Urbino, arriva il doppio libretto per chi sta cambiando sesso

Gli studenti potranno usare un'identità "Alias" per evitare domande durante gli esami o per usufruire dei servizi dell'ateneo

Novità in arrivo a Urbino per gli studenti dell'università. Ma solo per quelli che stanno cambiando sesso, che presto avranno un secondo libretto con un'identità "Alias" che li proteggerà da battute e domande dei professori che dovranno esaminarli.

"Immaginate cosa può voler dire, per uno studente o una studentessa che sta cambiando sesso, dover giustificare prima di ogni esame un aspetto esteriore che non è correlato al dato anagrafico", spiega a Repubblica la professoressa Laura Chiarantini, delegata alle Pari opportunità dell'ateneo, secondo cui in questo modo si potrà innanzitutto tutelare la privacy non solo durante l'esame, ma anche per tutti quei servizi che necessitano di libretto, dalla biblioteca alla mensa. Insomma, quando lo studente dovrà provare di essere iscritto potrà usare "l'Alias", mentre su tutti gli atti ufficiali resterà il vero nome e cognome fino a sentenza del giudici, anche se il secondo nome non potrà essere usato per la proclamazione di laurea o - ovviamente - al di fuori dell'Università di Urbino (come in Erasmus o per trasferimento in un altro ateneo). Un provvedimento simile è già stato adottato a Padova, Napoli, Torino, Bologna e in Veneto.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mer, 16/07/2014 - 16:54

Ottimo, ottima idea, per uscire dalla crisi. Geniale.

Raoul Pontalti

Mer, 16/07/2014 - 17:15

Eh no! Non basta mica. Io voglio il libretto che attesti che sono uomo quale negli effetti e primariamente sono, poi un altro per quando mi sento donna, una altro per quando mi sento androgino e quindi donna attiva e passiva e uomo attivo e passivo e infine un altro per quando mi sento lesbica (ossia donna come nel secondo caso ma con le pulsioni tipiche del primo caso). La democrazia sessual-identitaria o è completa o non è!

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 16/07/2014 - 17:27

E quando uno si sento porco , come facciamo ?

Luigi Farinelli

Mer, 16/07/2014 - 17:36

Sai che percentuale notevole di studenti che vogliono cambiare sesso! Sarebbe da imporre immediatamente la pubblicazione dei dati statistici su questo argomento per potersi rendere conto di come venga manipolata l'opinione pubblica ubriacandola di ideologie laiciste che vorrebbero far credere, attraverso le truffe mediatiche e la manipolazione delle cifre, che un esercito di "oppressi" (dalle donne agli omosessuali, da chi manifesta tendenze efebofile o pedofile a chi vuole sposare le bestie e, in futuro, ai nati da incesto) sia impedito al godimento della propria libertà neo-malthusiana. Quando verrà finalmente demolito il pernicioso Ministero "Pari" Opportunità verranno resi noti al pubblico tutti gli sforzi subdoli e antidemocratici per imporre, all'oscuro dei cittadini e col mainstream (lavaggio del cervello a goccia a goccia) lo sfascio dell'intera società, plagiata da guru da strapazzo in perenne stato di delirio laicista.

linoalo1

Mer, 16/07/2014 - 18:05

Ma certo!!Favoriteli!!Tanto,ormai,con la Globalizzazion,tutto è permesso!Anarchia Totale,ecco la direzione che ha preso l'Umanità!Lino.

elio2

Mer, 16/07/2014 - 18:28

Certamente chi ha inventato questa stronzata megagalattica, la crisi non lo ha toccato e non sa neppure cosa sia. Ho l'impressione che si tratti di un compagno, solo più idiota di tanti altri.

vince50

Mer, 16/07/2014 - 20:00

Più che cambiare sesso gli farei cambiare galassia,una canea di "cosi fitusi".

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 16/07/2014 - 22:48

Certo certo possiamo distribuire anche quattro libretti così tanto per gradire. Io per esempio sono eterosessuale ma anche omosessuale ma mi sento un pò donna e un pò uomo : mi spettano 4 libretti ? Così a secondo del mio umore posso dare l'esame. A proposito come si deve comportare un presidente di seggio se arriva un finocchio uomo che si crede donna ? Deve andare dal registro degli uomini o dal registro delle donne ? Non è che per caso potrà subire un trauma visto che essendo donna va a farsi registrare come uomo...mah! Chiederò al Comune se può fare una lista ggiunta per omosessuali!

fabio55

Mer, 16/07/2014 - 23:57

farinelli ma la smetta di dire fesserie sempre a vomitare contro i gay e tutto quello che è diverso si vergogni è rimasto solo lei a dire castronerie omofobe

mar75

Gio, 17/07/2014 - 11:25

I soliti commenti omofobi da ignoranti. Dovreste passare almeno un mese nelle stesse condizioni psicologiche di una persona che soffre di disforia di genere per capire come ci si sente ad avere un cervello diverso dal corpo esterno. Questo sistema del doppio libretto esiste già in altre università non vedo cosa ci sia di così strano. Il libretto non ha più valore, il suo uso è solo per evitare che vengano fatte domande a sproposito circa l'identità dello studente.