Vespa vittima di Veneto Banca. "Parecchi soldi sono andati in fumo"

Il conduttore di Porta a Porta racconta su Rai Tre di aver perso con il crac di Veneto Banca più di 850 mila euro

Nell'ultima puntata di Report, trasmissione televisiva condotta da Milena Gabanelli e trasmessa la domenica su Rai Tre, si è parlato di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Intervistato dall'inviata della Gabanelli, Giovanna Boursier, il padrone di un altro salotto di casa Rai, Bruno Vespa,che possedeva un cospicuo pacchetto azionario, quasi interamente venduto prima del crollo della banca, ha raccontato la sua versione dei fatti.

"Nel 2010 io chiesi di poter vendere e non riuscii a vendere (la banca infatti aveva bloccato la vendita di azioni, ndr). Io ho premuto, insistito in maniera costante per due anni e otto mesi e dopo due anni e otto mesinell'estate del 2013 sono riuscito a vendere una parte rilevante delle azioni. Mi hanno offerto delle obbligazioni e quindi ho parecchi soldi che sono andati in fumo: 873mila euro, che valgono il 10 per cento" ha spiegato Vespa ai microfoni di Report.