Usa, con l'arrivo di Obama è aumentato il razzismo

Ne sono convinti 4 americani su 10. Il dato emerge da un sondaggio della Cnn

Il razzismo negli Usa sarebbe aumentato con l'arrivo di Obama. Ne sono convinti 4 americani su 10, secondo quanto emerge da un sondaggio Cnn/Orc, secondo cui a 50 anni dalla marcia di Selma esistono ancora discriminazioni sia sul fronte del diritto di voto che su quello del sistema giudiziario.

Per il 39% degli intervistati le relazioni tra bianchi e neri negli Usa sono peggiorate dal 2009, mentre solo per un 15% sotto la presidenza Obama c'è stato un miglioramento. Per il 45% non è invece cambiato nulla. Per il 51% degli americani, poi, il Voting Rights Act (varato poco dopo la marcia di Selma) è ancora necessario per garantire il diritto di voto dei neri,;per il 47% no. Per il 50%, inoltre, il sistema giudiziario ancora oggi favorisce i bianchi rispetto ai neri.

Sul fronte dell'occupazione il 72% degli intervistati vede infine dei progressi, con gli afroamericani che nelle loro comunità hanno più o meno le stesse chance dei bianchi di ottenere un lavoro, ognuno in base alla propria professionalità.