Vietato vietare di essere ribelli

Scopro da un articolo dell'Espresso di essere il parlamentare con il più alto numero di «voti ribelli», ovvero contro l'indicazione del mio gruppo. Sarà, ma il mio gruppo sono io, con il movimento Rinascimento, di cui sono il solo eletto, attraverso un patto federativo con Forza Italia che non mi obbliga a votare come loro, a partire dal voto di fiducia che mi sembrava coerente con «l'autorizzazione» concessa da Berlusconi a Salvini. Impresa difficile, ma riuscita. Da guardare con curiosità e spirito critico. Da cui la mia dichiarazione: «Dove ci sono disordine e ignoranza io prospero». Piaciuta, nel paradosso, in attesa di «un inevitabile declino».

Poi il governo è partito con i suoi decreti, risibili, e di così dogmatica rigidezza da imporre un voto di fiducia evitato solo per umiliare il parlamento in una vaniloquente logomachia. Mi riferisco al decreto sul terremoto e a quello perversamente chiamato «dignità», di cui non si è visto neanche il fantasma.

Quando poi si è arrivati all'ipocrisia di stabilire fantasiose regole moralistiche con i divieti alla pubblicità per il gioco d'azzardo, ho ascoltato un discorso nobile e sincero di Deborah Bergamini di Forza Italia, che ha evidenziato le contraddizioni e le menzogne di norme che contrastano l'evidenza della realtà, non immaginando che l'uomo debba essere da una legge portato sulla strada della virtù. «Ognuno ha diritto anche ai propri vizi, ha diritto a poter fare quello che vuole dei suoi denari e della sua follia, non possiamo vietare i vizi», ho detto. E ho concluso: «Vietato vietare». Ribelle?

Commenti

neucrate

Lun, 13/08/2018 - 16:29

Spesso sono daccordo con lei, perchè vietare se una cosa piace e non fa male a nessuno? Io sono sempre andato con le prostitute, non capisco perchè non possa essere legale, io pago, lo sfruttamento è ben altra cosa. Spero qualche volta si possa occupare anche di questo problema

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Lun, 13/08/2018 - 19:53

Sig. Sgarbi: Anche la droga e' un vizio. Lei dunque crede che dovrebbe essere pubblicizzata?

sgarbistefano

Lun, 13/08/2018 - 19:53

Caro Sgarbi, talvolta sono d'accordo con Lei. Talvolta sono in disaccordo. Fondamentalmente, però, mi piace la Sua schiettezza ed il Suo non rinunciare mai ad essere un libero pensatore.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mar, 14/08/2018 - 11:03

Io come sempre sono d'accordo con sgarbi ma questa volta vorrei fare un piccolo distinguo. Ricordando che il diritto di uno è sacrosanto finche questo non lede il diritto di più di uno, possiamo dire che vizietti come la droga e il giogo d'azzardo, non sono poi così innocenti visto che il diritto di drogarsi o di dilapidare il proprio danaro comportano che poi la comunità debba curare il drogato a spese di tutti e magari sostenere la famiglia di quello che ha dilapidato il benessere E DELLA SUA FAMIGLIA davanti ad una macchinetta o ad un tavolo di gioco. Questo per dire che è giusto il giusto ma lo è fintanto che non diventi ingiustizia per gli altri. Cordialmente...

ale76

Mar, 14/08/2018 - 12:24

Sgarbi sta alla ribellione come Di Maio sta all'accademia della crusca.

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Mar, 14/08/2018 - 14:00

C'è il diritto ad essere ribelli e c'è il dovere d'essere intelligenti.