Venezia, barricati al secondo piano mentre i ladri fanno razzia

Marito, moglie e due figli chiusi in una camera con porta blindata mentre una banda di ladri deruba tutto ciò che trova al piano inferiore

Sono stati costretti ad asserragliarsi in una camera con la porta blindata per sfuggire ai ladri che stavano facendo razzia nella loro villa. Un'intera famiglia: marito, moglie e due figli hanno atteso che i malviventi finissero di rubare prima di uscire allo scoperto.

Succede anche questo in un'Italia dove a comandare sono le bande di ladri che senza pietà e senza timore attaccano le case e gli appartamenti degli italiani. Il raid scatta verso le 2 di notte. Quattro uomini hanno fatto irruzione in una villetta a Ceggia, in Veneto. I delinquenti sono entrati a volto coperto scassindando una finestra del primo piano. Mentre la famiglia si barricava in una stanza blindata, la banda ruba circa 500 euro e una Mercedes del valore di 60 mila euro, tutto mentre l'allarme della casa era in azione e suonava indisturbato. La coppia, M.I e G.I, insieme a dui figli racconta la vicenda sul La Nuova di Venezia e Mestre: "Possiamo solo difenderci da soli. Temevo per la mia famiglia. Ho i porto d’armi, ma non avevo mai pensato di doverlo usare prima d’ora". E prosegue: ""E' stato tremendo non ci resta che difenderci, e forse è meglio la galera che il cimitero".

Commenti
Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 18/02/2016 - 21:46

Ma quando finirà questo SCHIFO? ITALIANI TUTTI........BASTA!!!!

killkoms

Gio, 18/02/2016 - 23:03

se avessero sparato ai ladri,come ha fatto recentemente un tabaccaio,sarebbero stati condannati alla galera ed al risarcimento danni!ormai la legge italica punisce gli onesti e salva i disonesti!

justic2015

Ven, 19/02/2016 - 02:16

Se commento mi rovescio.