"Vi dico di chi è la colpa ​del crollo del ponte Morandi"

L'affondo di Dario Balotta, esperto di trasporti, contro Autostrade per il crollo del ponte Morandi: "Doveva contingentare il traffico"

Dario Balotta lo dice chiaro e tondo in riferimento al ponte Morandi. “La colpa di quanto successo è colpa del gestore dell’autostrada, il quale sapeva che la manutenzione su quella tratta probabilmente non dava l’affidabilità che doveva dare. E aveva due possibilità di intervento: una, aumentare i livelli di manutenzione; e se nonostante questo c’era ancora rischio, contingentare il traffico. Ovvero ridurre il numero dei veicoli che attraversano quel tratto”.

A intervistare Balotta, cremonese ed ex sindacalista, presentato come esperto in materia di trasporti, è la Radiotelevisione svizzera (Rsi) (video). Per Balotta gli incassi effettuati da Autostrade dai pedaggi sarebbero dovuti servire a “tenere elevati gli standard di manutenzione, sistemare le gallerie e per mettere in sicurezza la rete”. Tradotto: sarebbero dovuto finire in investimenti per "dare quel servizio che automobilisti e camionisti pagano”.

Secondo Balotta, però, non tutto è andato come previsto. “La questione che è emersa - ha spiegato alla tv svizzera - oltre alle vittime, è quella che il rapporto tra concessionari e ministero vede i concessionari protagonisti. Decidono loro come usare i soldi. E infatti negli ultimi anni ne hanno usati pochissimi. E invece lo Stato dovrebbe dire: ‘Ora le risorse che guadagni le devi spendere per la manutenzione”.

L’attacco contro la società che gestisce le grandi strade italiane è durissimo: “Autostrade - conclude Balotta - per l’Italia si è resa nota per gli acquisti che ha fatto nell’ultimo anno: aeroporto di Nizza, le autostrade spagnole e del 15 dell’Eurotunnel. Quindi queste risorse sono state spese ma non dove avrebbero dovuto”.

Commenti

Marioga

Dom, 19/08/2018 - 14:08

La scoprono oggi l'acqua calda? Bastava andare a vedere quanti utili fa Atlantia in borsa, quanti soldi vanno agli azionisti e quanto resta in cassa. La verità è che nessuno, in nessun governo precedente o attuale, ha mai voluto fare qualcosa. Quindi sono tutti colpevoli e dovrebbero andare tutti in galera assieme ai vertici di Autostrade e Atlantia.

Enrico15

Dom, 19/08/2018 - 14:11

ma vi sembra possibile che dopo ogni sciagura ci sono esperti che dicono "io sapevo". Questi "esperti", se sapevano, dovevano fare di tutto per scongiurare e non pontificare. In quanto esperti hanno omesso quanto di loro competenza non avvisando le autorità competenti. Sono stanco di leggere simili chiacchiere a posteriori.... come dice il prete: se c'è qualcuno contrario o qualcosa da dire...... parli ora o taccia per sempre.

tormalinaner

Dom, 19/08/2018 - 14:14

Adesso capiamo perchè anni fa hanno smantellato le imprese di stato per passare al sistema privato con le concessioni " deve cambiare tutto perchè nulla cambi". Infatti l giro di soldi e benefici non è cambiato ma scompaiono miracolosomente tutti quei reati legati al pubblico amministratore, il privato può fare quello che vuole, assumere, incaricare, appaltare, dare contributi a cicchessia senza rendere conto a nessuno in perfetta legalità addirittura con contratti coperti dal segreto di Stato. Basta questo deve cambiare e non ritornando al pubblico, ma con leggi e controlli severi.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 19/08/2018 - 14:31

Se penso agli obblighi sulla sicurezza che ha il concessionario di un banale pezzo di spiaggia e al fatto che un bagnino ha obblighi penali e civili persino verso chi salva mi rispondo che quelle società lì abbiano diritto e capacità di gestire nemmeno il bagno di un campeggio, altro che autostrade e ponti. Ma a pulire quei cessi dovrebbero starci i dipendenti del ministero che per mantenere la loro agiata routine di magnasghei hanno mai controllato se davvero bastasse spruzzare calce per mantenere le opere efficienti. E i politici che hanno scritto e sottoscritto quei contratti, e quelli che li hanno rinnovati a babbomorto, dovrebbero veder scritto il proprio nome sul muro dell'infamia insieme a una foto di famiglia.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 19/08/2018 - 15:13

Enrico15, se le cose si sanno ma c'è un contratto nefasto redatto dal PD non è che si possa fare molto. Sugli aumenti tariffari 5 o 6 volte maggiori dell'inflazione ogni anno, decideva il CIPE, e con il governo amico Benetton li otteneva sempre. Tanta gente come me s'incazzava , lo urlava e lo scriveva ma poi chi decideva alla fine era il governo PD.Idem per la questione del ponte crollato, le interrogazioni a DEl Rio in parlamento furono ben due ma lui non rispose mai e adesso dice che non aveva mai avuto nessuna notizia in merito. Sono dei delinquenti, punto.

VittorioMar

Dom, 19/08/2018 - 16:40

..che strano !!..tutti sapevano tutto e nessuno è intervenuto ...quindi tutti complici !!..la Procura ha molto materiale per procedere : SONO TUTTI NOTI !!...O NO?...cosa manca ancora ??

Michele Calò

Dom, 19/08/2018 - 17:16

Ecco un altro scrotiforme personaggio che se ne esce ora invece di mettersi in gioco prima! E' l'intero sistema dei trasporti in Italia ad essere sotto accusa, lo Stato inefficiente quanto i privati che ne hanno approfittato perché nessuno glielo ha impedito! E guardate che c'è di peggio dei ponti e dei cavalcavia, sono le dighe stravecchie e con scarsa manutenzione il pericolo piu' grande ma nessuno dice all'ENEL di porvi rimedio quando utilizza gli enormi guadagni per darsi al business piu' lucroso della fibra ottica. Mentre la Direzione per le dighe, al pari di quella per le autostrade, non dispone dei mezzi economici per fare il proprio lavoro. E gli apprendisti stregoni fanno i ministri mentre non sanno nemmeno andare al cesso da soli! Puah!!!

sparviero51

Dom, 19/08/2018 - 18:13

QUESTO SINDACALISTA ESPERTO DI TRASPORTI CI FACCIA SAPERE CHE TITOLI DI STUDIO VANTA PER EMETTERE CERTI GIUDIZI !!!

sbrigati

Dom, 19/08/2018 - 19:04

Tutti esperti in scienza delle costruzioni!

edo1969

Dom, 19/08/2018 - 19:07

di Berlusconi

edo1969

Dom, 19/08/2018 - 19:13

ma no, che dice costui? Toscani - che è riconosciuto dal mondo interi essere un genio, l’ha detto anche lui - ha garantito che i Benetton sono serissimi e che il ponte era controllato con parametri più ampi di quelli europei. Chi è sto Ballotta scusate? Oh? Toscani è un famosissimo fotografo costui invece non lo conosce nessuno. Gli italiani sono incattiviti, questo è il problema, mica quei 43 morti, che vuoi che siano? Ora torniamo a pensare ai migranti per favore, dai, brutti razzisti.

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 19/08/2018 - 19:19

Mai sentiti tanti discorsi a pera come in questa luttuosa occasione. Robespierre al governo e il popolo sotto la forca assetato di sangue.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 19/08/2018 - 19:32

Scoprono adesso che il privato non è poi così bello? Che non è necessariamente più efficiente? E soprattutto che il privato tutto farà meno che rimetterci di tasca propria? Nemmeno un centesimo? Questi vampiri succhiaossa hanno prima pensato al proprio portafoglio poi... hanno giocato un po' a gestire le nostre autostrade. Ecco i risultati. Adesso devono pagare caro e restituire tutto il maltolto. Restituire le autostrade gratuite ai cittadini e all'economia nazionale farebbe bene a tutti. Paghiamo un'enormità di tasse con i carburanti, i bolli e altre amenità varie, in Italia le autostrade potrebbero essere gratuite come in Germania o al massimo, come in Svizzera: 38 euro/anno. Basta smetterla di regalare maxi stipendi di Stato (vedi per es. RAI) e di rubare e i soldi basterebbero eccome!

Anonimo (non verificato)

killkoms

Dom, 19/08/2018 - 22:07

ora tutti sanno?