Valsusa, bandiera No Tav esposta sul balcone del municipio

I carabinieri denunciano l'episodio alla Prefettura. Il sindaco: "Esposte solo per la durata di un concerto di musica tradizionale"

Ieri sera, chi si fosse trovato a passeggiare per la piazza di Almese, in Val Susa, guardando verso la facciata del municipio avrebbe avuto una strana sorpresa: dal balcone principale, sui pennoni collocati sopra all'ingresso del palazzo municipale, pendevano due bandiere con il simbolo No Tav, ai lati del Tricolore e del vessillo europeo.

Immediatamente è partita la segnalazione dei Carabinieri alla Prefettura. Il sindaco del comune valsusino, Ombretta Bertolo (eletta a maggio con una lista No Tav, ndr), si è giustificata spiegando che i due vessilli sono stati esposti solamente per la durata del concerto dei Lou Dalfin, un complesso di musica tradizionale occitana esibitosi sulla piazza del paese nel corso della rassegna "Mezzanotte bianca".

Innalzando quelle bandiere, ha spiegato la Bertolo, "si è voluto riprendere e dare forza al messaggio in favore della difesa del territorio che i musicisti hanno lanciato durante il concerto".

Commenti

plaunad

Lun, 08/09/2014 - 10:40

La giunta di Almese va immediatamente destituita ed il Comune commissariato, come si fa con la Mafia. Del resto non c'é molta differenza.

maurizio50

Lun, 08/09/2014 - 10:59

Complimenti a detto Sindaco!! Ecco i terroristi che sotto mentite spoglie si agitano nel contesto politico! E con questa gente si vorrebbe rifondare la Nazione???

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 08/09/2014 - 11:48

Anche i cogli la prima mela possono diventare dei sindaci.

Antonio Lezzoche

Lun, 08/09/2014 - 12:19

Il sindaco di Almese ? arrestatelo insieme ai terroristi di NO-TAV

vigpi

Lun, 08/09/2014 - 13:18

L'unica soluzione è tagliare a questi comuni (che già in forze dell'ordine ci costano un patrimonio) tutti i trasferimenti dallo stato e aumentare tasse e imposte. Vedremo se poi continueranno a mantenere tutti quegli sfaccendati che stanno lì accampati da anni.

angelomaria

Lun, 08/09/2014 - 13:22

VERGOGNE SU VERGOGNE CHI APPOGGIA GL'EVERSIVI E'UN EVERSIVO E COME TALE VA TRATTATO!!!

Joe Larius

Lun, 08/09/2014 - 14:02

Ma signori perchè no "no tav" ? Accontentiamoli: all'imbocco della valle barriere insormontabili. Passaggio aperto solo a carrozze con cavalli e traffico pesante a carri a trazione animale. Ferrovia esistente, solo treni azionati da locomotive a vapore, ma non più di 2 al giorno per direzione. Traffico veloce: raggiungere Lion in bicicletta e prendere il TVE per Parigi. Severamente vietato usare i verdi come combustibile di qualsiasi genere

egi

Lun, 08/09/2014 - 14:11

Avanti con gli imbecilli, grande partito comunista, guarda quanti imbecilli sei riuscito a creare, puoi essere soddisfatto.

Otaner

Lun, 08/09/2014 - 14:39

Credo che sia un dovere di tutti i sindaci italiani agire per far rispettare ai suoi amministrati le leggi dello Stato. Perché far sventolare dal palazzo comunale le bandiere dei No Tav che spesso attaccano con violenza le forze dell'ordine che difendono le leggi del nostro stato?