"Gli Usa non concederanno l'estradizione di Amanda"

Secondo Neewsweek la Cassazione ripristinerà la condanna, ma una fonte del Dipartimento di Stato Usa ha detto che una richiesta di estradizione verrà respinta

Il 25 marzo approderà in Cassazione il processo per il quale Raffaele Sollecito e Amanda Knox sono stati condannati a 25 e 28 anni e sei mesi di reclusione per l’omicidio Kercher compiuto a Perugia la sera del 2 novembre 2007. Secondo quanto scrive Neewsweek, si prevede che "il più alto tribunale italiano ripristinerà la condanna, facendo di Knox una latitante". Tuttavia, aggiunge, in un lungo articolo di copertina, "una fonte del Dipartimento di Stato Usa ha detto a Newsweek che diplomatici sia in Italia che negli Usa si aspettano che una richiesta di estradizione venga respinta: credo che né l’Italia né gli Usa vogliano un elemento di irritazione per i rapporti tra i due Paesi, e questo lo sarebbe, se gli italiani insistessero".

E se lo facessero, ha detto ancora la fonte, non ci sarebbe alcuna possibilità di un arresto di Knox negli Usa. Nell’articolo, dal titolo "Amanda Knox sarà trascinata di nuovo in Italia per il processo per omicidio?", la giornalista Nina Burleigh, autrice anche di un libro sull’argomento, ripercorre le varie tappe della vicenda e scrive che il caso è stato montato sulla base di un cattivo lavoro svolto dalla polizia investigativa, della fretta della pubblica accusa in una piccola cittadina, e sotto forte pressione da parte dei media, con il pubblico ministero che ha accusato Knox ignorando altri sospetti più plausibili. Un cattivo servizio alla giustizia, afferma.

Commenti

Roberto Casnati

Gio, 19/03/2015 - 23:29

Se un individuo è americano può andare in giro per il modo ad ammazzare chi vuole tanto poi i tribunali americani lo proteggeranno. Americans e giudei fate schifo peggio dell'Isis!

Ettore41

Gio, 19/03/2015 - 23:57

Scusate ma potete dar loro torto? Meglio non inoltrare la richiesta di estradizione ci facciamo piu' bella figura.

brunog

Ven, 20/03/2015 - 00:29

Come volevasi dimostrare, pur avendo la migliore magistratura del mondo. Ai magistrati e agli inquirenti suggerisco di lasciar perdere altrimenti penseranno gli americani ad insegnare agli incompetenti nostrani come si fanno le indagini e i processi.

Pinkerton1

Ven, 20/03/2015 - 00:32

altri schiaffi in arrivo?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 20/03/2015 - 00:54

Fanno bene a non estradare Amanda. Con una magistratura che trascina i processi per anni condannando e assolvendo come se si trattasse di un tragico gioco tra giudici non poteva essere presa miglior decisione. IN ITALIA I CITTADINI COMUNI NON HANNO DIRITTI MA VENGONO VESSATI DA UNA CASTA DI ARROGANTI DIPENDENTI DELLO STATO.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Ven, 20/03/2015 - 01:49

vi aspettavate che gli americani consegnassero ad un altro paese una loro cittadina anche se questa persona è un'assassina? questa pervertita ha ammazzato una ragazza, ha fatto poca galera, è intervenuta a fare pressioni persino il segretario di stato Hilary Clinton per il suo rilascio, è tornata negli Stati Uniti accolta trionfalmente, ha denigrato la nostra polizia giudiziaria, ha fatto soldi con interviste ecc... i cittadini americani sono superprotetti anche se sono ASSASSINI purchè abbiano ammazzato all'estero, non nel loro paese. ricordate la funivia del Cermis ? dove sono i militari assassini? se la godono alla faccia dei 20 morti, speriamo che almeno non se la godano ancora a lungo!

frabelli1

Ven, 20/03/2015 - 03:32

Fanno benissimo!!!

patrenius

Ven, 20/03/2015 - 06:53

Cosa vi aspettavate? Che un "CITTADINO USA" venisse consegnato a una repubblichetta di Pulcinella per di più con una giustizia a singhiozzo? Primo bisognerebbe riaccquistare il prestigio internazionale perso, poi bisognerebbe avere una magistratura affidabile e terzo bisognerebbe tirar fuori le palle...Battisti docet.

cittadinodelsud

Ven, 20/03/2015 - 07:40

I Paesi seri proteggono i propri cittadini così come noi proteggiamo i nostri ... Marò. Continuiamo a ricevere schiaffi da tutti anche dai Paesi Amici.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 20/03/2015 - 07:47

Gli USA fanno solo che bene, da noi i magistrati non gestiscono la giustizia ma l'avanspettacolo. Lo stesso fatto che tra gli accusati hanno messo Raffaele Sollecito, che la vittima quasi non la conosceva, che frequentava Amanda solo da 5 giorni, che non aveva un movente che fosse uno per uccidere Meredith, che ha correttamente avvisato gli inquirenti. Accusato solo perchè era un testimone a scarico di Amanda. Infatti volevano che non la difendesse e quindi l'hanno tirato dentro. Adesso non gli serve più a niente, visto che Amanda è fuori dalle loro grinfie. Può anche darsi che ci ripensino e lascino perdere Raffaele, altrimenti sarebbe come condannare di nuovo Cristo alla croce.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 20/03/2015 - 07:54

E fanno bene! Chi si fida più della cosidetta "giustizia" italiana!!!

Albius50

Ven, 20/03/2015 - 07:54

Se sarà così sarebbe la solita dimostrazione di incapacità da parte della magistratura e dell'investigativa, dal altra parte che ci sia connivenza fra magistratura e sinistra bisogna ricordare la tragedia sulle alpi quando un' aereo USA tranciò un cavo di una teleferica i piloti non ebbero problemi, inoltre bisogna tenere presente di quanti errori la magistratura commette un esempio recente è Berlusconi; questo porta discredito e dubbi negli altri stati.

APG

Ven, 20/03/2015 - 07:58

Mi pare giusto! Se è stata dichiarata innocente è innocente, altro che tre gradi di giudizio!! E poi lei è cittadina americana, mica una pirla italiana che deve sottostare a tre gradi di giudizio da paese sottosviluppato. Ma quando mai???!!!

19gig50

Ven, 20/03/2015 - 08:31

Figuriamoci, l'avrà data a tutto il congresso per non farsi estradiate. Se confermata la condanna spero che qualche familiare della povera Meredith sappia come comportarsi.

terzino

Ven, 20/03/2015 - 08:57

considerando la giustizia italica...

giovauriem

Ven, 20/03/2015 - 09:02

non vi preoccupate signori americani i magistrati faranno l'atto dovuto(stavo per scrivere l'atto grande)e non insisteranno , perché sanno con chi hanno a che fare e se la fanno addosso al solo pensiero di una vostra reazione , i magistrati nostrani sanno bene che con le intercettazioni che fate voi(quelle vere) li potete sputtanare e delegittimare nel giro di in solo giorno.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 20/03/2015 - 09:09

Un Paese come l'Italia ridotto alla mercé dei peggiori rifiuti del mondo, deriso e mortificato per varie situazioni (questione marò, i pagamenti dei sequestri, clandestini, criminalità, corruzione, ecc.), ebbene un Paese del genere può mai far paura alla superpotenza mondiale? La nostra Magistratura conferma, anche in questo caso, di essere fuori dal mondo. Gli americani non concederanno mai l'estradizione di quella assassina. Gli americani ci daranno una bastonata in testa e poi diranno 'a cuccia!'

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 20/03/2015 - 09:17

Gli Stati Uniti sempre più prepotenti e arroganti.................

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Ven, 20/03/2015 - 09:19

a parte lo Stato italiano che ha fatto una figura di m, uno stato che non conta niente sulla scena internazionale, penso a Sollecito che ha coperto la sua fidanzatina.... Aveva tutto per accusarla, perche' lo hanno capito anche i sassi che e' stata Amanda ad ammazzare Meredith insieme ad Aziz, Sollecito ha partecipato come comprimario. Ma non ha voluto testimoniare. Se la sarebbe cavata con qualche anno di carcere, ora invece se ne becca venti secondo me.

Massimo Bocci

Ven, 20/03/2015 - 09:31

Mi sembra giusto, in fondo anche il Brasile con il pluri l'assassino BR, Battisti ci considera una nazione (REGIME) pan democratica visto,comportamenti,attori,storia....coop,costituzione fitti,fitti, di ladri e soprattutto giustizia di regime, (si fa per dire) dunque non vedo perché gli USA dovrebbero avere un opinione diversa (dalla verita!!! A loro non serve falsificare)!e avere un atteggiamento diverso solo perché suamo i loro......asserviti...SCHIAVI!!! Da 70 anni.,,. zerbini!!! Perche anche dei servi proni bisogna diffidare, e vigilare che eseguano gli ordini altrimenti c'è sempre un golpe Spread ??? Per ritornare nel regime, con più affidabili servi!!!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 20/03/2015 - 09:33

Ecco la differenza di IDENTITA' e POLSO. Noi restituiamo due Servitori dello Stato senza un processo senza una CONDANNA. Gli USA, doopo CONDANNA rispondono che possiamo dimenticarci la Sig.ra Amanda. Cari Politici, Cari Magistrati, Caro Presidente della Repubblica, penso che una meditazione NON BASTA a far capire che PAESE ci avete ridotto! Come diceva una canzone: il paese dei balocchi!!!

Ritratto di perigo

perigo

Ven, 20/03/2015 - 09:38

Facciano tesoro le autorità Italiane che hanno avuto lo stomaco di rimandare indietro per due volte consecutive i "marò" attualmente sotto processo in India. Con una condanna definitiva, gli USA non riconoscendo il valore del processo italiano, rifiuteranno l'estradizione. Non si vede come senza neanche aver mai imbastito un processo, le autorità indiane pretendano di trattenere due cittadini italiani nel loro Paese.

APG

Ven, 20/03/2015 - 09:49

E perché mai gli USA dovrebbero concedere l'estradizione? Se in Italia è stata giudicata innocente, è innocente e basta! Altro che tre gradi di giudizio, con tre giudizi contrapposti, come nel nostro paese da terzo mondo! Questa è una cittadina americana, protetta e tutelata dalla Legge Americana!

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 20/03/2015 - 09:49

Questo lo avrebbe dato per scontato fin dall'inizio anche lo scemo del villavvio, figurati se gli Stati Uniti avrebbero concesso l'estradizione di una cittadina americana dopo le pagliacciate mostrate al processo di primo grado. Bisognava non assolverla in secondo grado, o in alternativa assoverla in primo grado. Invece come spesso accade le sentenze in questo Paese sbandato sono sempre a sorpresa, come estrarre un terno al lotto.

aaantonio5555

Ven, 20/03/2015 - 09:56

La giornalista Nina Burleigh ha perfettamente ragione.

steacanessa

Ven, 20/03/2015 - 09:57

E lo credo! In tutto il mondo sono ormai consapevoli del disastro del nostro sistema giudiziario. C'è la battiamo con gli indiani.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 20/03/2015 - 09:59

Alla faccia dei trattati internazionali!! Ci restituiscano il trentino imprigionato ingiustamente in Florida!

marinaio

Ven, 20/03/2015 - 10:04

Amanda uguale Marò uguale Battisti!

maricap

Ven, 20/03/2015 - 10:07

"Non tornerà in Italia" Bene, ma non è detto che non sia raggiungibile al suo paese. I Kercher, parenti della ragazza inglese assassinata, avrebbero tutte le ragioni a farla raggiungere dalla " Giustizia". Fosse capitato a me, nessun dubbio.......

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 20/03/2015 - 10:10

Un Paese come l'Italia ridotto alla mercé dei peggiori rifiuti del mondo, deriso e mortificato per varie situazioni (questione marò, i pagamenti dei sequestri, clandestini, criminalità, corruzione, ecc.), ebbene un Paese del genere può far paura alla superpotenza mondiale? La nostra Magistratura conferma, anche in questo caso, di essere fuori dal mondo. Ovviamente gli americani non concederanno mai l'estradizione di quella assassina. Gli americani ci daranno una bastonata in testa e poi diranno 'a cuccia!'

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 20/03/2015 - 10:57

In America hanno della giustizia italiana (e del suo sistema carcerario) la stessa idea della giustizia e delle carceri turche, ben espresso in "Fuga di mezzanotte". Per questo si terranno ben stretta la loro cittadina. Aggiungo: qualcuno ricorderà la rapidità con cui Amanda, appena assolta, fu allontanata dall'Italia e riportata a casa, via Svizzera mi pare, con un'organizzazione direi militare. Già allora il nostro "sistema giustizia" portava gli Americani a temere un immediato ripensamento, quindi via di corsa. Sekhmet.

Raoul Pontalti

Ven, 20/03/2015 - 15:49

Oh i bananas...non si smentiscono mai! Danno ragione agli USA che senza nemmeno attendere la sentenza fanno sapere che non concederanno l'estradizione NONOSTANTE PRECISO ACCORDO IN TAL SENSO TRA I DUE PAESI! Un messaggio subliminale ai giudici e uno schiaffo alla colonia mediterranea degli Yankees. Però adesso i bananas devono essere coerenti: all'india deve essere riconosciuto lo stesso diritto a non consegnare i marò ai quali la scassata giustizia italiana non darà la meritata sanzione.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 25/03/2015 - 09:49

Per questa bella figura ringraziamo sentitamente la ns. carissima giustizia italiana che continua impunemente a farci deridere in tutto il mondo. Per quanto riguarda alla Knox, se la tengano pure gli USA, l'importante è chiarire che si tratta di una squallida omicida, sgualdrina e drogata.