Usa, ecco il chip sottopelle per timbrare il cartellino

L'azienda americana Three Square Market installerrà dei microchip sottopelle ai propri dipendenti. Una nuova tecnologia che permetterà acquisti senza carte di credito o denato, l'acceso in sicurezza ai pc aziendali e addirittura di "timbrare il cartellino"

Dal primo agosto i dipendenti della compagnia del Wisconsin Three Square Market saranno dotati di un microchip - che sarà installato sottopelle - per fare acquisti, aprire la porta dell’ufficio, "timbrare il cartellino" e accedere al proprio computer.

Scelte tecnologiche

L'idea arriva dall'incontro tra Todd Westby, il ceo di Three Square Market, e l'azienda svedese specializzata in sensori biometrici, BioHax International. Ma per formulare la "ricetta" per il futuro manca un ingrediente: la 32M, azienda che disegna software per i locali adibiti alle pause pranzo degli uffici, presenti in tutte le compagnie americane. Spazi in cui sono presenti macchinette automatiche per l'acquisto di snack, veri esempi di avanzamento tecnologico.

Basti pensare come si è passati rapidamente da acquistare cibi con le monetine, poi con i dollari di carta e infine con la carta di credito. E allora perché non fare un ulteriore passo avantio, permettendo l'acquisto tramite microchip? Westby ha colto l'occasione per diventare il pioniere della nuova tecnologia, dando l’esempio ai clienti. "I microchip - spiega, come riporta su La Stampa - sono il futuro nel campo dei pagamenti, e noi vogliamo essere parte di questo fenomeno".

Un passo nel futuro

L'ad di Three Square Marketn ha deciso così di stipulare un accordo con BioHax, per comprare i suoi microchip. Grandi quanto un chicco di riso e dal costo di 300 dollari l’uno. I chip si avvalgono di tecnologie delle "near-field communications" (Nfc) e della "radio frequency identification" (Rfid). Gli utilizzi sono i più disparati: acquistare i prodotti che vendono le macchine installate da 32M, aprire la porta dell’ufficio in sicurezza, accedere al proprio computer.

Su base volontaria, 50 dipendenti di Westby hanno accettato di adottarli. Dal primo agosto se li faranno installare sottopelle, precisamente sopra al palmo della mano che sta fra il pollice e l’indice. Three Square Market diventerà la prima compagnia americana ad adottare questa tecnologia. Una sola rassicurazione da parte del dirigente: Westby ha rassicurato i dipendenti: "Il chip non contiene un Gps, e quindi non ci consente di seguire i movimenti degli impiegati. Le informazioni che contiene sono criptate, perciò la privacy è assicurata".

La mossa dell'azienda del Wisconsin apre le porte a nuove soluzioni e implementazioni. Basti pensare a cosa potrebbe fare un chip del genere in campi come la medicina. Il primo passo è stato fatto, chi sarà a fare il secondo?

Commenti

Tuthankamon

Mar, 25/07/2017 - 11:21

Ecco il Grande Fratello totale. Con un chip sottopelle saremo controllati dalla culla alla tomba. Sono certo che la pillola sarà indorata in cento modi. Tuttavia un controllo così percussivo sarebbe da discutere molto in profondità chiarendone bene i motivi. Un chip per timbrare il cartellino può essere intercettato per ben altri motivi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 25/07/2017 - 11:51

Mah....riterrei molto più utile un microchip con capacità pari al cervello umano: qui da noi molti politici ne hanno bisogno.

i-taglianibravagente

Mar, 25/07/2017 - 12:12

Ma coooomeeee??? Ma non era roba da complottardi populisti la storiella del chip sottopelle???? Ah no??? ...comunque ai sinistri piacera' tanto la marcatura umana tipo bestiame nelle stalle....che poi animali e esseri umani sono la stessa cosa....noi non lo abbiamo ancora capito perche' siamo geneticamente e culturalmente inferiori...ma loro si. Buon divertimento. Ah...dimenticavo....i motivi del chip sotto pelle, sono la NOSTRA SICUREZZA e per renderci la vita piu' facile e al passo con il progresso...ILLUMINISTA e ILLUMINATO.

gneo58

Mar, 25/07/2017 - 12:18

bene, vi dice qualcosa ? ...........Apocalisse 13,16-18 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei. Apocalisse 14,9-11 Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell'ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome»........ e non finisce qui - leggetevi l'apocalisse.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 25/07/2017 - 12:48

L'avevo già "predetto" dopo i vaccini i chip obbligatori, naturalmente sempre nell'interesse del "popolino".

Fossil

Mar, 25/07/2017 - 13:04

Questa non la vendete perché questo non è il futuro. È il controllo totale, è il trionfo del nuovo ordine mondiale...vade retro!

TreeOfLife

Mar, 25/07/2017 - 13:20

Furuto: stile lager nazisti in versione hi-tech

i-taglianibravagente

Mar, 25/07/2017 - 13:47

Gneo58. Perfetto.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 25/07/2017 - 14:26

---finchè ci mettono il cappello dicendo che è su base volontaria non vi è da allarmarsi---sarà tutto demandato alla stupidità dei singoli di fare il passo in quella direzione o meno---caro i-taglianibravagente--qui la sinistra non c'entra una cippa---proprio la sinistra che è sempre protesa ad allargare i diritti e le libertà individuali---questi sono piuttosto disegni destricoli--ordine e controllo---non mi meraviglerei se dietro ci fosse lo zampone degli israeliani-che se potessero chipperebbero tutti i palestinesi-swag ganja

i-taglianibravagente

Mar, 25/07/2017 - 14:58

Elkid Lei dice? Si goda le prossime puntate e soprattutto stia attento ai pareri dei suoi "amici" a mano a mano che questi prodigi della scienza arriveranno anche al di qua dell'oceano. Abbia la pazienza di contare (onestamente) quanti da dx e da sx saranno favorevoli nel tempo spinti dalle RAGIONI piu' condivisibili e seducenti in favore della cosa (salute, sicurezza, progresso, miglioramenti di ogni tipo)...e vedra'... sono pronto a ricredermi. La stupira' vedere (!) che i FRONTI saranno ancora IDENTICI, i SOLITI, gli stessi che vede ora tutti i giorni sulle questioni migranti, droghe, omosessualita', eutanasia ecc.ecc. vedra' se non e' vero.

levy

Mar, 25/07/2017 - 15:03

Un chip sottopelle e non hai più bisogno di portarti addosso chiavi schede o denaro in contante, il problema c'è quando te lo disattivano se non balli alla musica che suonano, allora ti accorgerai che non potrai fare assolutamente niente senza il consenso altrui.

S3RP1c0D13s3l

Mar, 25/07/2017 - 16:27

che commenti inutili e privi di logica...da quello che parla di complotti a quello pazzoide dell'Apocalisse. Ma quanti anni avete? Avete senso di critica e di logica o commentate gli articoli ad minchiam senza sapere di cosa si sta parlando. Il problema principale è che si risponde anche quando di tecnologia non si capisce nulla...non sapete cos'è la tecnologia NFC, non sapete cos'è quella RFID, non sapete come funziona un sistema GPS ma state tutti a commentare. Sempre peggio questi "italioti" da tastiera che di argomenti non ne hanno se parlano avanti agli altri ma dietro la tastiera sparano tutte minchiate. Informatevi ignoranti e postate solo dopo aver studiato (SIGH)

Ritratto di DVX70

DVX70

Mar, 25/07/2017 - 17:20

@elkid: credo ti sfugga il concetto di finestra di 'Overton'... poi sarei curioso di sapere quanto 'volontaria' sia stata l'accettazione dei dipendenti di farsi impiantare il chip.

Ritratto di DVX70

DVX70

Mar, 25/07/2017 - 17:44

@S3RP1c0D13s3l: visto che lei è così entusiasta del chip, perché non se ne fa immediatamente impiantate uno in quel benedetto posto ?

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 25/07/2017 - 18:29

---S3RP1c0D13s3l---senti coso---la differenza tra un rfid ed un gps la conosce persino il mio cane che in effetti è dotato di chip rfid-- e lo sa pure il mio cane che se si dovesse smarrire io non avrei modo di ritrovarlo ---mi occorrerebbe teoricamente un antennone di qualche chilometro da mettere sul tetto di casa e comunque difficilmente riuscirei a percepire la risposta stimolata di ritorno--in molte città della danimarca però hanno fatto un esperimento--dotando le nuove vetture di chip rfid e disseminando la città di reader--hanno sempre un quadro preciso dei punti della città più congestionati dal trffico e possono diffondere informazioni utili agli automobilisti per le strade più percorribili--in soldoni--l' rfid è sempre un transponder che ti porti addosso --ed esistono sistemi sofisticati di rilevazione--swag viva quelli che credono di essere intelligenti