Vaticano, il direttore della Sala Stampa ha rinunciato

In Vaticano, dopo le recenti nomine nel settore della Comunicazione, cambia pure il direttore della Sala Stampa: a Greg Burke, che ha rinunciato, succede ad interim Alessandro Gisotti

Aria di cambiamento in Vaticano. Dopo la nomina di Andrea Tornielli a direttore editoriale del Dicastero per la comunicazione e dopo quella relativa ad Andrea Monda, che è diventato il direttore dell'Osservatore Romano, arriva una "sostituzione" pure in Sala Stampa.

Greg Burke e il suo vice, infatti, hanno rinunciato all'incarico: "Il Santo Padre Francesco - si legge nella nota diffusa al riguardo - ha accettato la rinuncia del Direttore e del Vice Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Dott. Greg Burke e Dott.ssa Paloma García Ovejero, e ha nominato Direttore ad interim della Sala Stampa della Santa Sede il Dott. Alessandro Gisotti, finora Coordinatore dei Social Media del Dicastero per la Comunicazione". Burke aveva preso il posto di padre Lombardi nell'estate del 2016. Dovrebbe trattarsi di un normale avvicendamento, ma non è escludibile che la scelta operata da Bergoglio debba essere all'interno della riforma del settore comunicativo che il pontefice argentino sta portando avanti in Vaticano.

A Greg Burke succede così Alessandro Gisotti, già vice Caporedattore di Radio Vaticana e membro della Commissione per l'Informazione del Sinodo dei giovani, che si è tenuto durante lo scorso mese di ottobre. Tra i libri scritti dal nuovo vertice della Sala Stampa, pure un volume intitolato "Dio e Obama. Fede e politica alla Casa Bianca". Burke e Ovejero, che era stata la prima donna a occupare un incarico del genere, hanno ringraziato il Santo Padre via Twitter: "Paloma e io - ha scritto l'ex portavoce sul social citato - abbiamo rassegnato le dimissioni con effetto dal 1 gennaio. In questa fase di transizione nella comunicazione vaticana, pensiamo che sia meglio che il Santo Padre sia completamente libero di formare una nuova squadra".

Quella "nuova squadra" di cui farà parte pure Alessandro Gisotti, che ha ringraziato il vescovo di Roma per la fiducia e ha sottolineato di provare stima nei confronti dei suoi predecessori: "Cercherò - ha proseguito - di adempiere all'incarico affidatomi al meglio delle mie capacità, con quello spirito di servizio alla Chiesa e al Papa che ho avuto il privilegio di imparare stando accanto a padre Federico Lombardi per quasi 20 anni. So bene che il mio incarico, per quanto ad interim, è particolarmente impegnativo ma sono confortato dal conoscere il grande valore dei miei colleghi della Sala Stampa di cui in tante occasioni ho potuto apprezzare la professionalità e dedizione".

Commenti

manson

Lun, 31/12/2018 - 15:42

il pampero apostata maomettano kompagno perde i pezzi, probabilmente non ne potevano più di diffondere le sue farneticazioni

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 31/12/2018 - 15:54

Dopo il libro "Dio e Obama" il prossimo sarà' "Il diavolo e l'acqua Santa".

ilbelga

Lun, 31/12/2018 - 18:20

il direttore della Sala Stampa rinuncia: solo lui??? a me pare che abbiano già rinunciato in molti in Vaticano a compiere la loro missione...

oracolodidelfo

Lun, 31/12/2018 - 23:33

Burke rinuncia? Poca roba. Riflettano un po' su quanti cristiani "rinunciano" a frequentare le Chiese....