Va a prendere i figli ubriaco, la moglie glielo nega e lui diventa violento

È stato arrestato il 41enne che era andato a prendere i figli in evidente stato di ebbrezza alcolica e che, quando la ex moglie glielo ha impedito, è diventato violento. Il fatto è avvenuto a Valmontone, in provincia di Roma

È stato arrestato l'uomo che era andato a prendere i figli in evidente stato di ubriachezza dopo che, quando la ex moglie gli ha impedito di portarli via, è nata una lite violenta. Il fatto è avvenuto a Valmontone, in provincia di Roma.

L’uomo, un 41enne artenese con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Colleferro per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo si era presentato dalla ex moglie insieme a un amico ed era in evidente stato di ebbrezza alcolica. La sua intenzione era quella di prendere i figli ma la donna, accorgendosi dello stato psico-fisico dell’ex marito, glielo ha impedito.

Ne è nata una lite violenta. Il 41enne ha cominciato a rompere tutto quello che gli stava intorno, scagliandosi contro l’ex moglie e l’ex suocero, minacciandoli e insultandoli. L’uomo ha rotto il lunotto posteriore dell’auto dell’ex suocero e poi la vetrina di un negozio.

Sono intervenuti immediatamente sul posto i Carabinieri della Stazione di Valmontone, con il supporto di altre due pattuglie della Compagnia e di un militare libero dal servizio. Il loro tempestivo intervento ha impedito che potessero esserci conseguenze peggiori.

I militari lo hanno bloccato e immobilizzato. Poi l’uomo è stato accompagnato in caserma, dove è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia.

Il giorno successivo, l’arresto del 41enne è stato convalidato dal Tribunale di Velletri, che lo ha sottoposto all’obbligo di firma.