Uomo dona abiti in beneficenza ma nella busta dimentica le foto di una violenza

L'uomo dell'Ohio, è stato incastrato da delle foto che lo ritraevano violentare una neonata. L'abuso potrebbe essere stato commesso intorno al 1999

È stato condannato a 17 anni di carcere per una violenza commessa su una bambina di circa 18 mesi, grazie ad una busta per la beneficenza. È successo a Gavi Sovie, uomo di 49 anni di Columbus, cittadina dell'Ohio, che nel donare in beneficenza una borsa con abiti e oggetti usati ad un negozio della Salvation Army, ha accidentalmente messo nel sacchetto anche 32 foto che ritraevano la piccola e documentavano la violenza.

Le autorità sono riuscite a risalire all'identità dell'uomo perchè nella borsa c'erano delle ricevute di pagamento e delle mail a suo nome, oltre alle foto che si presume possano essere state scattate intorno al 1999.

Sovie, che al momento dell'arresto ha detto di essere una persona malta, durante il processo si è anche scusato con la corte.

Ignara di tutto era, invece, la madre della vittima che ha fatto sapere ai giudici che probabilmente le foto possono essere state scattate quando la figlia aveva tra i 16 ei 18 mesi di età. E confessa all tv locale WBNS-TV: " mia figlia non ha mai avuto alcun sospetto. Non lo ricorda, non ha alcuna memoria di quell'incidente".

Commenti

ORCHIDEABLU

Lun, 24/10/2016 - 11:03

SCHIFOSO ERGASTOLO

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Lun, 24/10/2016 - 13:43

Speriamo che venga "educato" dai colleghi in carcere....

Martinico

Lun, 24/10/2016 - 18:17

Almeno la bimba ha rimosso il tutto... Speriamo.