Viareggio, chiesa utilizzata per spacciare droga

Don Antonio, parroco di una chiesa della cittadina toscana, lo ha raccontato ai fedeli: "Involucri attaccati alle panche col nastro biadesivo"

Incredibile ma vero. C'è chi spaccia droga addirittura nelle chiese. A fare la scoperta - resa nota dal quotidiano il Tirreno - è il parroco di una chiesa di Viareggio, dedicata a San Giovanni Bosco. Don Antonio Tigli lo ha raccontato ai fedeli durante l'omelia, spiegando per filo e per segno che tra le mura dell'edificio sacro avviene lo spaccio delle sostanze stupefacenti. "Qualcuno  - ha detto don Antonio durante la messa dedicata agli scout - utilizza il sotto delle panche dove si siedono i fedeli per attaccarci con del nastro biadesivo degli involucri contenenti droga. Succede anche durante le funzioni religiose". Il commercio illecito andrebbe avanti già da un po' di tempo e si sarebbe intensificato con l'arrivo dell'estate. Don Antonio ha informato i carabinieri.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mer, 07/08/2013 - 17:44

E allora? I magrebini non sono cristiani.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Mer, 07/08/2013 - 17:58

ma ki sono io...per giudicare uno spacciatore.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Mer, 07/08/2013 - 17:59

ce voleva s.giorgio....nn s.francesco

Silvio B Parodi

Mer, 07/08/2013 - 19:54

CHIEDETE ALLA bOLDRINI COSA FARE!

telli

Mer, 07/08/2013 - 23:55

CHE PROVINO A SPACCIARE DENTRO AD UNA MOSCHEA SE NE HANNO IL CORAGGIO! NOI SIAMO TROPPO BUONI QUESTO E' IL PROBLEMA!!!