Val Susa, Marco ha perso la memoria, non sarà al processo

Marco Penna a causa di un'amnesia dovuta all'incidente non potrà raccontare quanto accaduto in quella mattina

La vicenda del terribile incidente in Val di Susa che è costato la vita ad una ragazza e ha ridotto in condizioni gravissime il suo fidanzato dovrà fare i conti con un'altra pagina dolorosa. Marco Penna non potrà testimoniare durante il processo contro l'uomo che lo ha travolto con il van. Il ragazzo infatti ha perso la memoria e dunque non potrà raccontare come sono andate le cose quella terribile mattina. Il dottor Marco Bertino a LaStampa parla delle condizioni di Marco: "Matteo ha riportato una serie di traumi importanti da cui si sta lentamente riprendendo. È da 70 giorni ricoverato nell’unità spinale del Cto e cammina a fatica, sostenendosi con un girello". Poi sottolinea come l'amnesia possa essere abbastanza frequente in casi come quello di Marco: "È un processo di rimozione di un evento traumatico di così immense dimensioni - spiega Bertino - abbastanza frequente in casi come questo. A volte alcuni pazienti con il trascorrere del tempo superano l’amnesia, altri invece mai. È come una forma di auto-protezione inconscia dal ricostruire e dunque rivivere un evento tanto tragico". Niente racconti dunque della sequenza dell'incidente. La sua memoria è ferma a prima dell'impatto e non ricorda cosa si accaduto nelle ore precedenti.