Il viaggio della speranza al contrario del leghista Coccia

Angelo Coccia in barca con i disoccupati italiani da Lampedusa al Nord Africa

Da "Mare nostrum" a "Mare Vostro". È l'iniziativa del candidato leghista alle Europee Angelo Ciocca, che farà un viaggio della speranza "al contrario" da Lampedusa al Nord Africa su una barca con diversi italiani disoccupati, come racconta l'intraprendente.it.

"Sbarcheremo sulle coste algerine, libiche o tunisine per chiedere un’opportunità alle autorità locali", ha spiegato Ciocca, "Diremo loro: Quello che gli italiani sanno fare meglio è lavorare! Dateci una mano". Un modo anche per protestare contro i privilegi concessi agli immigrati e chiede "di non essere controllati dalle autorità italiane al momento della partenza, essere scortati e aiutati in mare aperto dalle unità navali straniere, una volta sulla costa ottenere lo status temporaneo di rifugiati, professare liberamente la nostra religione, essere ospitati in hotel a 4 stelle e essere sfamati in ristoranti locali con prodotti tipici del nostro territorio".

"Il nostro è un gesto simbolico finalizzato a sensibilizzare l’Unione europea ad un cambiamento delle politiche dell’accoglienza a ogni costo. L’Italia è lasciata da sola davanti a un’invasione senza precedenti che ha assunto costi insostenibili per il nostro Paese", ha aggiunto il leghista che qualche tempo fa aveva realizzato un video con gli immigrati che scoraggiavano i propri connazionali a venire nel nostro Paese.

Commenti

max.cerri.79

Mer, 21/05/2014 - 14:02

Andate, andate, che mi faccio 4 risate. .. appena in vista delle loro coste, forse già prima, verrete affondati... portatevi i salvagente....

lakos29

Mer, 21/05/2014 - 15:31

bell'idea, ma occhio che loro i confini li difendono.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 21/05/2014 - 15:37

Già che ci sei portati anche qualche politicante inutile, opssss, non basterebbe una nave da crociera.

petra

Mer, 21/05/2014 - 19:15

Macchè lavoro, che poi vi tengono per davvero, chiedete asilo politico.

INGVDI

Mer, 21/05/2014 - 20:50

Bravi! Un'iniziativa intelligente.

violoncella

Gio, 22/05/2014 - 08:24

a saperlo partecipavamo in tanti!!sapete quanti disoccupati ci sono al nord e nelle nostre città e paesi???la prossima volta riporteremo indietro i clandestini e i politici favorevoli a loro!!! cioè tutto il parlamento meno pochi defensori degli italiani doc!!!

nino47

Gio, 22/05/2014 - 10:02

Vi trovaste per caso in difficolta'...telefonate a mare nostrum!

Raoul Pontalti

Gio, 22/05/2014 - 10:37

Coglioncelli scherzosi lo avete il visto? In particolare quello per lavoro, non quello turistico. Sapete che dovete entrare per i valichi di frontiera dedicati agli stranieri? Siete a posto con i documenti della barca? In Italia non ci sono guerre (a parte quella contro l'imbecillità dei politici, in particolare leghisti...), non vi sono persecuzioni religiose (a parte quella dei leghisti contro gli islamici...) e quindi non potrete invocare la Convenzione di Ginevra per i rifugiati. Se non l'avete concordata bene con i mafiosi locali questa iniziativa buffonesca vi può costare cara... per bananas che si bevono tutto: questi buffoni vanno tranquillamente in Tunisia con uno yacht turistico con tutti i documenti in regola, con regolare passaporto e ingresso turistico (salvo quello che tiene bottega o locale a Hammamet o a Djerba...), fanno la conferenza stampa, rilasciano dichiarazioni beote, si fanno una bevuta alla faccia dei bananas e se ne tornano a casa.

Bodrus

Gio, 22/05/2014 - 11:00

sconsiglio vivamente , anche perche io votero lega pur essendo di roma senza bisogno di manovre pericolose , e come me tanta altra gente

mbotawy'

Ven, 23/05/2014 - 00:29

MA BASTA VEDERE COSA SUCCESSE E COSA STA' SUCCEDENDO IN NORD AFRICA GURDARLI IN FACCIA,SEGUIRLI QUI IN ITALIA,CHE OLTRE AD ENTRARE CLANDESTINAMENTE,SONO LORO GLI SPACCIATORI DI DROGA E ASSALTANTI DEI NOSTRI VECCHI.Potete immaginare che accoglienza vi faranno appena entrerete nelle loro acque nazionali!!!!!!!!!!