Viaggiare con il proprio cane: ecco le nuove regole per il trasporto

Se viaggiate in auto, il nuovo Codice della Strada consente di portare un solo cane per ogni auto, mentre se andate all'estero dovrete munirvi del Pet passport

Non avete più scuse. Ormai viaggiare col proprio animale domestico è semplicissimo. Basta rispettare le regole. A fornire tutte le indicazioni di cui avrete bisogno, è il portale Gente in viaggio. E basta leggere per scoprire che non bastano collare e guinzaglio, sarebbe opportuno portare anche una pettorina e una museruola, oltre ovviamente alla medaglietta per il riconoscimento nel caso in cui il cane si smarrisse. Oltre a ciotole e antiparassitari, è necessario portare in viaggio il libretto sanitario dell'animale.

Regole feree per quanto riguarda il trasporto in auto. L'art. 169 del nuovo Codice della Strada consente di portare un solo cane per ogni auto, sul sedile posteriore e sempre e comunque in modo da non constituire un ostacolo o un pericolo per il conducente. Si consiglia di far stare il proprio cane nel bagagliaio, munendosi anche di una rete divisoria. Le alternative sono le cinture di sicurezza apposite per cani o i trasportini, ma questo dipende, ovviamente, dalla taglia del cane.

Se si decide di andare all'estero, è obbligatorio, ai sensi del Regolamento CE 517/2013, possedere il Pet Passport. Per ottenerne il rilascio è necessario iscriversi all'anagrafe canina e richiederlo ai servizi veterinari delle asl territoriali. Da ricordare, inoltre, che in alcuni paesi europei vi sono liste di razze canine considerate pericolose e quindi bandite: prima di prenotare, è bene chiedere tutte le informazioni al riguardo presso il Consolato della nazione che si intende visitare.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 19:10

No Federico NOOOO! Chi Ti ha passato le frescacce che riporti? Medaglietta? Ma se ci vuole il microchip! Per avere il passaporto del cane bisogna iscriversi all'anagrafe canina? E' il cane che deve essere iscritto ed entro i 60 gg dalla nascita o entro i 30 dall'acquisto! Quindi il cane è già iscritto quando gli fai il passaporto, hai fatto confusione con gatti e furetti la cui iscrizione è facoltativa e richiesta solo in caso di rilascio di passaporto per l'animale. E naturalmente il cane va vaccinato contro la rabbia per viaggiare all'estero e se la meta è un paese extra UE serve, per poter far rientrare l'animale nella UE, anche la titolazione anticorpale. Un solo cane per auto? Quando mai? Io viaggio con due e anche tre animali..La differenza consiste che se si viaggia con più di un cane o gatto o furetto sono obbligatorie reti di separazione o gabbie.

ammazzalupi

Mer, 08/07/2015 - 19:45

Ahahahahah... che ridere! Art. 169: "si potrà portare un solo cane per ogni auto". E, quindi, se io posseggo 2 (due) cani e volessi portarli con me... dovrò uscire e guidare DUE MACCHINE!!!! Ma come sono SCEMI questi italiani!!!!!! Andate AFFA.NKULOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!

SanSilvioDaArcore

Mer, 08/07/2015 - 19:56

Tutto roba vecchia

roberto.morici

Gio, 09/07/2015 - 06:51

Un pò di confusione?

WoodstockSon

Gio, 09/07/2015 - 08:40

Nel lontano 1978 ho fatto il giro del Mediterraneo, dalla Liguria a Gibilterra, da Ceuta a Tunisi, Trapani, Genova con un meticcio di Labrador a bordo del classico pulmino hippie e già erano in vigore queste regole, dove stanno le novità?

Raoul Pontalti

Gio, 09/07/2015 - 11:38

WoodstocckSon quanto affermi è impossibile. Prima dell'entrata in vigore delle norme sull'identificazione dei cani mediante inizialmente tatuaggi e recentemente microchip inseriti sotto cute, l'identificazione avveniva sulla base della descrizione dell'esteriore conformazione dell'animale riportata sopra un documento che non era il passaporto del cane bensì il libretto sanitario dello stesso ma per l'estero occorreva diversa documentazione attestante ufficialmente la vaccinazione antirabbica. Ho viaggiato anch'io con animali dal Marocco a Capo Nord, e dal Portogallo all'Iran e ho subìto sulla mia pelle (e i miei cani sulla loro) tutte le astruserie normative in materia di trasporto di animali che si sono evolute nel tempo. Se vuoi viaggiare ancora con l'animale al seguito e in paesi extra UE Ti raccomando di non omettere la titolazione anticorpale antirabbica.

WoodstockSon

Gio, 09/07/2015 - 12:21

XPontalti, come ti permetti? Mi dai del mentitore? Il cane aveva il suo passaporto con tutti i suoi dati, rilasciato in Italia e se mi dai il tuo indirizzo Fb o la tua mail te ne mando copia e foto varie di me col mio cane mentre attraversiamo le Colonne d'Ercole, a Tanger, sul Rif, a Oran, Annaba, Cartagho. Ne ho anche una dove Black e il classico cammello si guardano storto. A proposito, ho fatto tappa anche a Ketama....Ma guarda questo!!!!

Kelso81

Gio, 09/07/2015 - 17:17

Il sottotitolo è volutamente fatto per polemizzare o semplicemente non si è letto l'articolo del codice della strada? "È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo" Tradotto: se i cani vanno nel vano bagagli con apposito divisorio, se ne possono portare più d'uno.