La vera "bolla" è Matteo

Che il problema parta da lontano è ovvio, ma certo è che questa nuova crisi sta entrando in Italia come il coltello nel burro

Matteo Renzi ha rotto il riserbo nel quale si era chiuso allo scoppiare della tempesta finanziaria che, anche ieri, ha falcidiato la Borsa e fatto rialzare lo spread. «L'epicentro non è in Italia», ha detto per cercare di scrollarsi di dosso qualsiasi responsabilità. La realtà, però, lo smentisce. Prendiamo ieri: la Borsa inglese ha perso un punto percentuale, quella tedesca l'1,1, Parigi ha ceduto l'1,69 mentre Milano ha perso da tre a quattro volte tanto. Per l'esattezza il 3,21. Dall'inizio dell'anno le nostre aziende top hanno perso il 25 per cento del loro valore e questo non è certo un buon auspicio per la crescita. Anche perché lo stesso danno lo hanno subìto i consumatori che avevano affidato i loro risparmi al mercato e ora, ovviamente, bastonati tirano i remi in barca sulle spese.

Non sa che dire, Renzi, ma soprattutto non sa che fare. Che il problema parta da lontano è ovvio, ma certo è che questa nuova crisi sta entrando in Italia come il coltello nel burro. Il premier pensava di farsi scudo sbandierando al mondo una pasticciata riforma del Senato (di là da venire) e i matrimoni gay. Di risposta, ovviamente, è arrivata una pernacchia come non si sentiva da tempo.

E dire che due anni fa Renzi scalzò Enrico Letta perché quel governo «si stava arenando nella palude della crisi economica». Dopo ventiquattro mesi siamo messi peggio, nonostante la montagna di euro che Mario Draghi ha immesso nel sistema. Sui mercati c'è una bolla che sta per scoppiare, e questo ci accomuna ad altri Paesi. Di nostro abbiamo che sta per scoppiare anche la «bolla Renzi», un premier abusivo e venditore di fumo che si sta dimostrando non all'altezza, circondato da ragazzini e faccendieri, bravo solo a comperare senatori di altri partiti e a ricattare i suoi. È di ieri la notizia che da quando ha riformato la Rai, il suo faccione occupa - record di sempre - il 33 per cento dei telegiornali della tv di Stato. Parla, parla, e ancora parla per coprire il vuoto di azione. Ma non gli basta, e guai a chi lo contraddice. L'ultima è che ha fatto mandare un avviso mafiosetto ai suoi due pupilli appena messi al vertice della Rai: o fate parlare solo bene di me o vi caccio. Chiaro, no? E intanto lo spread sale.

Commenti

Rossana Rossi

Mer, 10/02/2016 - 14:44

Fotografia perfetta di quello in cui è ridotta questa povera italietta a targa pd abusivo........la barca affonda ma l'orchestrina di trombette stonate continua a suonare............

Antonio43

Mer, 10/02/2016 - 14:50

Scoppia, scoppia, altroché se scoppia.

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mer, 10/02/2016 - 14:53

Bravissimo Direttore! ...come al solito. Tu sai come dire le cose, e i numeri ti danno ragione: certo, è vero, anche le altre borse sono negative, MA MENO dell'Italia! Questa è la dimostrazione matematica che l'Italia sta trascinando al ribasso tutto il mondo. Quindi, non solo gli italiani dovranno ringraziare per le dimissioni di Renzino, ma OGNI abitante della Terra. Allora sì che potrà tornare un Nuovo Rinascimento Mondiale, guidato dal Nostro Sempreamato Cav (forever!). -ripr.ris.-

cicero08

Mer, 10/02/2016 - 15:29

ma neanche con Don Matteo si può parlare di bolla...anche lui surclassa tutti negli ascolti.

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 10/02/2016 - 15:41

DEBITO PUBBLICO, DISOCCUPAZIONE, CRISI DEI CONSUMI, CLANDESTINI E DELINQUENTI LIBERI DI COMMETTERE REATI, IL BUFFONE SI NASCONDE DIETRO LA LEGGE PER UNIONE DI PERSONE MALATE, ABBIAMO UNA BELLISSIMA ITALIA CON UN BUFFONE CHE CI GOVERNA.

UNITALIANOINUSA

Mer, 10/02/2016 - 15:54

E' inutile aggiungere altro a quanto milioni di italiani pensano del nostro Direttore.Meno male che ci sei tu Alessandro.Vorrei comunque dire che nella tua redazione c'e' uno o piu' cronista che....pende a sinistra,soprattutto quando parla soltanto della Clinton e della sinistra USA.Basta leggere i loro blog per capire... Buon lavoro. italiano in usa Italiano in usa

UNITALIANOINUSA

Mer, 10/02/2016 - 15:56

Non vedo commenti duplicati... passate il mio commento. italiano in usa

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 10/02/2016 - 16:29

Capace a curare solo gli affari e suoi e di famiglia. Sta portando a termine la politica di un suo illustre predecessore, colui che ha avuto la bella iniziativa di farci entrare nell'euro senza le carte a posto ed ha inventato l'Irap che ha ucciso le piccole medie imprese, facendo scappare all'estero quelle grandi. Vederlo di persona è più divertente del suo imitatore, Crozza, ma purtroppo siamo ultimi in Europa e nel mondo. Peggio di noi c’è solo parte dell’Africa e del medio oriente, mentre la sua incapacità sta distruggendo il paese, tanto è vero che nella ripresa siamo ultimi nel mondo: lo dicono i numeri. La gente è stanca e vuole fatti non parole.

robytopy

Mer, 10/02/2016 - 17:47

poteva aspettare a scrivere questo articolo, dopo quello che è successo oggi in borsa, non dico di positivo(perchè domani probabilmente sarà di nuovo negativo). La verità è che nessuno, nemmeno voi giornalisti ci spiegate come funziona veramente la borsa. Come è possibile che oggi vada tutto male e domani tutto bene ? I politichini nazionali non c' entrano un bel nulla. Lo sapete benissimo chi sono i manovratori: l' accoppiata perfetta Potenti&PotentiComputer.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 10/02/2016 - 17:48

si ma non cadiamo, direttore..nel punto di vista Ue..per questioni di elezioni, lo sappiamo tutti che la Ue(che ha fatto fuoro il cav) e' la stessa che minaccia Renzi, ergo l'incapace..proprio ora dimostra spirito combattivo, è la Ue il nemico N.1 non cadiamo nel tranello e negli errori che la sinistra fece delegittimando il cav

diwa130

Mer, 10/02/2016 - 18:46

Questa e' una lettura molto amatoriale e solo politica della situazione finanziaria e degli avvenimenti di questo inizio anno. Di politico c'e' meno di zero, le cause sono ben note a livello internazionale e c'e' poco da fare. La borsa italiana nel panorama internazionale conta meno di zero, non ha mai contato nulla, e' troppo speculativa, imprevedibile, immatura e nessuno ci fa attenzione. Non esiste nessun indice italiano che sia considerato nelle analisi finanziarie internazionale. Le reazioni di "piazza affari" non sono affidabili su nulla. E' cosa risaputa tra gli esperti e non sara' questo articoletto banale e politico a cambiare le cose. Renzi non c'entra un accidente, cosi' come non c'entrava nulla Berlusconi a suo tempo.

lorenzovan

Mer, 10/02/2016 - 20:36

non t'invidio sallusti...a parte avere il mal di testa per i continui giri di walzer del capofamiglia silvio...ti devi pure spremere per "scoprire...svelare...demistificare...e chi piu' ne ha ne metta..il matteo nazionale...e non te ne va bene una...come lo "sveli" in difficolta'...il giorno dopo risalre nei sondaggi...he he he dai retta a me...chiedi un aumento di stipendio ...o un posto da senatore come il minzolini...he he he

Ritratto di gangelini

gangelini

Mer, 10/02/2016 - 20:44

RenziLandia ed il Renzi_pensiero_unico nessuno lo ha ancora capito. In attesa di comprendere le sue infine parole (per decifrarle ci vorrebbe un nuovo ENIGMA) e cosa intende fare, ritiriamo i nostri soldi dalle banche e nascondiamoli sotto il materasso. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.

Ritratto di gangelini

gangelini

Mer, 10/02/2016 - 20:48

Noto con interesse che le sinistre critiche si sono ridotte all'osso. Ultimamente i progressisti, oltre a perdere come noi comuni mortali quasi tutti i loro risparmi, hanno perso fantasia e creatività nel criticare noi liberali.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 10/02/2016 - 21:23

Caro Direttore, a me piu che una BOLLA sembra sempre di piu, una BALLA!!!lol lol Saludos dal Nicaragua e buon lavoro.

brunog

Gio, 11/02/2016 - 05:38

La colpa di Renzi e' di essersi dimostrato un incapace e aver perso tempo in riforme fatte all'acqua di rosa cambiando l'apparenza ma non la sostanza. Ci sono problemi irrisolti che si trascinano da decenni dove il primo della lista e' il meridione. Un problema che ha sciupato fiumi di denaro, dove i meridionali hanno occupato i posti chiave nella politica, nella PA e nella magistratura. Con queste circostanze nessun cambiamento e' possibile a meno non succeda uno scossone sismico o che l'Europa prenda in mano le redini del paese, anche se questo potra' essere un punto dolente. La questione meridionale e' sempre stata un taboo dove ha sempre prevalso la regola "mandare soldi a pioggia senza nessun controllo".

mifra77

Gio, 11/02/2016 - 08:19

La bolla sta diventando un bubbone e se non ci diamo una mossa, ci ritroviamo peggio di quando stavamo ancora peggio. La realtà è che per nascondere la sua incapacità, da fiato alla bocca e si nasconde dietro a provvedimenti furbeschi che fanno solo da tappeto all'immondizia nascosta sotto.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 11/02/2016 - 09:23

A voi che siete tutti maghi della finanza consiglio di leggervi qualcosa del Dottor Francesco Arcucci (economista vero, mica un giornalista) relativamente ai cicli lunghi della Borsa.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 11/02/2016 - 09:26

...E poi, Sandro, di che spread parli?!? Non eri tu che (con Brunetta) sostenevi che lo spread era un'invenzione scomoda, creata per far fuori Silvio?!?

spigolatore

Gio, 11/02/2016 - 10:31

questo poveretto col tempo sta mostrando la corda, ossia la sua immaturità, incompetenza ed impreparazione ad affrontare i nostri problemi, smentendo Colui che lo ha voluto a capo del governo a dispetto del popolo italiano che non lo ha mai votato.

wotan58

Gio, 11/02/2016 - 16:31

Esatto! L'aumento della massa monetaria dovuto a Draghi non serve assolutamente a niente in Italia dove il freno alla crescita è costituito da una parte dall'eccesso di tassazione che falcidia i redditi ed i consumi, e poi all'estrema difficoltà e non convenienza per gli investimenti da parte delle imprese, per le note ragioni. Renzi è stato il primo presidente del consiglio da anni che NON ha presentato uno straccio di piano per il contenimento delle spese dello stato nella legge di stabilità.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 11/02/2016 - 18:09

Son quattro secoli che i crucchi pensano di essere i migliori del bigoncio. Han fatto guerre, tante, tutte perse. Hanno ridisegnato la carta geografica, niente. Han messo in riga se stessi e gli altri, ancora niente. Hanno riempito gli scantinati di poveri schiavi neri per calmierare il mercato del lavoro, niente . Se la pigliano col ragazzo fiorentino che parla e parla, l'ingrato, che è lì perché ce l'han messo loro. Non sa quello che dice ed hanno anche ragione. Ma, ancora niente. Han fatto fuori il Brluska per fargli il posto e lui invece di ubbidire e tacere, chiacchiera. Speriamo non gli faccia saltare i nervi. Se no sappiamo come va a finire.

Tuthankamon

Gio, 11/02/2016 - 18:26

Nella sostanza, condivido in toto!

lorenzovan

Gio, 11/02/2016 - 19:35

gangelini...hai una fantasia e un coraggio!!!! tu liberale????? gesummaria...questa mi mancava,,,he he he