Vigili, assenza di massa a Capodanno: puniti i sindacati, multa di 100mila euro

Il garante ha sanzionato le organizzazioni sindacali per l'ecatombe di personale la notte del 31 dicembre

Non si è ancora spenta l’eco dell’imbarazzante ammutinamento di fine anno dei vigili di Roma.

A Capodanno l’83,5% degli agenti inizialmente reperibili (per un totale di oltre ottocento uomini) si diede in malattia, seguito a ruota dai macchinisti dell’Atac. Con il risultato di mandare ulteriormente in tilt i trasporti pubblici e lasciare sguarnite le strade della Capitale.

Una figuraccia che ha messo alla berlina la giunta Marino e sottolineato ancora una volta tutte le difficoltà amministrative della città. Oggi, dopo l’ira di Renzi e della Madia, l’indignazione generale e la promessa di punire i responsabili, l’Autorità di garanzia ha multato di 100mila euro le organizzazioni sindacali per l’assenza di massa al termine del procedimento aperto lo scorso 15 gennaio per accertare le responsabilità dei soggetti coinvolti.

La pena pecuniaria va a carico di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, CSA e Diccap Sulpl: 20mila euro per ciascun sindacato. Il Garante, si legge nella nota, “si riserva di valutare, ai sensi di legge, la posizione individuale dei lavoratori o di altri responsabili coinvolti nella vicenda”.

Commenti

SanSilvioDaArcore

Mar, 03/03/2015 - 13:38

Vero o meno gli assenti avevano un certificato di malattia... vorrei capire come pensano di valutare se fosse veritiero o meno dopo mesi e mesi... ridicoli

angelomaria

Mer, 04/03/2015 - 09:19

ERA ORA!!!