Vaccini, genitori falsificano il certificato per iscrivere la figlia all'asilo: indagati

L'episodio in provincia di Bergamo, dove i due genitori hanno taroccato il certificato: ora sono sotto indagine

Hanno falsificato il certificato per iscrivere la figlia all'asilo e sono finiti sotto indagine. L'episodio in provincia di Bergamo, dove due genitori avrebbero taroccato la data del centro vaccinale dell'Ats con il quale era sto fissato l'appuntamente per inoculare alla figlia di tre anni i vaccini previsti per legge.

Insomma, un maquillage per permettere alla piccola di essere iscritta senza intoppi e problemi alla scuola materna in provincia di Lecco. Ora, però, per loro sono guai. Già, perché la Procura della Repubblica di Lecco li ha messi sotto indagine per il reato di "falsità materiale commessa da privato".

Il caso è emerso dai controlli incrociati, in particolare dalla non corrispondenza delle date riportate nella documentazione in questione. Motivo della presunta manomissione, spiega il legale Arveno Fumagalli del foro di Lecco - che si è preso in carico la difesa dei due genitori - sarebbe un precedente significativo per la storia della famiglia: alla zia della bimba, infatti, era stato riconosciuto un danno da vaccino.

Commenti

Tranvato

Dom, 03/03/2019 - 22:44

Untori! E trovano anche un avvocato che li difende ...

Ritratto di Gius1

Gius1

Dom, 03/03/2019 - 23:13

5 stelle