Viareggio, magrebino in manette: aveva oltre 120 grammi di cocaina

L’arresto è avvenuto grazie all’ausilio dei cani antidroga della guardia di finanza di Viareggio, che pattugliavano la stazione e le zone adiacenti

Magrebino arrestato a Viareggio con oltre 120 grammi di cocaina addosso, grazie all’attività di pattugliamento della guardia di finanza nell’ambito della lotta al traffico di sostanze stupefacenti.

Servendosi dell’ausilio di un’unità cinofila, gli agenti hanno sottoposto a controllo le persone in transito nella zona della stazione ferroviaria e di piazza Dante, particolarmente affollate nel periodo estivo. Notando la presenza dei finanzieri, l’extracomunitario ha tentato di evitarli attraversando i binari e raggiungendo rapidamente la vettura di un connazionale. Tuttavia ciò non ha fatto che aumentare i sospetti nei suoi confronti da parte degli agenti, che lo hanno prontamente fermato.

Il fiuto dei cani ha permesso di individuare con facilità la droga che il magrebino aveva con sè, nascosta all’interno di un giubbotto. Si tratta di più di 120 grammi di cocaina purissima, che, una volta tagliata ed immessa nel mercato al dettaglio, avrebbe potuto valere complessivamente oltre 25mila euro. La droga, acquistata a Pisa, è stata sequestrata dagli agenti e per il magrebino, che aveva già precedenti alle spalle, si sono spalancate le porte del carcere: per lui l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’extracomunitario, trovato sprovvisto di regolari documenti di identità al momento del fermo, resta dietro le sbarre in attesa del processo per direttissima, previsto per oggi presso il tribunale di Lucca.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Lun, 30/07/2018 - 15:18

Ma nooooo era per uso personale...

cgf

Lun, 30/07/2018 - 16:08

nella cultura di altri popoli c'è spazio per le sostanze stupefacenti, è stupefacente che le direttive boldriniane siano disattese