Vede la strana (e pericolosa) creatura in riva al mare e si avvicina troppo

Un uomo vede la strana creatura marina in riva al mare. E si avvicina troppo: i suoi tentacoli sono pericolosi e molto dolorosi

Si è avvicinato ignaro di quello che gli sarebbe potuto accadere. Un bagnante ha visto sulla riva della spiaggia una strana creatura che forse non aveva mai visto. Incuriosito, si è avvicinato (troppo).

L'animale in questione sembra ai meno attenti osservatori (come il ragazzo protagonista del video) una normale medusa. Ma non lo è. Si tratta di un sifonoforo (La Physalia physalis), ovvero un insieme di quattro individui marini integrati tra loro.

La creatura marina può essere pericolosa per l'uomo. I suoi tentacoli, infatti, ben più di quanto non possano esserlo le meduse, se toccano la pelle dell'uomo sono in grado di punture dolorose. La caravella portogese, questo il suo nome "comune" oltre a "medusa assassina", non è facile da incontrare. Di solito è lunga intorno ai 20 centimetri ma i suoi tentacoli possono raggiungere anche i 50 metri. Ecco perché il ragazzo del video, pubblicato da Fanpage, ha rischiato molto avvicinandosi così tanto alla creatura e rischiando di essere pizzicato da uno dei suoi tentacoli.

"Può provocare nei casi 'fortunati' un intenso bruciore -spiegava nel 2016 un esperto - ma nei casi peggiori e in soggetti a rischio può causare anche l'arresto cardiaco".

Commenti

cgf

Mer, 27/06/2018 - 07:53

Ai sub è sempre raccomandato di non toccare nulla, non è [solo] per la salvaguardia del patrimonio ittico. In diverse zone dell'Australia vi sono periodi dell'anno in cui è vietata la balneazione, dalla caravella portoghese, acca compresa, bisogna restare alla larga.