Velletri, bambino cade in un pozzo profondo otto metri

Un bimbo di due anni è caduto in un posso di almeno otto metri di profondità sito in una proprietà agricola a Velletri, in provincia di Roma

Un bimbo di due anni è caduto in un posso di almeno otto metri di profondità sito in una proprietà agricola a Velletri, in provincia di Roma. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco con quattro squadre e i sommozzatori. Il bimbo è stato salvato e insieme al nonno, che stava tentando di soccorrerlo, sono stati medicati dal personale del 118. Ancora da chiarire come il bimbo sia caduto nel pozzo. Il bimbo è stato immediatamente affidato alle cure del 118 e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Velletri con uno scompenso cardiocircolatorio. A quanto pare per troppo tempo sarebbe rimasto sott'acqua. Con l'aggravarsi delle condizioni del bimbo, si è deciso per il trasferimento all'ospedale Bambino Gesù di Roma, dove il piccolo è giunto in un'ambulanza scortata da due gazzelle dei carabinieri.

La memoria in questo caso non può che andare alla vicenda del piccolo Alfredino del 1981 anche lui precipitato in un pozzo. Dopo alcuni giorni di tentativi per salvare il bambino, Alfredino morì, da solo nella profondità di quel pozzo. Solo alcuni settimane dopo venne scavato un altro pozzo per poter recuperare il corpo ormai senza vita del bambino.

Commenti

vottorio

Dom, 02/04/2017 - 15:14

questi pozzi devono essere sempre accuratamente chiusi con lucchetti che non permettano l'accesso e deve essere nominato un responsabile.