11 arresti per pedofilia. In manette anche un allenatore e un sacerdote

L'operazione tra Lombardia ed Emilia-Romagna. Quattro minori hanno avuto rapporti a pagamento

Sono undici le persone finite in manette in un'operazione anti-pedofilia tra Lombardia ed Emilia Romagna, che ha portato anche al fermo di un sacerdote e di un allenatore di una squadra di calcio, accusati di avere avuto rapporti a pagamento con ragazzi ancora minorenni.

Diversi computer sono stati sequestrati dai Carabinieri di Brescia, in azione anche nelle province di Bergamo, Milano, Monza e Parma. Durante le indagini sono stati identificati i quattro minorenni che venivano pagati per i rapporti, che si consumavano in automobili nei parcheggi dei centri commerciali, piuttosto che in luoghi d'intrattenimento e anche nelle case di alcuni degli indagati.

Tra gli arrestati anche Claudio Tonoli, un 56enne malato di Hiv, che chiedeva ai minori di consumare rapporti non protetti. Due anni fa era stato al centro di un caso quando un 13enne aveva raccontato di essere stato avvicinato da lui, che gli aveva mostrato immagini pornografiche.

"Stupore, sgomento e profondo dolore" in una nota della Curia di Bergamo in merito al fermo di un sacerdote, che lavora a Solza e ora è ai domiciliari. Il vescovo ha già annunciato la nomina di un amministratore parrocchiale che lo sostituisca.

Annunci
Commenti

Altaj

Gio, 11/02/2016 - 10:35

Noo ! Un prete pedofilo ! Non si era mai sentito, un caso unico !

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 11/02/2016 - 11:53

......che ci sia qualche componente del clero in queste storie è una costante cartesiana....cosa volete che sia---l'importante è appoggiare il family day---così da sciacquare i panni in arno....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 11/02/2016 - 12:20

"...ecco i risultati del dilagare di tutti questi immigrati e della loro religione incivile e..." Ah... non sono musulmani?

kingdavid

Gio, 11/02/2016 - 14:05

Dreamer 66...sarcasmo di quart'ordine..da sinistrato...per te non sono sufficenti i problemi che creano i nostri?..dobbiamo anche prenderci quelli che creano i tuoi amici?....poi, per inciso, aspettiamo le condanne....

Arrigo d'Armiento

Gio, 11/02/2016 - 15:52

NON E' PEDOFILIA - C'è cascata l'Ansa, c'è cascato il Corriere, c'è cascato il Giornale. Le 4 vittime degli orchi all'epoca dei fatti avevano da 16 a 17 anni, come accertato dai carabinieri. Il reato di pedofilia riguarda vittime di meno di 16 anni. Dopo il sedicesimo compleanno, le vittime possono esserlo di sfruttamento della prostituzione minorile, sempre che si dimostri che i rapporti siano avvenuti in cambio di un corrispettivo. Può piacere o no, ma la legge è questa. Arrigo d'Armiento - Roma

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 11/02/2016 - 17:04

Arrigo d'Armiento: in realtà mi risulta che il reato di pedofilia, o meglio di abuso minorile, si realizza quando le vittime hanno meno di 14 anni, età riconosciuta in Italia come quella del "consenso" tranne che per casi particolari (ovvero che l'altro sia il suo tutore, professore ecc). In quanto al reato di sfruttamento esso si prefigura a carico di chi ottiene vantaggi in denaro o comunque economici sfruttando l'altrui prostituzione. Per chi invece usufruisce, dietro corrispettivo, di prestazioni sessuali da un minore è soggetto al più generico reato di "prostituzione minorile", termine improprio ma non mi risulta ne siano stati redatti altri.

FDan

Gio, 11/02/2016 - 18:08

E dell'allenatore che dice Altaj?

Anonimo (non verificato)

margherita cagliari

Gio, 11/02/2016 - 22:54

Nota Bene: I ragazzi sono tutti maschi. Perchè allora si strombazza sempre di preti pedofili e mai di gay pedofili????