere è "un genitore che 9 mesi fa ha 'perduto' la sua primogenita: letteralmente fagocitata dalla piaga del gender e dell’omosessualità dilagante". Dall'associazione lo definisco "un papà profondamente". L'uomo spiega che "da mesi con dolore inimmaginabile non la vedo, non la sento, non so niente di questa ventiseienne…. Da 9 mesi vive in simbiosi (parassitosi sarebbe più corretto) con un’altra sodomita come lei… Da 9 mesi, almeno, ha rinnegato la storia che Dio le aveva donato, nonché ogni grazia che Dio le aveva concesso. Da 9 mesi è uno scandalo impressionante per noi suoi genitori, per i suoi quattro fratelli e chissà per quanti altri… Quando dico scandalo intendo proprio scandalo: una lacerazione violenta nel cuore del percepirsi, nel cuore dell’essenza stessa di quello che siamo".

Sembrerebbe - seppure duro - uno sfogo. Eppure proseguendo a leggere la lettera racchiude una denuncia contro l’Università Di Udine. Infatti, l'uomo scrive: "Ora scopro come potrebbe essersi concretizzata in lei questa perversa pazzia. Mia figlia, tuttora studentessa universitaria presso l’Università Di Udine (UNIUD è l’unica in italia a prevedere il doppio libretto per gender), deve essere stata adescata da iniziative come quella che vi pubblico qui sotto, inviata via mail a tutti gli studenti attraverso i canali ufficiali dell’università stessa: We are all V.I.P. (Very Important People) – Aegee Udine". L'uomo tuono contro l'ateneo e l'associazione: "Queste cose vanno denunciate e rese pubbliche. Le famiglie devono sapere che rischi corrono i propri figli. Le famiglie devono sapere che l’Università offre servizi quali il tutorato (le due lesbiche sono due tutor) che sono delle trappole diaboliche!".

Convinzione che motiva vergando righe contro l'ideologia LGBT, che secondo lui "miete sempre più vittime, soprattutto tra i giovani: nell’epoca adolescenziale (che ora interessa non solo il periodo delle scuole superiori, bensì si protrae fino all’università), quando si è alla ricerca di affermare la propria identità sessuale, è facile essere fuorviati. Si segue “la moda”, si seguono “gli amici”, ci si affida a chi è apparentemente più potente e presente… sì, perché la normalità non fa notizia, mentre l’essere parte del mondo Lgbt è un chiaro segno distintivo", come riporta UdineToday.

Commenti

cgf

Mer, 09/05/2018 - 14:40

Presto la cultura islamica sarà la nostra, LGBT e gender hanno i giorni contati.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mer, 09/05/2018 - 15:01

Povero padre ignorante , la sessualita' non si impone e' nel nostro DNA e prima o poi viene fuori .

Luigi Farinelli

Mer, 09/05/2018 - 15:04

Se la Norvegia, constatato che, nonostante decenni di pesanti investimenti ha chiuso il suo Centro Studi Gender e mandato a pascolare gli pseudo-ricercatori che lo infestavano, una ragione ci sarà! I Norvegesi hanno visto che nonostante i milioni spesi per plagiare il cervello di donne e uomini, da grandi questi continuano a seguire i loro istinti naturali nonostante le spinte laiciste e LGBT promosse da ONU e Ue. Per decidersi hanno condotto una inchiesta sistematica internazionale (anche presso un istituto britannico con 33 Premi Nobel dove la ricerca si fa con metodo scientifico e non in base alle ideologie dell'ONU). La Svezia invece è rimasta nei suoi propositi femministi e laicisti e ora si trova al culmine di una crisi sociale (vedi anche immigrazione di massa) DI CUI E' VIETATO PARLARE. I personaggi deleteri che stanno minacciando la salute mentale dei nostri figli e nipoti debbono essere perseguiti a termini di legge, qualsiasi sia il loro livello e carica.

Luigi Farinelli

Mer, 09/05/2018 - 15:06

Se la Norvegia, constatato che, nonostante decenni di pesanti investimenti ha chiuso il suo Centro Studi Gender e mandato a pascolare gli pseudo-ricercatori che lo infestavano, una ragione ci sarà! I Norvegesi hanno visto che nonostante i milioni spesi per plagiare il cervello di donne e uomini, da grandi questi continuano a seguire i loro istinti naturali nonostante le spinte laiciste e LGBT promosse da ONU e Ue. Per decidersi hanno condotto una inchiesta sistematica internazionale (anche presso un istituto britannico con 33 Premi Nobel dove la ricerca si fa con metodo scientifico e non in base alle ideologie dell'ONU). La Svezia invece è rimasta nei suoi propositi femministi e laicisti e ora si trova al culmine di una crisi sociale (vedi anche immigrazione di massa) DI CUI E' VIETATO PARLARE. I personaggi deleteri che stanno minacciando la salute mentale dei nostri figli e nipoti debbono essere perseguiti a termini di legge, qualsiasi sia il loro livello e carica.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 09/05/2018 - 15:08

---io a questo padre vorrei fare una domandina semplice semplice--ossia se c'è qualcuno al mondo --associazione -categoria -club -corrente di pensiero -la chiami come vuole--che è in grado di cambiare i suoi gusti sessuali---certamente tale padre si metterebbe a ridere dicendo che nessuno può mutare la sua attrazione profonda per le donne---ed infatti ha ragione--ma come si può credere --nell'anno 2018 --che si possa culturalmente modificare il meccanismo dell'attrazione sessuale ?--che è qualcosa di ancestrale e primordiale? -se sua figlia è lesbica lo è fin da piccola --caro padre --se la ricorda l'età in cui da bambinetto ha cominciato a vedere le sue amichette d'asilo con occhi diversi?---bene --non c'è università o progetto gender che tenga-----

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mer, 09/05/2018 - 15:18

Pensa se scoprivi che era fascista, allora si ' che ti dovevi preoccupare.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 09/05/2018 - 15:26

quindi se sua figlia BEVE è colpa di chi vende e produce alcol, se sua figlia si droga è colpa di chi vende e produce droga.... ecc ecc ecc. MAI PENSATO INVECE CHE SUA FIGLIA SIA COSI' ? E ALEI VADA BENE ?....... ma che "Padre" sarebbe questo essere ???

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 09/05/2018 - 15:46

Capisco la sofferenza di questo papà, mi dispiace per certi commenti demenziali e spero che possa ritrovare sua figlia, in tutti i sensi. Questi purtroppo sono i frutti avvelenati di una società corrotta fino alle radici.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mer, 09/05/2018 - 15:58

@LuigiFarinelli: molte grazie, mi ha preceduto con il suo preciso commento. Se una persona è omosessuale, noi norvegesi la rispettatiamo e tuteliamo nella sua dignità, questo padre italiano è in errore! Aggiungo al suo post, che il prevalente neo-modello di famiglia liberale svedese non prevede un insieme genitoriale, né matriarcale, solo un utero e un embrione. Il futuro nascituro sarà poi allevato e "programmato" dallo Stato, perché di norma a 15-16 anni i ragazzi sono invitati a lasciare casa, il sistema sociale provvede in tutto, anche ad introiettare eventualmente il genere(sic!). Ma attenzione, le cose iniziano a cambiare: sembrerà strano, grazie alla immigrazione! Gli immigrati hanno un concetto di famiglia molto tradizionale, identitario, che sta facendo riflettere e sensibilizzare la popolazione svedese sulla naturale fisiologia umana, nonostante il governo perseguiti la medesima sterilizzante politica di confusione identitaria.

Ritratto di stufo

stufo

Mer, 09/05/2018 - 16:09

L'Università di Udine infinocchia gli studenti. Nuova facoltà in vista.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 09/05/2018 - 16:18

pulir tappeti è indice di umiltà e buona volonta

Altoviti

Mer, 09/05/2018 - 16:50

Ha perfettamente ragione il padre, probabilmente la ragazza è stata raggirata dalla figura delle due tutor, dalla loro "autorevolezza" in un mondo universitario difficile. Però non se la deve prendere con sua figlia e la deve amare anche quando sbaglia e farle capire le cose, comunque un figlio deve essere amato sempre, è un dono di Dio. Cerchi aiuto e preghi.

gianfranco_1964

Mer, 09/05/2018 - 17:34

Caro Padre ..... una persona a 26 anni, soprattutto donna , ha motivo di fare una scelta personale ponderata. magari faccia un passo indietro, ha fatto tutto il possibile per dare libertà a sua figlia? per responsabilizzarla? le parole e i pensieri erano i suoi o quelli scritti sui libri? le scrive una persona che per continuare a vivere con una certa serenità ha dovuto/voluto lasciare la famiglia per poter vivere serenamente e nel modo in cui io volevo vivere, senza far del male a nessuno, ma in modo diverso da loro e quindi non accettato. lo pago tutti i giorni nella mia testa ... tutti i santi giorni ... ma non potevo più restare. buona serata.

framarz

Mer, 09/05/2018 - 17:42

Cicciomessere, elkid ecc., i somari siete voi; leggetevi qualche studio in proposito degli specialisti, o anche il manuale propagandistico di kirk e madsen, e imparerete come i comportamenti omosessuali innati sono una piccola minoranza; la stragrande maggioranza sono dovuti a condizionamenti sociali, il padre ha ragione

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 09/05/2018 - 17:47

@elkid, ore 15:08, che dice: "ma come si può credere --nell'anno 2018 --che si possa culturalmente modificare il meccanismo dell'attrazione sessuale?" Risposta: Tutti i meccanismi culturali possono essere modificati. Il marxismo culturale, prommoso dalla Scuola filosofica di Francoforte negli anni 1930, e poi attivissimo alla Columbia University, ha messo le basi per trasformare la Societa' propio alterando la cultura. Vedendo i suoi commenti ho il forte sospetto che lei ne sia vittima. Forse le converrebbe seguire la traccia che le indico. Sveglirasi puo' essere doloroso, ma la verita' merita di essere esplorata. Auguri,

Una-mattina-mi-...

Mer, 09/05/2018 - 18:22

V.I.P.= Very Indecent People

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 09/05/2018 - 18:26

------a-tifoso ---gli imprinting genomici sono immuni da alterazioni culturali--almeno per quelli che ritengono l'omosessualità come roba innata---io credo che lei sia etero --dunque le chiedo---c'è qualche forma di sollecitazione esterna--di qualunque tipo--culturale --di comportamento ecc che possa farle attenuare fino a scemare completamente i suoi impulsi attrattivi verso le donne?---se mi risponde di no--manda all'aria tutta la teoria gender su cui si favoleggia da anni---

ESILIATO

Mer, 09/05/2018 - 18:36

La figlia ha la liberta di fare la scelta voluta nel campo delle preferenze sessuali. Se il padre non le accetta peggio per lui.......

frapito

Mer, 09/05/2018 - 18:41

Il padre potrebbe avere ragione. E' Il sesso che è imposto dalla natura ed é scritto nel DNA. La sessualità, invece, è un condizionamento socio-culturale. Non dimentichiamo che esiste il "lavaggio del cervello" ed il "potere della suggestione", per cui ..... Prima di dire ignorante a qualcuno, informarsi preventivamente.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/05/2018 - 19:42

"Con un’altra SODOMITA come lei…"?

frapito

Mer, 09/05/2018 - 19:47

@elkid- La risposta alla tu domanda è SI. E' di qualche giorno fa, proprio su questa testata, che è stato pubblicato un articolo che denunciava un aumento delle esperienze omosessuali di persone dichiaratamente ed effettivamente etero. Esse ammettevano che lo facevano per allargare le loro esperienze, visto che se ne parla in continuazione ed addirittura in alcuno ambienti "particolari" se non hai fatto almeno una esperienza omo non sei "IN". Non ti sembra questo un "impulso" ad una esperienza omosex, e che altro non è che "meccanismo di modifica culturale"?

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mer, 09/05/2018 - 19:52

L'università di Udine è stata voluta e finanziata dalla potente massoneria locale, ovvio che abbia avuto rettori tutti del Pd, ovvio che i professori siano tutti tesserati del Pd, ovvio che promuovano ila loro deologia pervertitrice a danno delle famiglie e dei ragazzi . E' il loro lavoro da secoli, induzione alla perversione e al peccato e come fine la denatalità, e qui c'è ancora qualche idiota che crede all'omosessualità come possibile "preferenza" sessuale. Ma se gli organi sessuali sono riproduttivi, a che serve l'ano ?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 09/05/2018 - 20:51

Una società pazza, dove 1) si fa di tutto per distruggere la famiglia; dove 2) si fa di tutto per 'far venir fuori' il trans che è(?) in noi; dove 2) si fa di tutto per riempire questo Paese con quelli che non concepiscono che un solo tipo di famiglia (ma nettamente più violenta di quelle nostre di un tempo); dove 4) si fa di tutto per riempire questo Paese con quelli che i trans li buttano dal tetto; dove quelli che fanno di tutto nel realizzare le cose 1), 2), 3) e 4) fanno, invece, di tutto per apparire 'tolleranti', 'seri' ed 'etero'. E sono quelli più pazzi e più str@@@i di tutti!

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 09/05/2018 - 21:00

---frapito-- c'è l'omosessualità e l'eterosessualità--ma c'è poi tutto un range di bisessualità---perchè la sessualità non si taglia con il coltello---lasciami dunque credere che coloro che fanno esperienze omo per vedere l'effetto che fa --o perchè invogliati dall'ambiente che frequentano --dalle mode e via discorrendo --in realtà non siano etero al 100 per cento ----ma perlomeno bisessuali inconsapevoli---frapito --parliamoci chiaro --se ad un tizio fa schifo una cosa --non la fa e basta --non si fa prendere dalle mode --se la fa vuol dire che in fondo in fondo gli piace--

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mer, 09/05/2018 - 21:03

Per dirimere ogni dubbio che la sessualità può essere veicolata artificiosamente e metodicamente attraverso la violenza psicologica, proverò con il mio modesto italiano a spiegarvelo. La fondazione svedese Jämställt e la sua paladina Maria Hulth, donna famosa in Svezia per le sue battaglie pro libertà di gender, amica di Soros, ha avviato asili sperimentali dove si usa il pronome neutro HEN. Hen non so spiegarvelo in italiano perché la vostra lingua non ha questo caso, è il corrispettivo di IT in inglese, quindi è l'equivalente del pronome usato per cose e animali. Capito cosa significa? Significa che i maschi e le femmine non si identificano per il loro sesso attraverso l'articolo determinativo ma per un indefinito genere neutro! Risultato è che ci sono casi di bimbi di ambo i sessi in Svezia che a 5 anni chiedono ai genitori, se ne hanno 2, di essere operati per cambiare sesso. Hitler in confronto era come il vostro San Francesco!

frapito

Mer, 09/05/2018 - 21:54

@elkid- sono d'accordo che tutti indistintamente non siamo al 100% etero, ma con un sesso dominante ed uno minoritario, ma per quanto concerne il condizionamento sociale e mediatico la vedo bruttissima. Prima di leggere il tuo msg, venivo dalla sala pranzo dove in TV vi era un servizio sui giovani che nascondono la droga ... nelle feci. Non pensi che le feci in fondo in fondo non gli facciano schifo? Ma il condizionamento sta nella droga, che gli piace. Non voglio scendere in politica, ma per me, viviamo in una società di ... feci, senza più riferimenti assoluti, ma solo opinioni pseudo-politiche ossessive tendenti ad annullare l'identità sessuale, personale,popolare, storica,culturale, razziale (che esiste in natura),nazionale, etc. etc. Spero solo di non assistere all'apocalisse biblica. Pessimista? Forse no!

Totonno58

Mer, 09/05/2018 - 21:56

A me sembra che questo padre abbia un sacco di problemi...

aredo

Mer, 09/05/2018 - 23:31

@cicciomessere: il 99.99% degli omosessuali dal '68 sono frutto esclusivo di uso di droghe e propaganda della sinistra filo-islamica cattocomunista. Pura pazzia umana. Altro che DNA !

Silvio B Parodi

Gio, 10/05/2018 - 03:23

Lo sapevate che una persona si puo influenzare? dipende dall'ambiente e da chi frequenta!

Silvio B Parodi

Gio, 10/05/2018 - 03:29

cicciomessere, sei intelligente tu??? studia psicologia del pensiero invece di sparare sentenze ,ignorante! le persone deboli sono facilmente influenzabili, da chi si frequenta dall'ambiente e dalla moda! questa ragazza se esce dal pensiero predominante e trova un bel ragazzo, si rimente in carreggiata come molti altri. se e' lesbica e il padre se ne e' accorto solo ora a 26 anni, qualcosa non quadra!!! avrebbe dovuto accorgesene molto prima, per me quella e' stata indotta!!

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Gio, 10/05/2018 - 07:51

Ma quante storie per una figlia lesbica: mica sarà la fine del mondo.

frank173

Gio, 10/05/2018 - 08:47

E il padre, invece, che scusa ha per essere così?

chebarba

Gio, 10/05/2018 - 08:47

Elkid, rifuggo sempre dalle isterie collettive e commenti biechi e offensivi, condivido quello che dici ma ti chiedo di considerare anche un altro aspetto: il lavaggio del cervello, la suggestione e la cattiva influenza su soggetti deboli, condizionandone le scelte come: fumo, alcol, gregari (di bulli, di violenti, di criminali) uso di droga, dipendenza affettiva, emulazione, sette, fanatismo di qualsiasi genere ecc. A nessuno ad esempio piace la limitazione della libertà, essere picchiato ecc ecc ma anche al di là di talune perversioni vi sono soggetti deboli che vengono tirati dentro

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 10/05/2018 - 08:54

@elkid 21.00 concordo. Aggiungo che così come quando si nasce si esclama è maschio è femmina è...ermafrodito così si nasce causa ormoni geni prevalentemente o del tutto maschio o femmina quindi attratto dall'altro dall' uguale da entrambi e la cultura la famiglia c'entrano ben poco. Infatti...Alcuni politici di dx e cristiani e omosessuali dichiarati - Pim Fortuyn, Alice Weidel, Jörg Haider e la figlia gay di Cheney, la Vandeana Irene Pivetti convive con una donna... E TANTI ALTRI dichiarati e no...gli ormoni i geni e tutto il resto che va a regolare la sessualità non fa discriminazioni politiche religiose o di colore della pelle. GayLib è l'associazione nazionale dei gay liberali e di centrodestra italiani, nata nel 1997 a Milano. Oltre ad appartenenti all'area politica di centrodestra l'associazione raccoglie subito l'adesione anche di diversi esponenti del mondo radicale e dei Los Padania.

mariolino50

Gio, 10/05/2018 - 08:56

TreeOfLife Non sia modesto, se è veramente norvegese il suo italiano è perfetto, migliore di quello di molti italiani. Io conoscevo decenni fa omosex maschi e femmine, ma erano venuti così, lo stesso per alcuni amici di mia figlia, e figli di conoscienti, può darsi che cominciando da piccoli si possa modificare la tendenza, ma a quale scopo farebbero questo a livello governativo, son tutti recion, in termine veneziano.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 10/05/2018 - 09:10

Chi forma una famiglia, """SONO I GENITORI, ( NON OMOSESSUALI, LESBICHE O TRANSESSUALI )"""!!! SE IN ITALIA, C`È STATO UN CALO DI NASCITE, LA COLPA È DELLO STATO, DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E DELLA "RAI" CHE DANNO TROPPA IMPORTANZA E TROPPO POTERE A QUESTI """PERVERSI INDIVIDUI"""!!! SEMBRA CHE I MEMBRI GOVERNATIVI E GIUSTIZIALI, CI STIANO FACENDO PERDERE I VALORI DELLA VITA, VISTO CHE PREDICANO IL BENE MA SONO PROPIZZI ALLA DELINQUENZA, ALLA CORRUZZIONE E PUNISCONO GLI ONESTI!!!

K99

Gio, 10/05/2018 - 09:16

In parte ha ragione. Il contesto deve in qualche modo agire anche sulla sessualità. Per comprendere meglio il concetto, basta estremizzarlo. Inoltre penso che queste tendenze che si manifestano, abbiano radici che sono da ricercare nell'infanzia/adolescenza.

titina

Gio, 10/05/2018 - 09:22

Accettare la figlia come Dio gliel'ha mandata è difficile?

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Gio, 10/05/2018 - 10:05

@Demetra: carissima, concordo con le sue parole, ho 2 sorelle, quella minore è lesbica e lo ha dimostrato sin da bambina. Nessuna opposizione o scandalo per noi, anzi, siamo felicissimi perché lei è felice, è la sua naturale identità. È pure dell'Høyre, ossia centro-destra e rispetto a mia madre e l'altra sorella nemmeno femminista. Ma mi permetto di dire che il sesso o l'identità culturale è veicolabile da un ambiente e educazione che lo impone. Le faccio un esempio: in Italia leggo spesso che nelle comunità rom, i bambini vengono educati sin da piccoli a delinquere causa gli ambienti familiari in cui nascono, a priscindere dalle politiche sociali di integrazione, quindi la possibilità di delinquere da adulti è molto alta-@mariolino50:grazie, ma il mio italiano non è molto buono!Per scrivere uso anche il vocabolario, l'italiano è una lingua ricca di termini. Non so cosa significhi rection, non conosco lo slang regionale,ma lo scopo di tutto ciò: sperimentazione.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Gio, 10/05/2018 - 10:24

Gentile Frapito, leggendo i suoi commenti si deduce che chiunque, compreso Lei, frequenti ambienti o situazioni omosex finisce per prenderlo in quel posto se presenta anche una personalità debole. Chiedo dunque a Lei, evidentemente "profondo" conoscitore dell'argomento, spero non per esperienza personale, vista la sua capace esposizione, se non c'entri anche l'orientamento sessuale, che come Lei saprà, non è modificabile.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 10/05/2018 - 15:35

@treeoflife...10.05 grazie e ricambio la cultura l'ambiente in cui si nasce e si cresce, sono d’accordo, hanno una grande rilevanza nell’educazione e nella formazione della persona però quanto possa dirigere diversamente dal proprio sentire profondo il proprio orientamento sessuale...penso poco...si nasce da un maschio e una femmina e si e’ nella stragrande maggioranza dei casi anche cresciuti da essi, le !segue...

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 10/05/2018 - 17:20

Seguito....si e’ nella stragrande maggioranza dei casi anche cresciuti da essi, le comunità tutte (quasi) storicamente e ovunque nel mondo educano e spingono i piccoli ad andare verso l’altro sesso, eppure da sempre e ovunque l’omosessualità esiste, in alcuni casi/società/comunità/periodi storici è stata anche ben accetta e nei miei ricordi c’è un ragazzo che pur crescendo in una famiglia numerosa e “maschia” lui fin da piccolo/a ha “detto” sono “femmina” dentro il corpo di un maschio…a riprova che molto c’entrano gli ormoni e i geni c'è che è presente anche negli animali e comunque se si è adulti e “vaccinati” si è liberi!!!