Il video sulla morte di Rossi. Ecco chi sono i due uomini

La procura di Siena: "Il video è già agli atti e le due persone sono state già sentite". Ecco chi sono

David Rossi, iI manager capo dell'area della Comunicazione del Monte dei Paschi di Siena, è morto precipitando dalla finestra del suo ufficio nella sede della banca di Siena nel marzo del 2013. In un primo momento l'episodio è stato archiviato come un caso di suicidio. Ma emergono nuovi particolari al punto che la Procura di Siena ha già aperto da tempo un'inchiesta che per il 25 giugno prevede il test con la simulazione della caduta dalla finestra dell'ufficio. A riportare però alle cronache la morte di Rossi è la pubblicazione del video della sua caduta. Dalle immagini si nota infatti che l'uomo è ancora vivo dopo la caduta. Si muove per terra nel vicolo vicino alla sede della banca senese. Successivamente si avvicinano a Rossi due persone. Una si avvicina più dell'altra. Lo guarda, senza fretta, e poi si allontana dal corpo con tranquillità.

Ma chi sono quei due uomini?

Come scrive il Fatto, si tratta di Giancarlo Filippone e Bernardo Mingrone. Il primo (quello con piumino e berretto) è un collega del manager e amico dell’ex responsabile della comunicazione di Mps. Era stato allertato dalla moglie di Rossi, Antonella Tognazzi, che non vedeva tornare a casa il marito. L’altro uomo è Bernardo Mingrone. All’epoca era capo della vicedirezione generale finanza di Mps. La tragica sera del 6 marzo 2013 era uno dei pochi che si trovava nella sede di Rocca Salimbeni. Entrambi sono stati sentiti dai pm già nel 2013.

Il filmato "corrisponde a quello già all'epoca acquisito agli atti". È quanto sottolinea in una nota di Salvatore Vitello, procuratore della procura di Siena titolare dell'inchiesta riguardante la caduta di David Rossi. "In ordine alle persone che si avvicinarono al corpo di David Rossi - sottolinea ancora la nota della Procura di Siena - si rappresenta che già nel corso delle primissime indagini furono sentite due persone informate sui fatti che si ritenne corrispondessero ai due soggetti ripresi nel video. Gli stessi resero dichiarazioni perfettamente coincidenti con la loro presenza in loco quale emergente dalla ripresa video, e uno di questi fu colui che provvide a chiedere l'intervento del 118. Nella nota si aggiunge che "appare pertanto evidente che i due soggetti sentiti all'epoca siano coloro che erano sul luogo del fatto e che hanno chiarito le ragioni della loro presenza. Per la definitiva conferma ed evitare ogni ulteriore illazione, nella nuova indagine in corso si è delegata la polizia giudiziaria a risentire le persone già identificate".

Commenti

veromario

Ven, 17/06/2016 - 12:28

sicuramente due brave persone,vedi un collega in terra agonizzante e non ti chi in nemmeno a vedere come sta,magistrati rossicci non potete considerare il popolo italiano una massa di deficenti.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 17/06/2016 - 13:24

Piuttosto freddino il cosidetto "amico" che si è avvicinato a guardare un paio di secondi per poi andarsene. Una persona normale l'avrebbe toccato per sentire se respirava ancora, avrebbe mostrato un po' di empatia, magari avrebbe guardato in su, invece di andarsene tranquillamente come si vede sarebbe corso via a chiamare soccorsi ... Ma niente di tutto questo. Strano, vero ?

Antonio43

Ven, 17/06/2016 - 14:26

Nella nota si afferma che i due soggetti hanno chiarito le ragioni della loro presenza sul luogo del misfatto. E quale sarebbe questa ragione? Cosa sono andati a fare dietro quel vicolo? Gli scappava? Poi vedendo il corpo dello"sconosciuto" a terra hanno cambiato idea?Uno di loro lo ha ben guardato senza un minimo segno di sorpresa, anzi come se volesse controllare in che condizioni fosse. Quello che si avvicina, che sangue freddo, neanche un gesto di sconcerto, eppure gli era collega, forse amico di famiglia, ha chiamato il 118. Ma per favore! Adesso si fa chiamare PD, ma è sempre il vecchio P.C.I., uno pronto per tutte le occasioni c'è sempre.

Libertà75

Ven, 17/06/2016 - 14:37

se ci fosse un video con una pistola ed uno sparo, direbbero "l'ha aiuto a smettere di soffrire, andrebbe premiato e non punito"

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 17/06/2016 - 14:50

credo che il filmato renda bene su quello che e' successo. Una persona normale si comporta diversamente.

isolafelice

Ven, 17/06/2016 - 14:59

Una persona normale - normale - girato l'angolo e vista la persona a terra sarebbe accorsa in fretta, si sarebbe messa le mani nei capelli, tipica gestualità in caso di evento imprevedibile e negativo, si sarebbe inginocchiata sulla persona caduta ed avrebbe tirato fuori di tasca il telefonino. Avrebbe chiamato l'altro individuo esortandolo a chiamare ulteriori soccorsi. Se i magistrati non arrivano a queste considerazioni, hanno sbagliato mestiere o ....

steffen

Ven, 17/06/2016 - 15:12

Faccio male a pensare che quei due sono andati a controllare se Rossi fosse morto! Un grande in bocca al lupo alla moglie di David, speriamo che incontri magistrati indipendenti, che facciano seriamente il proprio e che non nascondano i fatti realmente accaduti. Concordo con veromario!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 17/06/2016 - 17:35

@Antonio43:....già!....Sconcertante il comportamento di questo "amico"!!Fate vedere questo video a 10.000 persone,e TUTTE avranno la stessa reazione!!!...I "magistrati",guarda caso no!.....

gabrieleforcella

Ven, 17/06/2016 - 17:36

A chi sta facendo le indagini domando: e adesso ?

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Ven, 17/06/2016 - 18:56

E' inconcepibile che per dei magistrati inquirenti le evenienze di quel filmato rientrino in un ambito di normalità comportamentale.Ma qui ci si prende platealmente per i fondelli! Ma come si fa, ma come è possibile, a che punto siamo potuti arrivare!? Questo è troppo!

Amazigh

Ven, 17/06/2016 - 22:47

Mi sbaglierò ma negli USA non sono troppo contenti dello strapotere che ha in Italia la magistratura, ormai Berlusconi non é più un problema e quindi comincia la fase di "risciacquo" come con manine pulite nel 93 dopo la fine dell'URSS. Finito il pericolo scaricano i complici.