Vacanze “on the road”? Ecco le province con i guidatori più maldestri

Siete in procinto di partire e per le vostre vacanze avete scelto un viaggio “on the road”? Attenzione alle strade da percorrere

Siete in procinto di partire e per le vostre vacanze avete scelto un viaggio “on the road”? Attenzione alle strade da percorrere! in alcuni luoghi di villeggiatura, infatti, gli automobilisti si rivelano più maldestri che altrove. Un'indagine condotta da SuperMoney, portale per il confronto dell'assicurazione auto, ha analizzato lo stile di guida in alcuni dei principali luoghi di vacanze del nostro Paese, scoprendo dove viene dichiarato il più alto numero di incidenti. Il risultato?

Al primo posto tra i guidatori più maldestri troviamo la provincia di Livorno: il 15,35% dei livornesi che ha chiesto un preventivo ha dichiarato di aver fatto almeno un sinistro negli ultimi tre anni, contro una media nazionale dell'11,49%. Occhi bene aperti dunque se viaggiate in auto in Toscana, specialmente se alla guida c'è un operaio livornese, il guidatore che in assoluto ha dichiarato più incidenti (22,12%). Deve fare molta attenzione anche chi viaggia sulle strade della provincia di Palermo, dove il 12,54% dei cittadini al volante dichiara di aver fatto almeno un incidente nell'ultimo triennio. I più spericolati, in questo caso, si rivelano essere i pensionati (18,13%). Sul terzo gradino del podio troviamo invece la provincia di Genova (11,80%), e, in particolare, gli spericolati impiegati genovesi (23,44%).

All'estremo opposto, tra le province con i guidatori più virtuosi, troviamo due luoghi di montagna: nella provincia di Trento appena l'8,09% degli automobilisti ha dichiarato un sinistro, mentre a Belluno questa percentuale sale di poco, attestandosi all'8,21%. Può viaggiare tranquillo anche chi ha scelto il Salento per le prossime vacanze, visto che in provincia di Lecce i guidatori spericolati sono solo l'8,36%. Attenzione, però, se sulla propria via si incontra una casalinga leccese: in quella zona sono loro le guidatrici più distratte (12,85%).