Val Susa, pugno allo specchietto del van: così è nata la lite fatale in strada

Sono gravi le condizioni del ragazzo di 29 anni speronato ieri da un furgone in Val Susa mentre si trovava in moto con la fidanzata di 27 anni

Sono gravi le condizioni del ragazzo di 29 anni speronato ieri da un furgone in Val Susa mentre si trovava in moto con la fidanzata di 27 anni, morta sul colpo. Il ragazzo, ricoverato all’ospedale Cto di Torino, ha riportato un trauma cranico e toracico ed è stato intubato. La prognosi è riservata. La storia di questa tragedia in Val Susa di fatto ha lasciato sconvolta un'intera comunità. La dinamica di quanto accaduto lascia poco spazio alle interpretazioni: la rincorsa del Ford Transit è stata premeditata. L'uomo alla guida del furogone ha inseguito in modo costante e a tutta velocità la moto su ciu viaggiavano i due ragazzi per poi travolgerla. Tutto è nato per una lite per una mancata precedenza su una strada della Val Susa. A quanto pare il motociclista dopo un diverbio avrebbe colpito con un pugno lo specchietto del furgone. Poi è cominciato il folle inseguimento. A travolgere la moto è stato Maurizio De Giulio, artigiano di 50 anni di Nichelino. Immediatamente i carabinieri lo hanno sottoposto all'alcol-test a cui è risultato positivo. A dare l'allarme ai carabinieri sono stati gli altri automobilisti, testimoni della tragedia. In tanti hanno affermato che il "conducente l'ha fatto apposta. Quel furgone non ha fatto nulla per fermarsi ed evitare la Ktm". Per la ragazza non c'è stato nulla da fare, è morta sul colpo. Il ragazzo invece in questo momento è intubato e resta in prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravissime.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 10/07/2017 - 11:20

Drogati e alcolizzati alla guida, per non parlare degli incivili...

filger

Lun, 10/07/2017 - 11:21

Per certe fogne umane bisognerebbe ripristinare il patibolo in Piazza con relativa gogna!

unico1930

Lun, 10/07/2017 - 11:30

personaggi del genere a prescindere da nazionalità,colore,religione,idee politiche si devono rinchiudere a vita in una cella e buttare la chiave. se si vuole risparmiare un colpo in fronte.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Lun, 10/07/2017 - 11:34

Una volta stabilita in sede giuridica, la volontarieta' di investire la moto , l'accusa deve divenire omicidio volontario e non omicidio stradale. La pena puo' arrivare fino all'ergastolo , cosa che auguro a quel criminale del furgone.

venco

Lun, 10/07/2017 - 11:40

Questo è un'omicidio doloso, da ergastolo come minimo.

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 10/07/2017 - 12:13

speriamo finisca i suoi giorni in una cella.......

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 10/07/2017 - 12:30

---ho cambiato lo specchietto alla mia auto l'altro giorno --e sono rimasto sorpreso dall'aumento dei prezzi--evidentemente a torino gli specchietti costano molto ma molto di più -se l'automobilista ha ritenuto di dover sopprimere due esseri umani per andare in pari-swag

Fjr

Lun, 10/07/2017 - 12:35

Cicciomessere,concordo ,resta da capire se il fatto che fosse sotto alcolici non possa essere usato come espediente per ridurre la pena, facciamo un parallelo con l'altro caso della donna uccisa dall'attore, in quel caso era sotto effetto di stupefacenti,ok non c'era la volontarietà ma l'omicidio c'è stato ,spero che le testimonianze di chi ha visto siano granitiche altrimenti prevedo un'altro braccialetto elettronico

pinetax

Lun, 10/07/2017 - 12:39

Ok, d'accordo con tutti voi, pero': 1) Chi dei due non ha dato la precedenza, moto o furgone? 2) Diamo un premio per la provocazione del pugno sullo specchietto? Bisognera' spiegare al motociclista che senza il suo pugno allo specchietto, probabilmente la sua ragazza sarebbe ancora viva. Il buon senso l'avrebbe aiutato, ma si vede che anche lui, in quel momento, l'aveva perso ed ahime', aveva di fronte uno piu' fuori di testa di lui. Ricordiamoci che viviamo in un mondo di arroganti ed impuniti, nel quale basta niente per rimetterci... sta a noi evitare di incendiare gli animi gia' accesi dei criminali (di fatto o potenziali) che ci sono in giro...si in giro perche non si puo' metterli in galera, a meno che non siano amici di B. Saluti a tutti e riflettete, non e' il primo caso, successe gia' a Milano anni fa tra due persone apparentemente per bene. Un uomo su uno scooter sputo' su una macchina dopo un diverbio e l'uomo al volante lo fece cadere e questi mori sul colpo.

Ritratto di llull

llull

Lun, 10/07/2017 - 13:09

@pinetax: stavo per esprimere anch'io lo stesso concetto. Non giustifico assolutamente quel delinquente assassino (evidentemente fuori di giri ed anche fuori di testa) ma forse con un po' di buonsenso in più quella povera ragazza sarebbe ancora viva. Anni fa urtai involontariamente - sul nastro trasportatore - alcuni oggetti di un cliente che mi precedeva in coda alla cassa di un supermercato. La sua reazione fu violenta: butto per terra tutta la mia spesa. Se io avessi reagito sarei passato dalla parte della ragione a quella del torto e sarebbe scoppiata una rissa. Riuscii a mantenere tutto il mio sangue freddo invitando anche gli altri clienti a far finta di nulla. La cosa terminò lì. Invito tutti a mantenere - soprattutto d'estate - il massimo autocontrollo anche se siamo dalla parte della ragione perché non si sa mai con chi si ha a che fare.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 10/07/2017 - 13:14

Dalle ultime notizie radiofoniche, radio 1, il delinquente alla guida del furgone assassino, risulta un ubriacone cronico più volte sanzionato. Non si capisce come poteva ancora guidare un mezzo. In galera e gettare le chiavi.

ir Pisano

Lun, 10/07/2017 - 13:21

Spero solo che chi lo giudica non sia più feccia umana e mostro di lui.

venco

Lun, 10/07/2017 - 13:24

pinatex 12,39 se uno mi da una sberla io sono in diritto di ucciderlo?

handy13

Lun, 10/07/2017 - 13:46

...lo scrivo ogni volta,..va cambiata la legge,....quando sei beccato alla guida con alcool o droga,..ritiro della patente MA SOPRATTUTTO DEL VEICOLO...!!!!!!!!... è quella l'arma, il veicolo NON il libretto di carta..!!!!... ma è così difficile da capire.?

Ernestinho

Lun, 10/07/2017 - 13:53

Purtroppo sulla strada ci sono delle prepotenze continue. E spesso saltano i nervi! Nella mia città c'è uno STOP a cui nessuno non solo non si ferma, ma neanche rallenta, con pericolo di incidenti. E chi usa il clackson per fare rilevare l'infrazione, come minimo, si vede offendere con un gesto delle dita. Ho fatto continuamente presente il fatto alle Autorità ma se ne fregano!

beppechi

Lun, 10/07/2017 - 13:57

è terribile e ingiustificabile quello che è successo a questi poveri ragazzi. Detto questo bisogna anche dire che è abbastanza normale per i motociclisti ribaltare gli specchietti delle auto e fuggire. Forse questi due ragazzi hanno pagato (troppo) questo brutto vizio

Ernestinho

Lun, 10/07/2017 - 13:59

A me una volta è capitato che un automobilista mi ha rincorso minacciandomi in quanto, inavvertitamente e non per mia colpa data la lunga coda, mi ero immesso nella corsia sbagliata cercando poi. lentamente, di rimettermi in quella giusta! Non l'avessi mai fatto, mi inseguì come un pazzo! Ci vogliono più controlli e pene altrimenti sono guai per tutti!

evuggio

Lun, 10/07/2017 - 14:06

elkid, sono ancora io, evuggio; penosamente spiritoso il tuo post, peccato sia del tutto fuori posto per la tragicità del fatto. Evidentemente non hai ancora trovato quello che hai ormai palesemente perso: prova con un trapianto.

ziobeppe1951

Lun, 10/07/2017 - 14:30

Sentii una botta allo specchietto..il solito stratagemma per truffarti i soldi....non vi racconto come ho fatto a terrorizzarlo e a darsi alla fuga....

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 10/07/2017 - 14:39

Ma cosa volete che succeda nella repubblica bidone partigianresistenziale? Subito idignazione, poi processo, condanna, appello riduzione di pena, cassazione altra riduzione. Poi semliberta, domiciliari. Se sta debtro 2 anni sono tanti.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 10/07/2017 - 14:40

Ma cosa volete che succeda nella repubblica bidone partigianresistenziale? Subito idignazione, poi processo, condanna, appello riduzione di pena, cassazione altra riduzione. Poi semliberta, domiciliari. Se sta dentro 2 anni sono tanti.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 10/07/2017 - 14:40

----evuggio--la mia non era affatto una battuta di spirito--ma l'evidenziare una tendenza ormai molto diffusa tra gli italiani--quella di dare cioè un valore spropositato agli oggetti---conosco tipi potenzialmente in grado di uccidere se gli tocchi l'ipad ultimo modello---o se gli lasci un'impronta di dito sul cofano dell'auto appena lucidato--gli oggetti come affermazione di un se che latita--mai mi verrebbe in mente la malsana idea di inseguire con l'auto qualcuno con l'intenzione di arruotarlo sol perchè mi ha graffiato l'auto medesima--neppure se fossi sotto l'effetto della ganja--swag

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/07/2017 - 14:51

gzorzi,si e' dimenticato di zingari,romeni,diversamente bianchi,kossovari che stiamo mantenendo da lunghissimo tempo fra l'altro,albanesi,nordafricani,ecc.Ciao bello.

pinetax

Lun, 10/07/2017 - 14:56

Venco 12:34, qui non si parla di diritto, ma di buon senso. Lei puo' dare sberle a chi vuole, ma non ne conoscera' le reazioni che una volta subite. Se poi mette in pericolo uno dei suoi cari, alla fine si deve assumere le sue responsabilita'. D'altro canto, si dovrebbero assumere le responsabilita' colore che dovrebbero assicurarsi che alcolizzati non guidino nemmeno un triciclo.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 10/07/2017 - 15:06

pinetax,lei a colto nel segno.Buonagiornata

Ritratto di Vogelspinnen-ChrisLXXIX

Vogelspinnen-Ch...

Lun, 10/07/2017 - 15:29

Chissà perchè in Corea del Nord certe cose non succedono mai. Ops, ho nominato la Corea del Nord. Ops, il Comunismo. Ops, il rumore dei neuroni dei destricoli e dei "comunisti fasulli" che vanno in tilt :-) Metodo Corea del Nord e via... con un filo di gas. Altro che processi, prigioni ecc

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Lun, 10/07/2017 - 15:56

thunder : che cavolo c'entrano "i zingari, romeni, albanesi, nordafricani"?!

simonferraris

Lun, 10/07/2017 - 16:24

...il solito terrone pregiudicato senza alcun controllo di sè.

titina

Lun, 10/07/2017 - 16:30

Non ho capito: chi non ha rispettato la precedenza? Altrimenti non si può giudicare, fermo restando che l'alcolizzato si è comportato comunque da delinquente

ziobeppe1951

Lun, 10/07/2017 - 16:40

RomenoX...15.56...zingari, romeni, albanesi, nordafricani...c'entrano..c'entrano... eccome se c'entrano

titina

Lun, 10/07/2017 - 16:55

x handy13. perfettamente d'accordo: chi guida sotto effeto di alcool o droga non deve mai più guidare, quindi ritiro dell'auto innanzitutto. E non capisco come fa una donna con figlia a mettersi in macchina con il compagno che ha bevuto.

cabass

Lun, 10/07/2017 - 17:54

De Giulio... De giù! Non mi suona molto piemontese... Solo per polemizzare un po' con i sinistrati che fanno sarcasmo sul fatto che stavolta non fosse un rumeno o un marocchino.

pimmio78

Lun, 10/07/2017 - 18:33

elkid, potevi farne a meno!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Lun, 10/07/2017 - 18:34

Se la dinamica è quella riportata, questo non è un casuale incidente stradale come ne capitano tanti. Questo è omicidio premeditato: perché se ci si lancia a tutta velocità contro qualcuno per schiacciarlo contro qualcosa di solido (in questo caso un guard rail) evidentemente lo si fa solo per fare male, molto male, fregandosene se si arriva a esiti catastrofici per le vittime. L'avvocato del killer proverà a inventarsi che si sono rotti i freni o che il conducente killer ha avuto un improvviso malore che gli ha fatto perdere il controllo dell'auto. Gli avvocati possono inventarsi quello che vogliono, il problema è costituito sempre dai giudici che spesso abboccano alle loro fandonie.

rossini

Lun, 10/07/2017 - 18:39

Quanti di noi, tutti i giorni, specie quando sono alla guida di un'autovettura, subiscono atti di prepotenza gratuita tipo quello del pugno allo specchietto sferrato dal motociclista. Subiamo e facciamo finta di niente anche se per un attimo, un solo attimo, il sangue ci monta alla testa e saremmo tentati di reagire con violenza. Forse il motociclista avrebbe dovuto pensare a tutto questo. Oggi non starebbe piangendo la morte della sua ragazza e le sue ferite in ospedale.

g.ringo

Lun, 10/07/2017 - 19:06

Con un buon avvocato otterrà i domiciliari e la attenuante di essere sotto effetto alcolico. E' palese che si tratta di omicidio volontario che in qualsiasi paese civile sarebbe sanzionato con l'ergastolo.

pinetax

Lun, 10/07/2017 - 19:17

Tanto per non considerare questo un episodio isolato. Il signore dell'articolo al link aveva una bimba di 4 anni. http://www.ilgiornale.it/news/vita-ragioniere-poi-follia-ho-perso-testa-l-ho-ammazzato.html

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Lun, 10/07/2017 - 19:37

cabass : perche' "sta volta", i romeni o i magrebini hanno gia fato cose simili?!

Gianni Barbero

Mar, 11/07/2017 - 12:52

La meccanica è ancora da chiarire.Il motociclista affianca il furgone,poi gli si mette davanti(na moto poteva tranquillamente seminarlo) e alla rotonda si ferma,o quasi.L'automobilista probabilmente dirà che ha frenato inopinatamente,quasi volesse obbligarlo a fermarsi.