Viaggia per nove ore accanto a un passeggero obeso ma perde la causa con la Emirates

Un passeggero della Emirates ha fatto causa alla compagnia aerea per aver viaggiato nove ore accanto a un obeso: non ha ricevuto il risarcimento

Ha viaggiato per nove ore su un volo Emirates sulla tratta Città del Capo-Dubai accanto a un vicino di posto obeso ed è stato così costretto a stare in piedi o a sedersi al posto delle hostess.

Arrivato a Padova l'avvocato Giorgio Destro ha fatto una prima richiesta si risarcimento del biglietto respinta dalla compagnia aerea e così ha deciso di fare causa civile ad Emirates chiedendo che gli venissero risarciti 2.759,51 come danno morale e di volo non goduto allegando alla denuncia anche il selfie con il passeggero che invadeva il suo spazio.

Come riporta il Corriere della Sera, però, il passeggero non ha ricevuto nessun rimborso del biglietto. Il giudice di Pace ha definito il disguido “mero, del tutto tollerabile e marginale fastidio”. Ora il legale, però, ha annunciato appello: “L’unica spiegazione della sentenza è che il giudice non ha mai fatto un volo notturno di nove ore, intercontinentale, in condizioni quali il sottoscritto ha dovuto subire”.

Commenti
Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mer, 19/04/2017 - 01:20

non è colpa dell'obeso ma l'avvocato ha ragione a farsi rimborsare