Venezia, fermati 20 immigrati: vendevano borse contraffatte

La polizia di Venezia e Jesolo ha arrestato 20 extracomunitari che gestivano un fiorente commercio di borse contraffatte

Decine di borse pronte a essere contraffatte sequestrate, 20 persone fermate. È il risultato dell'ampia operazione congiunta anti-abusivismo e contraffazione messa a segno ieri dalle forze di polizia locale di Venezia e di Jesolo. L'operazione, che ha coinvolto 13 pattuglie, è iniziata ieri alle 7 presso la stazione ferroviaria di Mestre da dove partono gli autobus Atvo, l'Azienda Trasporti Veneto Orientale, che trasportano turisti e pendolari verso Jesolo.

Gli agenti in borghese hanno individuato su tre autobus circa 20 immigrati con grossi borsoni, hanno dunque informato i colleghi appostati nella statale Triestina tra Mestre e Jesolo, che hanno provveduto a fermare i bus all'altezza della località Aeronavali e a perquisire i sospettati.

L'operazione sul campo si è conclusa alle 19.00; in precedenza, Atvo aveva messo a disposizione tre bus vuoti per permettere ai passeggeri dei pullman fermati di proseguire verso destinazione senza grossi ritardi. I 20 fermati sono stati trasportati presso il Comando della polizia locale di Venezia.

Dalle operazioni di identificazione, condotte in collaborazione con la questura di Venezia, è emerso che 17 venditori abusivi provenivano dal Senegal, 2 dal Gambia, 1 dalla Guinea. Due fermati saranno espulsi, altri due sono stati segnalati alle questure di Venezia e Avellino dove avevano avviato le domande per l'ottenimento del permesso di soggiorno, ora compromesso.

"Non potendo fermare i venditori abusivi sul litorale per questioni di ordine pubblico - ha spiegato il comandante della polizia locale di Jesolo Claudio Vanin - abbiamo dovuto fermarli alla partenza, ovvero sugli autobus che queste persone prendono la mattina presto da Mestre per raggiungere Jesolo".

"È stato un esempio brillante di collaborazione tra due comuni e rispettive forze dell'ordine - ha spiegato l'assessore alla coesione sociale di Venezia Simone Venturini - l'operazione si inserisce in un contesto generale di contrasto al degrado che non ha precedenti a Venezia".

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 10/08/2017 - 16:52

Non ci credo neanche se lo vedo!!!lol lol Dopo decenni che noi qui scriviamo certe cose, sulla provenienza ILLEGALE di quello che vendono in spiaggia i VU CUMPRÀ, qualcuno si sta svegliando!!! Non sara per caso l'approssimarsi delle elezioni che i ROSSI al Komando temono di perdere!!!! AMEN.

VittorioMar

Gio, 10/08/2017 - 17:06

..AVETE ANCHE INDIVIDUATO ANCHE I LORO DATORI DI LAVORO E DI MERCI CONTRAFFATTE ??...QUESTI SONO GLI SFRUTTATI...GLI SFRUTTATORI SONO ITALIANI ,QUASI TUTTI...!!...DA CONTROLLARE ANCHE QUALCHE CINESE CHE NON PAGA LE TASSE.....A SCOVARLI!!

venco

Gio, 10/08/2017 - 17:14

SE ne accorgono adesso?, nelle spiagge adriatiche sono da almeno 30 anni che vendono abusivamente roba contraffatta, e nessuno fa niente.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 10/08/2017 - 17:19

ma non sarebbe il caso di trovare chi gli dà le borse false da vendere (e le produce)??????

istituto

Gio, 10/08/2017 - 17:24

Ma questo traffico va fermato anche nelle grandi città dove è sotto gli occhi di tutti. Sono decenni che non vedo a Milano una " retata"... Ma il fatto è che da un pezzo la città è amministrata dai compagni e loro amano le RISORSE....

gianni.g699

Gio, 10/08/2017 - 17:24

uauuu !!! dopo oltre 20 anni di traffico di prodotti contraffatti oggi si accorgono che esistono ??? uauuuuuu

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 10/08/2017 - 17:45

Sai che scoperta! Degna di Frottolo...

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 10/08/2017 - 17:51

@venco....non solo sulle spiagge adriatiche anche quelle toscane. Inoltre lo sanno benissimo. Il mutamento di rotta ha UNA sola spiegazione: batosta elettorale,passata e futura,alias poltrone a rischio.

cgf

Gio, 10/08/2017 - 17:58

perché non gli hanno contestato anche l'occupazione di suolo pubblico, vendita abusiva, soprattutto l'evasione fiscale, con quella vai dritto in galera... se sei italiano.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 11/08/2017 - 06:07

quanto carcere faranno? Ajajaj