Ventenne americano ucciso mentre giocava per strada a Pokemon Go

il giovane stava camminando, quando è stato freddato da una persona che poi è scappata senza rubare nulla

Stava giocando a Pokemon Go quando, per motivi ancora da accertare, è stato ucciso da un colpo di arma da fuoco. La vittima è un ventenne della California, Calvin Riley, riferiscono i media americani. Secondo quanto ricostruito, il giovane stava camminando vicino al Fisherman's Wharf, una delle maggiori attrazioni turistiche di San Francisco, quando è stato freddato da una persona che poi è scappata senza rubare nulla.

Al momento, ha riferito il sergente Robert Jansing "non c'è un reale motivo dietro l'uccisione" e non è chiaro se la sparatoria sia legata a Pokemon Go, la popolare app che permette di andare in giro alla ricerca di mostriciattoli da catturare.

"Da quello che sappiamo, non c'è stata una colluttazione. Non c'è stato nulla che sia stato detto prima o dopo", ha spiegato un amico di famiglia a KGO-TV.

"È stato tutto senza senso, sono arrivati e gli hanno sparato alle spalle, e poi sono corsi via come se niente fosse". La polizia ha sequestrato le telecamere a circuito chiuso che potrebbero aiutare ad identificare l'assassino.