Valeria Marini, sfogo in tribunale: "Così mi offendeva Pirino"

"Manuel Pirino aveva assunto atteggiamenti aggressivi e offensivi nei confronti dei miei collaboratori, compresa mia madre, e diceva cose spiacevoli sul mio conto"

Valeria Marini si sfoga. "Manuel Pirino aveva assunto atteggiamenti aggressivi e offensivi nei confronti dei miei collaboratori, compresa mia madre, e diceva cose spiacevoli sul mio conto, anche in presenza dei miei avvocati e di altre persone, ecco il motivo per cui avevo messo fine a ogni tipo di collaborazione con lui". Con queste parole la Marini ha parlato in aula al processo ai giudici di Sassari contro Manuel Pirino, gioielliere sassarese di 36 anni suo ex collaboratore accusato dalla stessa Marini di calunnia e diffamazione.

Secondo l'attrice,che ha risposto alle domande del pm Simone Sassu e del suo avvocato, il legale romano Bartolomeo Giordano, quell'interruzione del rapporto di lavoro fu all'origine della vicenda giudiziaria che, a parti invertite, si è conclusa un anno fa con l'assoluzione della Marini dall'accusa di appropriazione indebita per la mancata restituzione al suo ex assistente di gioielli per un valore di quasi 170 mila euro. Dopo l'assoluzione, la showgirl ha denunciato Pirino.