Dal Veneto a Wall Street: il potere della famiglia Benetton

Dall'abbigliamento alle infrastrutture e alla ristorazione: la famiglia veneta ha investito in importanti aziende italiane. Con l'aiuto di Goldman Sachs

Non solo moda. Da quasi trent'anni il business della famiglia Benetton è passata dal settore dell'abbigliamento a quello delle infastrutture e della ristorazione. Come ricorda La Verità, la crescita esponenziale dei ricavi del gruppo e quindi del patrimonio della famiglia ha consentito grandi investimenti in importanti aziende italiane.

Oltre a quote del gruppo in Rcs e nel Sole 24 Ore, la famiglia veneta possiede il 100% di Benetton group e consistenti partecipazioni che spaziano dalla ristorazione (Autogrill), alle infrastrutture (Eurostazioni) ai trasporti (Atlantia, società a cui fanno capo Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma), fino ad assicurazioni e banche (Generali, Mediobanca, Banca Leonardo). Piccola la quota in Pirelli. La famiglia detiene inoltre il 100% dell'azienda agricola Maccarese e di Compania de Tierras Sudargentinas, in Patagonia. Edizione Property è invece la holding nel settore del mattone, con un patrimonio immobiliare che vale intorno poco più di 1,4 miliardi di euro.

Il salto di Benetton da Ponzano Veneto fino a Wall Street arriva grazie a Goldman Sachs che sostiene le diverse acquisizioni del gruppo. L'istituto è sempre stato un alleato della famiglia ed è intervenuto più volte nel riassetto del gruppo. Un legame solido se si considera che Alessandro Benetton, figlio di Luciano, ha mosso i suoi primi passi proprio in Goldman Sachs.

Commenti

seccatissimo

Dom, 19/08/2018 - 03:01

Ma che faccia da furbacchione spiritato-esaltato ha questo Benetton. Però, con tutti i soldi che ha potrebbe anche andare da un parrucchiere e farsi tagliare ogni tanto la zazzera in modo decente, questa sua eccentricità ostentata la trovo di cattivo gusto e ridicola per una persona della sua età !