Usa, 64 gatti morti stipati nel congelatore di una 25enne

A dare l'allarme sono stati i vicini che avevano più volte segnalato un maiale slegato che si aggirava pericolosamente per le strade

Ben 64 gatti trovati morti dentro casa sua. Così una donna di 25 anni è stata accusata di maltrattamenti di animali dopo il raccapricciante ritrovamento in una casa di Twin Cities, nel Minnesota. Caycee Lynn Bregel è accusata, oltre che per maltrattamenti di animali, anche di 12 reati minori per aver privato i gatti di cibo, acqua o riparo. Ora la donna rischia fino a due anni di carcere e una multa di 5mila dollari per i crimini commessi. Inoltre, i giudici hanno chiesto per lei anche una perizia psichiatrica.

Come riporta FoxNews, l'allarme è stato dato da un vicino che ha visto più volte aggirarsi per le strade un maiale. Una volta fatta irruzione, gli agenti si sono trovati davanti una scena da far venire i brividi. Il pavimento era pieno di escrementi e l'aria era irrespirabile. Nel suo congelatore, poi, sono stati ritrovati i corpi di 64 gatti.

Oltre alla tragica scoperta, le forze dell'ordine hanno anche cercato di salvare gli altri cuccioli abbandonati a loro stessi nell'edificio, in cui la donna avrebbe dovuto gestire un'organizzazione senza scopo di lucro per cuccioli abbandonati. Inoltre, le autorità hanno anche trovato nove gatti, sette cuccioli e un cane per strada nei dintorni della casa. La Animal Humane Society ha valutato gli animali sopravvissuti. Alcuni dei 43 gatti sopravvissuti alla casa dell'orrore sono stati sottoposti ad eutanasia a causa dei loro problemi di salute.

Commenti

cgf

Lun, 15/04/2019 - 20:58

allevava [e conservava] i gatti per cibo in caso di bisogno. Lo aveva visto fare in Corea del Sud, ma nessuno grida allo scandalo da quelle parti.