Usa, in dodici evadono dal carcere grazie al burro d'arachidi

I detenuti sono riusciti a ingannare un secondino con poca esperienza tramite le telecamere di videosorveglianza

Maxi evasione dal carcere della Walker County, negli Stati Uniti. Ben dodici detenuti sono riusciti a fuggire grazie al burro d'arachidi. Dunque, niente lenzuola legate e usate per calarsi oltre le mura del penitenziario.

Come riportano i siti locali, i detenuti sono riusciti a elaborare uno stratagemma per ingannare le guardie del carcere, in particolare un secondino con poca esperienza. Domenica scorsa, intorno alle 18.30, i carcerati hanno utilizzato il burro d'arachidi contenuto nei panini forniti loro per cena come fosse vernice per invertire i numeri impressi sulle porte di alcuni locali interni. Poi, comunicando tramite telecamera, hanno chiesto alla guardia di controllo di aprire loro la via d'accesso alle celle: l'agente, dalla propria postazione, non poteva sapere che in realtà stava aprendo la porta sbagliata.

Grazie all'errore della guardia i dodici detenuti, tutti tra i 18 e i 30 anni, si sono dati alla fuga, scavalcando velocemente le recinsioni. In poche ore sono stati però tutti ripresi dalla polizia. L'unico che ancora manca all'appello è il 24enne Brady Kilpatrick. Le guardie non sembrano affatto stupite dall'accaduto. "Cambiare i numeri delle porte con burro di arachidi può sembrare una pazzia, ma d'altra parte quei tipi sono pazzi e astuti come volpi - ha detto lo sceriffo James Underwood - Sono criminali che passano tutto il tempo a pensare come fare per fuggire. Le evasioni capitano, e questa volta ci è successo di prendere una cantonata".