Il vicepresidente di Samsung rischia l'arresto per corruzione

L'ipotesi include la falsa testimonianza resa all'audizione parlamentare di dicembre

La procura speciale sudcoreana deciderà domani se chiedere l'arresto di Lee Jae-yong, erede della famiglia fondatrice e alla guida del gruppo Samsung, con l'accusa di corruzione legata allo scandalo sempre più ampio che ha travolto la presidente della Repubblica della Sud Corea Park Geun-hye, sottoposta a impeachment, e la confidente Choi soon-sil. Lo ha annunciato Lee Kyu-chul, portavoce dell'ufficio della procura.

Il vicepresidente di Samsung Electronics è stato interrogato per 22 ore dagli investigatori, perché sospettato di aver autorizzato un pagamento a società riconducibili a Choi in cambio del sostegno politico ad un fondo pensione statale per una controversa fusione nel 2015.

L'ipotesi include la falsa testimonianza resa all'audizione parlamentare di dicembre, in cui disse di non aver "mai fatto" versamenti per un tornaconto. Lee Jae-Yong, è l'erede designato del colosso Samsung. Da dal momento che il padre, Lee Kun-hee, ha subìto un attacco di cuore nel 2014, è considerato de facto il capo di tutta la multinazionale Samsung.

Lo scandalo che sta sconvolgendo il Paese, riguarda le grandi multinazionali come Samsung e Hyundai, "indotte" a effettuare donazioni milionarie in favore di due fondazioni.

Le fondazioni Mir e K-Sports hanno infatti ricevuto 72 milioni di dollari da diverse società in pochi mesi attraverso la lobby Federation of Korean Industries. Choi Soon-sil, secondo alcune rivelazioni giornalistiche, avrebbe scritto o discorsi della presidentessa della Corea del Sud e ne avrebbe influenzato le decisioni.

I fondi ricevuti sarebbero serviti non solo per le spese personali della Choi ma anche per finanziare il suo futuro e le attività di post-pensionamento della Park.

Con un discorso televisivo Park Geun-hye ha ammesso l'aiuto da parte di Choi Soon-Sil dopo il suo insediamento ma ha negato che ci fosse lei dietro tutta la linea di governo degli ultimi anni. Choi Soon è figlia di Choi Tae-min, che, in passato, era stato a sua volta consigliere del padre della Park prima che venisse assassinato.