Vandalismo, vodka al posto della statua della Madonna

Una statua della Madonna, a Caldogno, in provincia di Vicenza, è stata rubata e sostituita con una bottiglia di vodka vuota

Ennesimo atto di vandalismo in Veneto a danno dei simboli religiosi cristiani. Domenica sera, dopo una notte brava a base di alcol, è stata profanata la statua di Maria regina della pace dal suo capitello nel parco di via Monte Verena nel piccolo centro di Caldogno in provincia di Vicenza.

La statua della Madonna è stata tolta dall’albero in cui era posizionata ed è sostituita da una bottiglia vuota di vodka. La profanazione, come racconta il Giornale di Vicenza, è stata completata appendendo il simbolo religioso sui rami dell’albero e, poi, facendolo completamente sparire. Non è il primo atto di profanazione che si verifica in terra veneta. Sempre nel vicentino lo scorso week end a Breganze è stata decapitata la statua del Beato Bartolomeo sul colle di Santa Lucia, mentre in agosto, dentro l’oratorio della Beata Vergine Immacolata in Valli del Pasubio, era stato rubato un crocifisso.

Commenti

Gianluca_Pozzoli

Mar, 04/10/2016 - 16:16

sicuramente dell'est o afroamericani...RISORSE BOLDRINI

Ritratto di lucaju

lucaju

Mer, 05/10/2016 - 10:13

...porgere l'altra guancia è sintomo di credo religioso, ma riproporre la guancia già colpita è da debosciati!...RIALZATI ITALIA!!!...se non ci pensiamo da soli i parassiti ci renderanno schiavi a casa nostra...

dakia

Mer, 12/10/2016 - 18:06

E' soltanto l'inizio, visto che il nostro governo li lascia scorazzare, quando avranno il documento di cui in corso dal viminale, disfarranno tutto ciò di cui, oltre a religione è arte e non sapremo allora dove iniziare a difendere il paese.